• 16/10 @ 06:39, La professione antifascista della sinistra: una copertura per non fare i conti con la propria storia, di Franco Car… https://t.co/aMZlFtKxFD
  • 16/10 @ 06:38, La neolingua per giustificare il Green Pass: un ricatto diventa libertà, i ricattati diventano ricattatori, di Stef… https://t.co/ZFYoRc52iU
  • 10/10 @ 09:15, “Per una nuova destra”: la ricetta di Capezzone per riempire un vuoto nell’offerta politica, di Matteo Milanesi https://t.co/Cn7GbJGvF8
  • 10/10 @ 09:14, Pechino aumenta la pressione su Taiwan: il vero banco di prova della presidenza Biden, di Michele Marsonet https://t.co/5WOnTKSODq
  • 26/09 @ 18:07, Dopo il Covid un’altra minaccia dalla Cina: la bolla immobiliare spaventa i mercati e il Partito comunista, di Mich… https://t.co/uZuWueZRxM
  • 26/09 @ 18:06, Draghi si presenta agli industriali con la sua vecchia ricetta: svalutazione interna, di Musso https://t.co/s2vPwWJqsy

Tag francia


Aukus suona la sveglia per l’Europa: o con gli Usa o con la Cina, non c’è più spazio per ambiguità

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Da qualche tempo il presidente francese Macron non fa che prendere ceffoni, reali e metaforici. L’Eliseo ha reagito con una vera e propria crisi di nervi all’annuncio della partnership Aukus (Australia-Regno Unito-Stati Uniti), che per Parigi significa non solo la perdita del contratto da 56 miliardi per la fornitura dei suoi sottomarini a Canberra, ma…

Aukus, il nuovo patto anti-Cina: deterrente nucleare all’Australia e velleitarismo Ue smascherato

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

L’annuncio della costituzione dell’Aukus – un’alleanza tra Usa, Regno Unito e Australia finalizzata a dotare di deterrente sottomarino nucleare quest’ultima – ha fatto imbufalire i francesi, preoccupare i cinesi e rivelato il velleitarismo in politica estera e di difesa comune dell’Unione europea. Nella conferenza stampa virtuale presieduta dai capi di governo britannico e australiano e…

In Africa come in Afghanistan: missioni fallite, i jihadisti festeggiano con nuovi attacchi

di Anna Bono, in Esteri, Quotidiano, del

I jihadisti africani hanno celebrato la vittoria dei Talebani in Afghanistan con compiaciuti proclami di vittoria, ma soprattutto moltiplicando gli attentati e gli attacchi. Dal 16 agosto hanno compiuto cinque attentati e 11 attacchi in nove Paesi, oltre a diverse operazioni minori. Il 18 agosto un convoglio militare, composto da soldati regolari e da combattenti…

L’esercito europeo resta un’allucinazione e Draghi resta l'”americano”

di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

Torniamo sul tema del mitico esercito europeo. Stefano Magni, su Atlantico, ha ricordato come si tratti di un tema tradizionale, che serve a separare l’Europa dagli alleati anglo-sassoni e si ripresenta ad ogni crisi internazionale. Infatti, sfogliando i quotidiani italiani dopo la caduta di Kabul, lo abbiamo ritrovato in bocca a tutti quei commentatori che…

Perché tutto ciò che sappiamo porta alla Troika. A meno che Draghi…

di Musso, in Economia, Quotidiano, del

Il futuro è ignoto, ma alcune cose le sappiamo: le regole del Patto di Stabilità torneranno nel 2023; arriva l’inflazione e – con essa – cesseranno gli acquisti Bce. Si svolgeranno elezioni tedesche (la bolla Verde sta esplodendo, il prossimo cancelliere sarà CDU) e francesi (Macron molto debole). Il Btp potrebbe entrare in crisi e…

Elogio dello schiaffo a Macron: gesto dissacrante verso il ‘sovrano’, emblematico dell’esasperazione popolare

di Davide Rossi, in Politica, Quotidiano, del

Uno schiaffo in faccia al potere. Ecco, sfrondato di tutte le ipocrisie del politicamente corretto e del buonismo a senso unico, come possiamo definire quello che è accaduto l’altro ieri a Macron. Il presidente francese si trovava in visita nel dipartimento della Drome, nel sud-est del Paese, nell’ambito del suo cosiddetto “Tour dei territori” in…

Le radici della questione palestinese: verità storica contro propaganda islamista (prima parte)

di Gabriele Amore, in Esteri, Quotidiano, del

Quando si parla del conflitto israelo-palestinese non si può ignorare il contesto storico all’origine di tutto: l’esito della Prima Guerra Mondiale. Nel 1918 ormai in ritirata su tutti i fronti e con l’esercito ridotto a un sesto della forza originaria, all’Impero ottomano non restò altro che trattare la propria resa: il 30 ottobre i suoi…

“L’integrazione alla francese non funziona, necessaria l’assimilazione repubblicana”. Intervista esclusiva a Lydia Guirous

di Marco Cesario, in Politica, Quotidiano, del

Minacciata di morte sui social per le sue posizioni contro l’Islam radicale e la difesa dei valori repubblicani, Lydia Guirous, scrittrice e saggista franco-algerina, nel suo ultimo libro, “Assimilation. En finir avec ce tabou français” (Éditions de l’Observatoire) ritiene che le istituzioni repubblicane francesi debbano essere più ferme nei confronti del comunitarismo e dell’Islam politico….

Contrordine compagni! Draghi e Macron ci ripensano: “Pronti a ripartire” con AstraZeneca. Ma la frittata è fatta

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

I “Competenti” come dilettanti allo sbaraglio È andata proprio come vi avevamo raccontato ieri: una decisione politica e una decisione a cui i governi di Francia e Italia si sono visti costretti dopo aver appreso dell’intenzione di Berlino di sospendere AstraZeneca senza aspettare le conclusioni dell’Ema sui casi sospetti: non si sarebbero potuti permettere politicamente…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy