• 17/11 @ 09:19, Day by Day: gli Uffizi in trasferta negli Usa e il Vinòforum Class a Roma, di @Ferronix https://t.co/A5ez4KS2oY
  • 17/11 @ 07:04, Libia, il punto dopo la conferenza di Palermo: successo o fallimento? di Emilio Minniti https://t.co/9AL48bcxxR
  • 15/11 @ 17:44, Perché i migranti scappano dai Centri? Hawala è la parola “magica” che spiega (quasi) tutto, di Giuseppe Morabito https://t.co/hmngG9S26p
  • 15/11 @ 17:42, Il giornalismo ai tempi del governo a cinque stelle: tra francesismi e cadute di stile, di Max Del Papa https://t.co/tZ6VWljIEB
  • 15/11 @ 08:05, Il nazareno bis: un argine di cartone al populismo, di @martinoloiacono https://t.co/RHH6PfV3fr
  • 14/11 @ 16:59, Day by Day: ebraismo e Israele nel cinema e un altro importante traguardo per Palermo, di @Ferronix https://t.co/j1wzrQDgIW

Tag social media


Stampa, media e democrazia: fuori i sepolcri imbiancati dal campo di battaglia

di Marco Gervasoni, in Media, Politica, Quotidiano, del

Questa volta Dibba ha proprio esagerato. Non può chiamare i giornalisti, “puttane”. È offensivo. Le prostitute, infatti, una loro onorabilità ce l’hanno. Si scherza. Non sono giornalista ma scrivo sui quotidiani, e quasi sempre in termini critici verso i grillini. Per di più, professore universitario, appartengo a una categoria in genere poco amata dai 5…

The Donald e la guerra contro i fake news media

di Martino Loiacono, in Esteri, Media, Quotidiano, del

La blue wave che avrebbe dovuto sommergere Trump si è rivelata una semplice increspatura gonfiata a dismisura dai mainstream media. Fosse la prima volta che un partito non gradito all’establishment viene sminuito a vantaggio di un altro, ci sarebbe da stupirsi. Ma con il presidente degli Stati Uniti questa tendenza è diventata una triste abitudine. Come è possibile? Si tratta…

Remembrance Day: salvare i Red Poppies dallo “storicamente corretto”

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Politica, Quotidiano, del

Avrà un tono diverso dal solito l’appuntamento annuale che cade all’undicesima ora dell’undicesimo giorno nell’undicesimo mese, nel Regno Unito e nei territori del Commonwealth: è conosciuto come il Remembrance Day, istituito nel 1919 e contraddistinto dai poppies, i papaveri rossi che compaiono nelle spille sui baveri delle giacche o nelle corone deposte ai piedi dei…

Se la politica si vergogna dei nostri militari: Palazzo Chigi blocca il video che celebra il 4 novembre

di Simone Zuccarelli, in Politica, Quotidiano, del

Soldato: “Chi presta servizio armato in un esercito”. Esercito: “Insieme di uomini istruiti ed equipaggiati per la guerra”. Questo, quanto meno, secondo il Sabatini Coletti. La definizione da dizionario, però, sta troppo stretta a Palazzo Chigi che evidentemente preferisce qualcosa di più soft. Soldato: “Chi presta servizio in una organizzazione dedita all’assistenza dei bisognosi”. E…

Jack Sensolini e Luca Mazza, un romanzo distopico, e una lingua magicamente “visual”, costruttrice di immagini

di Daniele Capezzone, in Libri, Recensioni, del

Se avete voglia di un viaggio (linguistico, non solo narrativo) in un territorio sorprendente, spiazzante, del tutto inatteso, “Riviera Napalm” (aggiungono gli autori: “dove di liscio c’è solo il tuo teschio”) è quello che fa per voi. Jack Sensolini e Luca Mazza vi portano in uno spazio intelligente, creativo, blasfemo ma innocente, disperato ma divertito…

I “segreti” del successo di Salvini: la centralità mediatica e gli errori dei suoi avversari

di Martino Loiacono, in Media, Politica, Quotidiano, del

Tanti analisti continuano a interrogarsi sul successo di Salvini. In effetti, dopo quasi quattro mesi dal giuramento del governo Conte, il ministro degli interni la sta facendo da padrone. La sua figura ha catalizzato l’attenzione di tutta la politica nazionale ed europea. Capire le ragioni della sua egemonia non è semplice. Oltre a motivazioni prettamente…

All’ultimo tweet: le elezioni del 18 aprile 1948 in Italia – seconda parte

di Daniele Meloni, in Politica, Quotidiano, del

Cosa sarebbe successo se la campagna elettorale permanente, l’uso ossessivo di tweet e facebook fosse stato presente alle elezioni che più hanno determinato la storia del nostro Paese? Qui la prima parte Mancano ormai due settimane al voto e Alcide “Alcy” De Gasperi non ha dubbi: forte dell’appoggio della Cia, dell’OSS, del Vaticano e di…

Processo ai social media… ma solo se la sinistra perde le elezioni

di Martino Loiacono, in Media, Politica, Quotidiano, del

Internet e i social media dopo il 4 marzo sembrano essere diventati il male. Dopo la disfatta del Pd, molti commentatori hanno descritto Facebook, Twitter e anche Instagram come luoghi di indottrinamento in cui molti cervelli vanno all’ammasso. La Rete è stata aspramente criticata perché ritenuta promotrice di contenuti esclusivamente deleteri come fake news, teorie…

Né russofili né putinisti (anzi), ma incolpare Mosca per tutto fa ridere. Cinque punti da ricordare (e una proposta)

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Secondo Il Corriere della Sera, da giorni, siamo letteralmente davanti a un’emergenza, a un pericolo assai grave per la sicurezza nazionale. Roba grossa (se vera): mani russe contro il Quirinale. Titolone di domenica sulla prima pagina del Corriere: “Così hanno attaccato il Colle”. Sommario: “Indaga l’Antiterrorismo”. Occhiello: “Usati anche i server dall’Estonia”. Per La Stampa,…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy