• 28/10 @ 19:46, Il tentativo di sdoganare la pedofilia. Intervista a Emanuele Fusi, di Umberto Camillo Iacoviello https://t.co/u4fvcd9iiJ
  • 28/10 @ 19:46, Il premier dei “pieni poteri” al capolinea? La seconda ondata smaschera le balle, il gioco scaricabarile e Dpcm non… https://t.co/c6WDYVLee8
  • 27/10 @ 20:40, In difesa del “superfluo”: perché è pericoloso lasciare che il governo decida cosa è “essenziale” e cosa no, di Mar… https://t.co/bRj6HGZoEJ
  • 27/10 @ 20:40, Il premier dei “pieni poteri” al capolinea? La seconda ondata smaschera le balle, il gioco scaricabarile e Dpcm non… https://t.co/KBeoZp6Hzb
  • 27/10 @ 13:31, Italia crocevia dei traffici di armi e droga del regime iraniano: dal caso Formello ai rapporti ‘ndrangheta-Hezboll… https://t.co/xPBEpR7J9f
  • 26/10 @ 19:56, Una Caporetto sanitaria, economica, giuridica. Ma ora guai a farsi tentare da “governissimi”, di @jimmomo https://t.co/2BTI03W0z9

Tag turchia


Dal cargo Bana, ecco il filo rosso tra Ankara e Hezbollah. E l’Italia presa nel mezzo delle trame islamiste

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Martedì scorso l’Unione europea ha imposto sanzioni contro la Med Wave Shipping, compagnia di navigazione accusata di contrabbando di armi verso la Libia, in favore del GNA islamista, ovvero il governo presieduto da al Serraj e sostenuto dalla Turchia di Erdogan. Nella storia della Med Wave Shipping è coinvolta anche l’Italia. Il 5 febbraio 2020,…

L’alba di un nuovo ordine in Medio Oriente. Trump ha mostrato che un’altra via è possibile, palestinesi senza più alibi

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Per comprendere gli Accordi di Abramo firmati a Washington il 15 settembre 2020 non bisogna partire dalla presidenza Trump, ma da quella di Barack Obama. È stato il presidente Obama a creare l’environment che poi, abilmente Trump ha sfruttato per arrivare all’accordo tra Israele e il mondo arabo sunnita moderato del Golfo. Ma si badi…

Erdogan potrebbe consegnare a Teheran Maryam Shariatmadari. L’attivista iraniana anti-hijab arrestata in Turchia

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Domenica scorsa le autorità turche hanno arrestato Maryam Shariatmadari. Il suo nome non dirà molto a chi non segue le questioni iraniane, ma Maryan è nota in Iran per aver pubblicamente protestato contro il velo obbligatorio, togliendosi l’hijab in strada nel 2018 e venendo ovviamente arrestata con violenza dalle autorità khomeiniste. Maryam, all’epoca studentessa di…

Il pericoloso gioco nel Mediterraneo orientale/3 – L’unica sponda di Erdogan è a Berlino

Musso di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

La Turchia è una potenza revisionista. Rinunciando al preteso ruolo di difensore del diritto internazionale, pure Berlino ha mostrato di essere una potenza revisionista. Assumendo una posizione oggettivamente filo-turca, Berlino ha mostrato di essere una potenza revisionista pure del Trattato Nato e delle clausole di difesa comune del Trattato Ue. Con l’obiettivo di divenire una…

Il pericoloso gioco nel Mediterraneo orientale/1 – Cosa dice il diritto e cosa dice Ankara

Musso di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

La convenzione di Montego Bay regola le acque territoriali, la zona economica esclusiva, la piattaforma continentale. Un governo turco con i piedi per terra, la sottoscriverebbe immantinente e cercherebbe di farla valere per quanto di proprio interesse. Erdogan, che i piedi per terra non ha, non ha sottoscritto la convenzione e non la rispetta, ma…

Le donne che combattono per lo stato di diritto nei regimi islamisti ma ricevono poca attenzione in Occidente

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Ebru Timtik l’Occidente l’ha lasciata morire dopo mesi di detenzione e 238 giorni di sciopero della fame, iniziato per chiedere un processo equo. Timtik era una avvocatessa impegnata nella difesa dei diritti umani e dei prigionieri politici, in particolare alcune vittime delle proteste antigovernative di Gezi Park nel 2013. Per il presidente turco Erdogan, però,…

Dopo Santa Sofia, ecco come Erdogan vuole usare l’islam per minacciare i rivali della sua Turchia

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

“La Grecia ha dimostrato nuovamente la sua ostilità verso l’Islam e la Turchia, con la scusa di reagire all’apertura della Moschea di Santa Sofia alla preghiera”. Sono queste le parole con cui il ministro degli esteri turco, Hami Aksoy, ha commentato le critiche di Atene verso alla decisione di Ankara di permettere la riconversione della…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy