• 13/04 @ 18:43, L’antirazzismo di oggi ripudia i valori (americani e cristiani) di Martin Luther King, di Fabrizio Borasi https://t.co/VfBW7ygePg
  • 13/04 @ 18:42, Perché non siamo guariti: nel libro del ministro Speranza la pandemia come opportunità per un’agenda politico-ideol… https://t.co/bZw0qpzJKM
  • 12/04 @ 16:50, Fu vera competenza? Il ruolo di Draghi nelle privatizzazioni sotto la lente della Corte dei conti, di Davide Rossi https://t.co/fWISCWK8Nf
  • 12/04 @ 16:49, Da cittadini a sudditi: l’incubo di una società sussidiata e divisa tra iper-garantiti e dimenticati, di Andrea Ven… https://t.co/gRdtMfTFz6
  • 09/04 @ 18:37, Bruciato AstraZeneca, ma la colpa è dei giovani che saltano la fila. Draghi scaricabarile, come Conte, di Federico… https://t.co/r6A9M5i6cy
  • 08/04 @ 19:40, Margaret Thatcher: la Lady di ferro che mise in pratica le ricette liberali nell’interesse dell’individuo e della n… https://t.co/IefK6Xl1Ni

Articoli

Rob Piccoli
di Rob Piccoli


Europeo per nascita, Americano per filosofia www.srpiccoli.eu

The Naked Cowboy and the President

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in O, America!, Rubriche, del

Che l’America sia, oltre a tutto il resto, la patria delle moderne libertà, è cosa assodata e certa, tanto che nessuno mette in dubbio che, se c’è una nazione al mondo in cui la stravaganza, in tutte le sue articolazioni, è non solo accettata di buon grado, ma anche rispettata e ammirata, per dire, quasi…

Immondizia, malattie, clandestini, sbandati: Los Angeles e le “sanctuary cities” al collasso, nel silenzio dei liberal

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in O, America!, Rubriche, del

Più di un anno fa, quando ne parlai per la prima volta, qui su Atlantico, dovetti premettere che non stavo citando da The Onion, il più famoso news site satirico d’America. Oggi, quando negli Stati Uniti si parla del degrado delle sanctuary cities (traduzione: città rifugio per disperati e sbandati di ogni sorta), non è più necessario precisare: le notizie corrono e…

The Spring of Our Discontent: the Case for Scruton

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

Last November his fiercest opponents tried and failed to remove him from his role as the chairman of the UK Government’s Building Better Building Beautiful Commission. But they succeeded last Thursday under false pretenses. What happened is well known and can be summarized as follow. Sir Roger gave an interview to the New Statesman. George Eaton,…

AOC, se non esistesse i Repubblicani dovrebbero inventarla. La lettera di un innamorato speciale alla nuova star Dem

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in O, America!, Rubriche, del

“Carissima Alexandria, Ti amo. Ti amo platonicamente, incondizionatamente e senza riserve. La mia adorazione per te non conosce limiti. Alexandria, tu sei la cosa migliore che ci sia accaduta da quando i politici californiani che hanno quattro volte i tuoi anni hanno scoperto il Botox.” Questo è l’incipit della lettera aperta ad Alexandria Ocasio Cortez,…

“The Case for Trump”: un presidente di cui l’America ha bisogno ma che non sarà mai compreso e apprezzato

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in O, America!, Rubriche, del

Tra i tanti libri pro-Donald Trump che sono stati pubblicati—e che per lo più non sono di eccelso valore, vuoi perché eccessivamente apologetici, vuoi per via dello scarso spessore letterario e politologico degli autori—ne spicca uno che sta per uscire (per i tipi di Basic Books), il cui autore è il meno sospettabile di piaggeria…

Dopo 14 secoli, lo scontro di civiltà tra Islam e Occidente è destinato a continuare: la premonizione di Hilaire Belloc

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in O, America!, Rubriche, del

Al culmine dell’egemonia occidentale sull’islam, all’inizio del XX secolo, uno storico franco-britannico, Hilaire Belloc, fece un’osservazione che, al tempo, poté sembrare esagerata, ma che oggi appare come una straordinaria premonizione: “Milioni di persone appartenenti alla ‘civiltà bianca’—cioè quella europea e americana—hanno dimenticato tutto dell’islam. Non sono mai venuti in contatto con esso. Danno per scontato…

Quando il fact-checking è esso stesso fake-news: chi controlla i “controllori”?

Rob Piccoli di Rob Piccoli, in Media, O, America!, Quotidiano, Rubriche, del

I media americani hanno abbandonato il loro compito primario, che è quello di dare le notizie. Sono passati i tempi in cui si offrivano al lettore le famose 5 W: Who? (Chi?), What? (Che cosa?), When? (Quando?), Where? (Dove?), Why? (Perché?). Oggi bisogna dire alla gente cosa deve pensare, e questo dopo aver accuratamente filtrato…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy