• 27/07 @ 17:55, Uno spettro si aggira per l’Europa: l’asse russo-tedesco piega Biden, via libera al Nord Stream 2, di Federico Punz… https://t.co/sVfQyyzyPF
  • 27/07 @ 17:54, Estate serena per i “Competenti”, forse, ma non per milioni di italiani, di Matteo Milanesi https://t.co/hj2lf3q1Et
  • 26/07 @ 18:31, Tra anatemi e spersonalizzazione dell’avversario, creato un clima infame: le parole sono azioni, di Andrea Venanzon… https://t.co/jLGMNKH3yO
  • 26/07 @ 18:30, No-vax dove? Una caccia al capro espiatorio per coprire errori e ritardi dello Stato, di Federico Punzi https://t.co/UHj9rBcm1V
  • 21/07 @ 18:27, L’ascesa del “Woke” nel Regno Unito: marxismo culturale in salsa razziale e gender, di Rob Piccoli https://t.co/vpXAXweWYN
  • 21/07 @ 18:26, Con il pretesto dei diritti Lgbt, Bruxelles cerca di appropriarsi di poteri non suoi, di Musso https://t.co/oQICXzZroj

Tag russia


Uno spettro si aggira per l’Europa: l’asse russo-tedesco piega Biden, via libera al Nord Stream 2

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Si era ormai capito da tempo che l’amministrazione Biden avrebbe mollato l’osso Nord Stream 2, almeno dalla rinuncia ad applicare le sanzioni inflitte alla società costruttrice del gasdotto e al suo amministratore delegato, Matthias Warnig, già agente della Stasi e amico personale di Vladimir Putin. E ne era a tal punto consapevole Angela Merkel che…

Lo scopo degli Usa in Vietnam era contrastare il comunismo, non colonizzare il Paese

di Michele Marsonet, in Esteri, Quotidiano, del

Alcuni giorni orsono mi è capitato – con grande sorpresa, lo confesso – di leggere un articolo sul Corriere della Sera scritto da un nostro prestigioso ex diplomatico, ora in pensione. Già ambasciatore d’Italia prima presso la Nato e poi a Mosca, il suddetto diplomatico sostiene nel suo articolo che il vero scopo dell’intervento Usa…

Lo strano summit voluto da Biden: l’appeasement con Putin per concentrarsi su Pechino. Ma a che prezzo?

di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Uno strano vertice quello tra Joe Biden e Vladimir Putin a Ginevra. Strano soprattutto per l’atteggiamento del presidente americano, passato in poche settimane dal considerare il suo interlocutore un “killer” all’invito ufficiale a Ginevra. E strano anche per quell’apparente nulla di fatto, al di là delle dichiarazioni di circostanza nelle conferenze stampa separate, che ha…

Regali di Biden a Mosca e Berlino, ma Merkel resta filo-cinese (e filo-russa)

di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

La questione russa – Il 17 marzo 2021, Biden dava a Putin dell’assassino, con probabile riferimento al capitolo dei “diritti umani”. Per risposta, Mosca conduceva esercitazioni militari al confine ucraino. E faceva dire al vice-ministro degli esteri che “la Russia respingerebbe con forza ciò che considera una inaccettabile interferenza nella propria sfera geografica di influenza”….

L’incognita bielorussa: Mosca reagisce e Bruxelles annaspa: ma Putin c’entra davvero con il dirottamento?

di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

C’è grande fermento sull’asse Mosca-Minsk: il premier Mishustin corre nella capitale bielorussa per una visita di due giorni e oggi Lukashenko torna a sedersi con Putin a Sochi, in un vertice convocato d’urgenza dopo il dirottamento aereo di domenica scorsa. Segno che, contrariamente a quanto insinuato da più parti, la Russia non deve aver digerito…

Disgelo Usa-Russia? Da Biden una mano tesa a Berlino che diventa un regalo immeritato a Putin

di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

La settimana appena trascorsa ci ha lasciato due importanti novità sul fronte dei rapporti russo-statunitensi. Da una parte l’incontro in Islanda tra i rispettivi mandatari degli Esteri, Blinken e Lavrov, conclusosi con una generica ma significativa dichiarazione di intenti verso una “relazione più stabile e prevedibile”; dall’altra, la rinuncia di Washington a rinnovare le sanzioni…

La Russia e il suo cortile/2: l’ossessione Ucraina e l’annessione non dichiarata della Bielorussia

di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

La prima puntata: La Russia e il suo cortile/1: la sindrome dell’accerchiamento e quattro aree di crisi Nel primo decennio seguito al crollo dell’Unione Sovietica la Russia ha attraversato una fase di disengagement, soprattutto per i problemi interni legati alla transizione post-comunista. A poco a poco è tornata sullo scenario internazionale, prima con cautela, cercando…

L’amore per Putin una malattia infantile che un centrodestra di governo deve superare

di Stefano Magni, in Esteri, Quotidiano, del

La crisi al confine con l’Ucraina è seria? Ma soprattutto, l’Italia come la potrà affrontare nei prossimi giorni e settimane, soprattutto se si dovesse verificare un’improvvisa escalation? Alla prima domanda è facile rispondere: al confine con l’Ucraina, l’esercito russo sta ammassando una quantità di uomini e armi mai vista dal 2014, da quando, cioè, la…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy