• 27/11 @ 17:38, Le opposizioni ci cascano: stampella al governo Conte, scattata la trappola della “svolta moderata”, di Federico Pu… https://t.co/DcUpVkFaDf
  • 27/11 @ 17:36, Il mistero della nave-traghetto made in Italy diventata una nave da guerra iraniana https://t.co/0MB88RwlfV
  • 26/11 @ 20:29, Medio Oriente più stabile grazie a Trump, che ha ribaltato dogmi decennali e politiche fallimentari, di Simone Zucc… https://t.co/DumlyA1rhj
  • 26/11 @ 20:29, L’esecuzione di Djalali potrebbe essere imminente: il ricatto di Teheran nel silenzio dell’Ue e dell’Italia https://t.co/QNQxJMtO8B
  • 26/11 @ 19:07, La brutale repressione in Bielorussia già dimenticata: di nuovo arrestato Piotr Markielau, di Stefano Magni https://t.co/5y3rBk7Yub
  • 26/11 @ 19:06, Adiós Maradona: Diego fu anche la ciliegina sulla torta di un’Italia pallonara e sognatrice, di Adriano Angelini Su… https://t.co/3biJO7AQoO

Tag russia


Fragile tregua in Nagorno Karabakh: un altro fronte di tensione tra Turchia, Iran e Russia dopo quello siriano

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

La guerra per il Nagorno Karabakh si è per ora conclusa con un cessate il fuoco che, a detta dei maggiori esperti, segna una vittoria per l’Azerbaijan. Baku in questo conflitto si è dimostrata capace di riprendere il ponte Khudaferin, nella Regione di Jabraiyl al confine con l’Iran, e soprattutto la città di Sushi, per…

Scaduto e non rinnovato l’embargo Onu sulle armi all’Iran: Cina, Russia e Ue salvano Teheran

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Nonostante le pressioni degli Stati Uniti, è stato lasciato scadere l’embargo Onu sulla vendita di armi alla Repubblica Islamica dell’Iran, terminato il 18 ottobre scorso, come previsto dall’accordo nucleare del 2015. Teoricamente, quindi, da lunedì 19 ottobre il regime iraniano è libero di comprare e vendere armi, da chiunque sia disponibile a fornirgliele. Per questa…

La memoria confiscata: Dmitriev e Slavina, due storie di ordinaria ingiustizia nella Russia di Putin

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

La manipolazione e la rimozione del passato in funzione degli interessi politici del presente definisce con precisione il regime di Putin e il nuovo nazionalismo russo. Dal Gulag alla Seconda Guerra Mondiale, non c’è ambito storiografico che il governo non si incarichi di adattare alle circostanze e alle convenienze attuali Da tempo volevo scrivere di…

Il paradosso della rivoluzione bielorussa: se l’Ue non si fa viva, il Paese si consegnerà a Putin

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

I bielorussi stanno facendo la storia ma riusciranno a costruire una nuova nazione? Da soli probabilmente no. Sono due gli ostacoli principali che si frappongono al raggiungimento dell’obiettivo: la natura stessa del movimento di opposizione e l’interesse primario di Mosca a non perdere il controllo del Paese. Il grande paradosso del risveglio bielorusso è che,…

Bielorussia, spettro annessione a fuoco lento: patto Putin-Lukashenko minaccia la rinascita di una nazione

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Zoom all’indietro sulla Bielorussia. Lunedì mattina Maria Kolesnikova, l’unica delle tre leaders della protesta rimasta in patria, viene caricata su un minivan da un gruppo di incappucciati in piena luce del giorno. Minsk comincia la settimana come l’aveva finita poche ore prima quando, al termine dell’ennesima manifestazione massiva nei pressi del palazzo presidenziale, squadre di…

Partita doppia su Navalny: in gioco la tenuta del sistema Putin e la leadership europea della Merkel

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

È improbabile che Angela Merkel non avesse calcolato le possibili conseguenze dell’arrivo a Berlino di Alexey Navalny in coma. Eppure il caso dell’avvelenamento del più celebre oppositore di Putin rischia di mettere alla prova la sua leadership ben più di quanto si potesse immaginare. Quando nel pomeriggio di mercoledì il laboratorio militare a cui erano…

In Bielorussia si lotta contro l’ultima propaggine del Moloch sovietico. Un rebus complicato anche per Putin

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Corre l’anno 1990. Le manifestazioni pro-indipendenza riempiono le strade di Minsk mentre i lavoratori delle fabbriche cominciano una serie di scioperi per rivendicare la sovranità bielorussa in un’Unione Sovietica ormai avviata verso la dissoluzione. Il 25 agosto 1991 il Soviet Supremo dell’ancora repubblica socialista cambia il nome del Paese in Repubblica di Bielorussia. L’8 dicembre…

Pacifismo e dialogo non basteranno a difendere i nostri interessi in Libia (né i nostri confini)

Avatar di Michele Marsonet, in Esteri, Quotidiano, del

La crisi libica indica, una volta di più, che essere agnelli in mezzo ai lupi può dare soddisfazioni morali, seguendo le esortazioni di Papa Francesco, ma rischia anche di cancellare le poche briciole di influenza che ci restavano da spendere nel panorama internazionale. L’intervento di Erdogan, le cui forze armate hanno dimostrato un invidiabile grado…

Ecco chi sono gli oligarchi più influenti di Londongrad (a colpi di rubli, non di tweet): e non sono amici di Putin…

Avatar di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

La Camera dei Comuni potrà anche indagare sui 15 mila Twitter account di origine russa che hanno influenzato il voto in Scozia e forse quello per la Brexit. Ma la Londongrad che conta si muove tra Westminster, Belgravia e Mayfair a colpi di rubli e non di tweet Il Rapporto dell’Intelligence and Security Committee della…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy