• 20/07 @ 19:09, La solita doppia morale e presunta superiorità antropologica della sinistra, di Max Del Papa https://t.co/kTptom1FaZ
  • 20/07 @ 19:08, La lenta agonia del Venezuela, mentre il mondo resta a guardare, di Francesco Generoso https://t.co/vSEdE5dbBo
  • 20/07 @ 07:03, Le mosse di The Donald: proviamo a fare il punto oltre le curve di ultras, di #RobertoPenna https://t.co/uj9dqhqFhF
  • 20/07 @ 06:19, Day by Day: turismo per risollevare l’economia dei territori colpiti dal terremoto, di #GianfrancoFerroni https://t.co/8BlvxvbCXU
  • 19/07 @ 11:52, Diritto d’asilo e protezione internazionale: numeri, storie e illusioni dei “sedicenti rifugiati”, di #AnnaBono https://t.co/tEsk0A1CIz
  • 19/07 @ 11:22, Quel confronto tra Di Maio e Boccia: lo stato qua, lo stato là, lo stato deve, lo stato può... E la libertà? La lib… https://t.co/JUUtP4VZs7

Tag social media


Diamoci del tu! Ma anche no. Nel rimprovero di Macron c’è molto più che il rispetto per le istituzioni

di Dario Mazzocchi, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

In queste settimane Emmanuel Macron non gode di particolare approvazione in Italia: è andato alla guerra con il leader più popolare del momento, Matteo Salvini, sulla spinosa questione dell’immigrazione e le polemiche hanno riacceso uno spirito campanilistico mai sopito – chissà cosa sarebbe saltato fuori da una sfida al Mondiale al quale gli Azzurri non…

Fuori dalle tifoserie politiche, lontano dagli hooligans: il diritto a non essere militarizzati, a non avere pregiudizi, a “spacchettare” le questioni

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Media, Politica, Quotidiano, Rubriche, del

Un politologo acuto come Luigi Di Gregorio lo spiega da tempo: per la piccola Italia, quella del 4 marzo è stata la prima campagna elettorale nazionale anche “social”, anche giocata nella tempesta emotiva perpetua (ventiquattr’ore su ventiquattro, senza interruzioni) che i social media determinano, e con una rissa costante non solo tra i leader politici…

Regressione del dibattito pubblico: così difficile accettare che altri la pensino diversamente e siano in buona fede?

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Una ragione di più, per chi è liberale-pro mercato-occidentale, per spiegarsi e spiegare. Make the moral case… Stiamo assistendo, nel nostro Occidente, a un’incredibile regressione del dibattito pubblico. Da un lato, istantaneità e superficialità: nessun approfondimento, tutto si risolve nella manciata di secondi necessari per mettere un “like” o un “vaffa”. Dall’altro lato, però, in…

Zuckerberg al Congresso Usa: il rischio che Facebook diventi l’incubo del controllo che si vorrebbe evitare

di Federico Punzi, in Media, Politica, Quotidiano, del

Gli scambi tra il fondatore e ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, e un paio di senatori della Commissione commercio del Senato americano, martedì, nel primo giorno di audizioni sul caso Cambridge Analytica, sono rivelatori del pantano in cui ci stiamo immergendo con questa storia dell’uso dei dati e delle interferenze nelle campagne elettorali tramite i…

Frizzi, la morte, noi. Tra negazione e impreparazione davanti all’ultima porta, nevrosi ipermediatizzata del lutto 2.0, e successiva rimozione

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Nella Grande Distrazione che ci avvolge, un po’ tutti sembriamo aver perso la bussola. Credenti che ignorano il senso della Pasqua (e più che mai, quello del Venerdì Santo), laici smarriti che confondono l’estraneità (ottima) alla dimensione dogmatico-confessionale con la lontananza (pessima) da un necessario percorso di ricerca di senso, di umanesimo agnostico, di crescita…

Caso Facebook: altro che punizioni e crociate, cercare soluzioni di mercato

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Una buona idea da Zingales e Rolnik. Come spesso capita, è Allister Heath, il direttore del Sunday Telegraph, autentico punto di riferimento per chi creda nella libertà economica e nel mercato, a offrire una soluzione coerente e praticabile alla “crisi” aperta dal “caso” Cambridge Analytica. Ho messo le virgolette alle parole “crisi” e “caso” per…

Dal Russiagate al Datagate: nel mirino non solo Trump, anche Facebook. Establishment e old media al contrattacco

di Federico Punzi, in Media, Politica, Quotidiano, del

Siccome il Russiagate – la campagna dei mainstream media Usa e l’indagine del procuratore speciale Mueller sui presunti legami tra la campagna Trump e il Cremlino per condizionare le presidenziali del 2016 – langue, non ha prodotto finora lo straccio di una prova, e anzi sta emergendo un FBIgate, da qualche giorno è emerso un…

Web tax: no alla deriva tassatoria e neoluddista. Perché non sono d’accordo con Calenda e Mucchetti

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Due personalità come Carlo Calenda e Massimo Mucchetti hanno con enfasi rilanciato la campagna per l’introduzione della web tax. Lascio da parte i passaggi che mi sono parsi francamente imbarazzanti: quando i due autori spiegano che lo stato tasserebbe le imprese digitali per il bene dei cittadini. Visto che i singoli cittadini non possono direttamente…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy