• 26/05 @ 16:47, Richard Pipes e Bernard Lewis: il vero volto dei nemici dell’Occidente, Urss e Islam radicale, attraverso i loro oc… https://t.co/1qB18A87tP
  • 26/05 @ 16:46, Su Savona in conflitto due principi, entrambi sanciti dalla Costituzione https://t.co/nAbjrwO5Rp
  • 26/05 @ 16:46, Pareto e le sue lettere a “Liberty”, un altro gioiello di Liberilibri curato da Alberto Mingardi, di @Capezzone https://t.co/0QJlNdpPTw
  • 25/05 @ 17:17, Corea del Nord: Trump chiama il bluff di Kim, ma la partita è solo all’inizio. La sempre puntuale analisi sugli est… https://t.co/4RtcJ46xOd
  • 25/05 @ 17:15, Ecco perché il nome di Paolo Savona spaventa gli europeisti di professione https://t.co/G8r98Bb4tX
  • 25/05 @ 17:14, Per una libera competizione tra le nazioni. Riportiamo un eccellente @Capezzone , dall'illustre periodico "The Cons… https://t.co/KpMUKbE6xp

Tag regno unito


Il Matrimonio Reale in Uk. Attenzione, superate i pregiudizi

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Ci sono monarchie che sanno creare unità e appartenenza molto più delle repubbliche dei partiti, delle istituzioni monopolizzate da uomini di fazione Da giovane, in modo automatico e quasi inintenzionale, tendevo a immaginare le monarchie (tutte le monarchie) come fenomeni fuori dalla storia, impensabili, retaggi del passato. Ma come: un sovrano per diritto familiare e…

Il caro prezzo della Brexit, per l’Ue: il nuovo budget approfondisce le crepe in una famiglia già litigiosa

di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Le questioni legate ai soldi possono provocare malumori anche nelle migliori famiglie, figurarsi in quelle più litigiose. Il budget dell’Unione europea previsto per il settennato 2021-2027 e le relative polemiche che ha scatenato sembrano entrare di diritto nella seconda casistica. Il presidente della Commissione Jean-Claude Junker lo scorso mercoledì aveva appena terminato di presentare il…

Salutismo estremo (tra tasse e divieti) nuova frontiera del politicamente corretto

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Non si può mai stare tranquilli, nemmeno in Inghilterra. Dopo gli Stati Uniti, infatti, anche nel Regno Unito la nuova frontiera del politicamente corretto avanza pericolosamente, spostandosi nei territori del salutismo, dell’alimentazione, dell’imposizione statale di stili di vita “corretti” a suon di tasse e divieti. La prima avvisaglia c’era stata qualche settimana fa, dopo mesi…

Old Tories: i Conservatori lottano per sopravvivere, i giovani guardano a Corbyn

di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Il Partito conservatore guarda avanti con un’espressione corrucciata: sono tante le questioni che popolano i suoi pensieri, prima fra tutte Brexit, ma anche quelle legate alla leadership di Theresa May, alla politica interna, all’economia e, inevitabilmente, alla tornata elettorale del prossimo mese, quando saranno in gioco 150 consigli locali tra cui quelli di Londra. Il…

Un nuovo patto nazionale, federale, a partire da Lombardia e Veneto

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Il nostro continente, nell’ultimo periodo, ha assistito ad alcuni passaggi che hanno messo in discussione i canoni della politica mainstream; tra questi hanno assunto particolare valenza la Brexit e la Dichiarazione Unilaterale di Indipendenza della Catalogna. La sensazione è che non siano solo il centralismo europeo o quello spagnolo ad apparire in crisi, ma che…

Le geometrie variabili e il dinamismo di Macron, e invece l’immobilismo provinciale dell’Italia

di Daniele Capezzone, in Esteri, Giuditta's Files, Quotidiano, Rubriche, del

Chi ha la pazienza di seguirci sa che Atlantico non è mai stato nella pattuglia dei “macronisti italici” (a pelo corto e a pelo lungo). Dalla sua elezione, ci affanniamo a spiegare un’elementare verità: che Macron è il Presidente francese, e – giustamente – fa gli interessi della Francia, non quelli dell’Italia, diversamente da quanto…

“Serve tempo” per il nuovo Governo… E a Roma arrivano i “watchmakers”

di Gianfranco Ferroni, in Cultura, Quotidiano, del

“Serve tempo”, dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E a Roma arrivano i watchmakers. Le opere di Hajime Asaoka, Christophe Claret, Ludovic Ballouard, De Bethune, Philippe Dufour, Laurent Ferrier, Romain Gauthier, Kari Voutilainen, Vianney Halter, Christian Klings, Jean Daniel Nicolas e Roger W. Smith sono piccole, ma grandi, meraviglie dell’arte dell’orologeria. “Watchmakers. The Masters…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy