• 17/11 @ 09:19, Day by Day: gli Uffizi in trasferta negli Usa e il Vinòforum Class a Roma, di @Ferronix https://t.co/A5ez4KS2oY
  • 17/11 @ 07:04, Libia, il punto dopo la conferenza di Palermo: successo o fallimento? di Emilio Minniti https://t.co/9AL48bcxxR
  • 15/11 @ 17:44, Perché i migranti scappano dai Centri? Hawala è la parola “magica” che spiega (quasi) tutto, di Giuseppe Morabito https://t.co/hmngG9S26p
  • 15/11 @ 17:42, Il giornalismo ai tempi del governo a cinque stelle: tra francesismi e cadute di stile, di Max Del Papa https://t.co/tZ6VWljIEB
  • 15/11 @ 08:05, Il nazareno bis: un argine di cartone al populismo, di @martinoloiacono https://t.co/RHH6PfV3fr
  • 14/11 @ 16:59, Day by Day: ebraismo e Israele nel cinema e un altro importante traguardo per Palermo, di @Ferronix https://t.co/j1wzrQDgIW

Tag regno unito


Euroscetticismo: quello vero, basato sui principi, e l’ammuina per non pagare il conto

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Uno dei maggiori equivoci della narrazione di questi ultimi anni è che la politica italiana sia ormai in maggioranza favorevole, se non per lo meno possibilista, alla prospettiva di un’uscita del nostro Paese dall’Euro, se non addirittura dall’Unione europea. Secondo la vulgata, la coalizione tra Movimento 5 Stelle e Lega rappresenterebbe il primo governo italiano…

Remembrance Day: salvare i Red Poppies dallo “storicamente corretto”

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Politica, Quotidiano, del

Avrà un tono diverso dal solito l’appuntamento annuale che cade all’undicesima ora dell’undicesimo giorno nell’undicesimo mese, nel Regno Unito e nei territori del Commonwealth: è conosciuto come il Remembrance Day, istituito nel 1919 e contraddistinto dai poppies, i papaveri rossi che compaiono nelle spille sui baveri delle giacche o nelle corone deposte ai piedi dei…

Legge elettorale, i tedeschi prendano esempio dagli inglesi

di Daniele Meloni, in Politica, Quotidiano, del

Chissà se ora, cornuti e mazziati, Cristiano-democratici e Socialdemocratici tedeschi penseranno che, forse, il proporzionale non è così meraviglioso come hanno sempre immaginato. Già, perché tra le varie analisi che hanno destrutturato il voto in Baviera, nessuno si è lanciato oltre all’anatema contro l’ascesa della destra euroscettica, l’arretramento dei partiti di governo, e una nuova…

Lo tsunami bavarese apre una settimana ad alta tensione per l’Ue, alle prese con Brexit e manovra italiana

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Siamo ancora in attesa dei dati definitivi, ma ormai lo tsunami elettorale in Baviera è cosa certa e non resta che valutarne i contraccolpi, sia a livello nazionale che europeo. Ad essere travolto, infatti, dalle ondate dei Verdi da sinistra, e di Afd e FW (Freie Wähler) da destra, potrebbe non essere solo il cosiddetto…

Dalla Russia alla Cina, il gioco delle spie torna alla ribalta. Il nodo 5G

di Francesco Generoso, in Esteri, Quotidiano, del

Negli ultimi tempi abbiamo assistito a un ritorno mediatico non indifferente verso il mondo dello spionaggio, quasi fossimo ritornati ai tempi della Guerra Fredda o catapultati in opere cinematografiche come la serie “007” e “Spy Game”, con Robert Redford e Brad Pitt. Ma diversamente dal periodo che deve il suo nome al giornalista americano Walter…

L’esito di Brexit passa anche dal porto di Rotterdam

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Ha ricordato il legame personale con quella terra, dove ha anche studiato da adolescente, in Galles; ha reso tributo alla cultura, alla tradizione politica liberale e al sense of humor che lo allieta in ogni occasione, ma pure espresso preoccupazione per gli effetti che Brexit potrebbe avere sui rapporti commerciali e ha dichiarato di sostenere…

Se ai tempi dell’Ue la geografia è diventata un’opinione, Team Europe rimette in ordine i confini

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Ma i britannici saranno ancora europei? Conviene cominciare a porsela la domanda, visto che prima o poi Brexit si concretizzerà in un modo o nell’altro e la bandiera dell’Unione europea perderà una stella per strada. Geograficamente sì, ma la geografia oggigiorno è un’opinione, specialmente se il pensiero consolidato nel Vecchio continente da iniziative, campagne politiche,…

Un nuovo partito filo-europeo nel Regno Unito? You’ve got to be kidding

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Le divisioni dei Tories sulla Brexit – e i problemi interni al partito laburista – stanno facendo cullare quanto di più improbabile la politica britannica possa mettere sul piatto del marketing elettorale: un partito filo-europeo a vocazione maggioritaria nella terra che si appresta a dire goodbye all’Unione europea. L’idea è in pista da un po’…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy