Con il pretesto dei diritti Lgbt, Bruxelles cerca di appropriarsi di poteri non suoi

La grande guerra di Bruxelles contro Polonia e Ungheria prosegue. Come negli episodi precedenti (Regolamento sullo Stato di Diritto, CSM polacco, ricorso alla CGUE), la Ue cerca di affermare una interpretazione dei Trattati non letterale ma estensiva, usando i due Paesi come proprio laboratorio. L’occasione più recente è una legge ungherese che riguarda l’educazione dei … Leggi tutto Con il pretesto dei diritti Lgbt, Bruxelles cerca di appropriarsi di poteri non suoi