• 27/11 @ 17:38, Le opposizioni ci cascano: stampella al governo Conte, scattata la trappola della “svolta moderata”, di Federico Pu… https://t.co/DcUpVkFaDf
  • 27/11 @ 17:36, Il mistero della nave-traghetto made in Italy diventata una nave da guerra iraniana https://t.co/0MB88RwlfV
  • 26/11 @ 20:29, Medio Oriente più stabile grazie a Trump, che ha ribaltato dogmi decennali e politiche fallimentari, di Simone Zucc… https://t.co/DumlyA1rhj
  • 26/11 @ 20:29, L’esecuzione di Djalali potrebbe essere imminente: il ricatto di Teheran nel silenzio dell’Ue e dell’Italia https://t.co/QNQxJMtO8B
  • 26/11 @ 19:07, La brutale repressione in Bielorussia già dimenticata: di nuovo arrestato Piotr Markielau, di Stefano Magni https://t.co/5y3rBk7Yub
  • 26/11 @ 19:06, Adiós Maradona: Diego fu anche la ciliegina sulla torta di un’Italia pallonara e sognatrice, di Adriano Angelini Su… https://t.co/3biJO7AQoO

Tag ue


L’esecuzione di Djalali potrebbe essere imminente: il ricatto di Teheran nel silenzio dell’Ue e dell’Italia

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Martedì 24 novembre, il ministro degli esteri svedese Ann Linde ha reso noto sul suo profilo Twitter di aver contattato il suo omologo iraniano, Javad Zarif, per chiedere all’Iran di non uccidere Ahmadreza Djalali, ricercatore medico iraniano in possesso anche della cittadinanza svedese, condannato alla pena capitale per spionaggio. Un appello a cui si è associata…

Dietro lo stallo a Bruxelles: il doppiogioco tedesco per affossare il Recovery Fund e il contropiede francese

Musso di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

Il contropiede francese ha un poco scombussolato la squadra tedesca, che si era esposta in avanti: proseguendo secondo il piano, Berlino otterrebbe sì di affondare il Recovery Fund, ma si troverebbe subito di fronte il contropiano francese di creare la mini-Ue. A fermarlo servirebbe una minoranza qualificata: non bastano i voti di Varsavia e Budapest,…

Davvero l’Italia pensa di poter dare lezioni di Stato di diritto a Ungheria e Polonia?

Avatar di Franco Carinci, in Politica, Quotidiano, del

Esiste lo Stato di diritto nel nostro Paese? Perché un modo di evitare questo interrogativo, è proprio offerto dal presumerlo in tutta l’Ue, dando per scontato che vi goda di ottima salute, eccezion fatta per Ungheria e Polonia. Vien da sorridere pensando che fra i più accaniti sostenitori dell’accusa nei confronti di questi due Paesi…

A Bruxelles, la caccia al polacco non conosce più regole: armi legali e illegali per piegare Varsavia (e Budapest)

Musso di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

La crisi oggi in corso sul Recovery Fund è stata innescata da un nuovo “regolamento circa un regime generale di condizionalità per la protezione del bilancio dell’Unione”, approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio, ma punitivo, discrezionale e costruito su una interpretazione dei Trattati infondata. Come abbiamo visto ieri su Atlantico Quotidiano. Oggi vedremo come…

Polacchi e ungheresi hanno ragione: un regolamento illegale per far rispettare lo stato di diritto è kafkiano

Musso di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

L’analisi puntuale del regolamento sulle condizionalità a protezione del bilancio dell’Unione rivela che hanno ragione polacchi ed ungheresi ad opporsi ad un meccanismo punitivo e discrezionale, costruito su una interpretazione dei Trattati infondata, in mano a commissari che coltivano apertamente la propria partigianeria. E Roma ha torto marcio… Il 5 novembre 2020, il Parlamento europeo…

Incriminato per aver “sacrificato” il figlio: l’Africa che cerca di contrastare l’emigrazione clandestina

Avatar di Anna Bono, in Politica, Quotidiano, del

Per la prima volta in un Paese africano un uomo è stato arrestato e incriminato per aver mandato il figlio in Europa affidandolo a un trafficante. È successo in Senegal, uno dei Paesi africani che da anni cercano di scoraggiare l’emigrazione clandestina. Quasi sempre le aspettative che inducono a spendere migliaia di dollari per raggiungere…

Stretta finale su Hong Kong: Pechino vuole che smetta di esistere e può contare sull’ignavia dell’Occidente

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Mentre l’informazione internazionale è impegnata a compilare le liste di chi si congratula o meno con Joe Biden, la notte di Hong Kong si fa sempre più scura e nessuno pare voler disturbare il manovratore. L’ultima stretta mortale sull’ex regione autonoma (ma quante volte si dovrà morire prima di cessare di esistere davvero?) è la…

Il Governo Conte galleggia grazie al mega bazooka di Christine Lagarde, ma il tempo sta per scadere

Avatar di Maurizio Rocco, in Economia, Quotidiano, del

Tra il numero sempre crescente di regioni arancioni/rosse e un lockdown sempre più probabile, il Governo Conte con sprezzante tranquillità si vanta dello spread che continua a diminuire, millantando di aver riportato l’Italia (a differenza dei tempi dei populismi) in linea col progetto europeo e di aver così ristabilito la fiducia sui mercati. Ma è…

Ecco perché la Turchia non può entrare nell’Ue: il sultanato di Erdogan incompatibile con i nostri valori

Avatar di Romana Mercadante di Altamura, in Esteri, Quotidiano, del

Perché la Turchia non può entrare in Europa? Se ne disquisisce da anni e, a seconda della campana politica di risonanza, ogni volta la risposta è la stessa, dichiarata o meno, da tutte le parti politiche: perché non è una nazione veramente democratica. E dopo lo pseudo colpo di stato di Erdogan, lo è ancor meno….

Scaduto e non rinnovato l’embargo Onu sulle armi all’Iran: Cina, Russia e Ue salvano Teheran

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Nonostante le pressioni degli Stati Uniti, è stato lasciato scadere l’embargo Onu sulla vendita di armi alla Repubblica Islamica dell’Iran, terminato il 18 ottobre scorso, come previsto dall’accordo nucleare del 2015. Teoricamente, quindi, da lunedì 19 ottobre il regime iraniano è libero di comprare e vendere armi, da chiunque sia disponibile a fornirgliele. Per questa…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy