• 20/07 @ 12:01, L’offensiva di primavera contro Salvini prosegue anche d’estate ma va a sbattere contro i fatti, di Franco Carinci https://t.co/3vFXGWvYk9
  • 20/07 @ 12:00, Kevin Spacey divorato dal suo stesso sistema di odio liberal, di Ludovico Seppilli https://t.co/rI046F70FD
  • 20/07 @ 07:42, Lettera aperta sul digitale al presidente Ursula Von der Leyen, di Francesco Vatalaro https://t.co/TyyzGlsZsX
  • 20/07 @ 05:03, Ombre cinesi, non russe: non è che ci preoccupiamo troppo dell’influenza di Mosca e troppo poco dello shopping di P… https://t.co/gyPKiZ8Sq3
  • 19/07 @ 06:49, Venti di crisi: la cosiddetta “Moscopoli” e la manovra a tenaglia Pd-M5S mettono Salvini sotto pressione, di… https://t.co/4AT68E88Pe
  • 18/07 @ 20:21, “Celebrate the excellence”: un premio per le aziende italiane, di @Ferronix https://t.co/39fH8DBcN2

Tag regno unito


Una nuova Special Relationship all’orizzonte tra le due sponde dell’Atlantico: quella tra Johnson e Trump

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Durante l’ultimo dibattito televisivo con il rivale Jeremy Hunt ospitato da ITV, Boris Johnson ha voluto rimarcare che sarebbe presuntuoso da parte sua pensare di essere già il nuovo primo ministro britannico. La conta dei voti tra gli iscritti al Partito conservatore è in corso, alcuni tra gli esponenti più importanti hanno pubblicato sui propri…

I candidati Tories si presentano: non solo Brexit nell’agenda del prossimo inquilino di Downing Street

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

La prima voce in agenda è inevitabilmente Brexit, ma c’è dell’altro nei programmi che i candidati conservatori stanno presentando alla stampa e agli elettori in queste ore che hanno scandito il via ufficiale alla corsa per prendere il posto di Theresa May come leader del partito e primo ministro britannico. La lista degli aspiranti è…

Judicialisation of Politics: se la giustizia politica attraversa la Manica

Avatar di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Il caso Boris Johnson un pericoloso precedente. Hai detto una panzana e hai vinto? Le tue balle sono state digerite meglio delle mie? Bene, ti denuncio. Gli inglesi la chiamano judicialisation of politics, variante d’Oltremanica della nostrana “politicizzazione della giustizia”, ma il concetto è sempre quello: può la lotta politica essere condotta principalmente da tribunali…

Macron vuole il suo esercito europeo, tagliando in due la Nato. Ma per ora è un generale senza truppe

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

In attesa di scoprire quale sarà lo scenario che scaturirà dalle elezioni europee di questa settimana, Emmanuel Macron muove le sue pedine nel risiko militare. Il presidente francese ha infatti dichiarato che le aziende degli stati membri della Nato, ma esterni all’Unione europea, non dovrebbero più presentare le loro proposte per contratti con le nazioni…

L’altra faccia del lunedì – Perché la “rivoluzione conservatrice” di Maggie ci interpella ancora

Avatar di Marco Gervasoni, in L'altra faccia del lunedì, Rubriche, del

Quarant’anni e non sentirli. Sono quelli passati dal maggio in cui Margaret Thatcher vinse le sue prime elezioni, con un vantaggio non amplissimo, ma con una campagna dai contenuti rivoluzionari e con un dato interessante, che pochi allora colsero: lo spostamento di una discreta quota di voti operai sui Conservatori – anche se esisteva già…

La nuova ascesa di Nigel Farage e i segreti del successo della sua ultima creatura: il “Brexit Party”

Avatar di Graziano Davoli, in Esteri, Quotidiano, del

I sondaggi, che ricordiamolo non sono oracoli, sembrano dare un quadro preciso sulle intenzioni di voto dei cittadini britannici in occasione delle prossime elezioni europee. Il Brexit Party, la nuova creatura di Nigel Farage, risulta essere il primo partito con un range di consensi tra il 27 ed il 28 per cento anche se, secondo…

40 anni fa il trionfo di Margaret Thatcher

Avatar di Daniele Meloni, in Politica, Quotidiano, del

Cade in questi giorni il 40esimo anniversario della prima vittoria elettorale di Margaret Thatcher, il momento che diede il via alla sua Rivoluzione Conservatrice. Dopo l’Inverno dello Scontento il popolo britannico si recò alle urne con l’intento di cambiare le cose: la Gran Bretagna era infatti the Sick Man of Europe, il Grande Malato d’Europa,…

Nella guerra tecnologica tra Cina e Occidente rotola la testa di Williamson: le grane di Londra e le preoccupazioni di Washington

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Tutto è cominciato la settimana scorsa quando il Daily Telegraph è uscito nelle edicole con la soffiata giunta dall’interno del governo britannico: il primo ministro Theresa May vuole affidare ai cinesi di Huawei un ruolo importante, seppure in ambiti “non cruciali” – così si assicura – nella costruzione della rete 5G nel Regno Unito. Una…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy