• 19/09 @ 16:23, Aukus, il nuovo patto anti-Cina: deterrente nucleare all’Australia e velleitarismo Ue smascherato, di Daniele Melon… https://t.co/eiiMaU7k2i
  • 19/09 @ 16:22, Un atto di forza bruta: il Super Green Pass fa strage di diritto e libertà, di Federico Punzi https://t.co/ZwYAGveKjX
  • 16/09 @ 16:04, Scandalo Lamorgese: “Poteva capitare ovunque”, la ministra Pilato se ne lava le mani, di Max Del Papa https://t.co/ji8FmMxJpy
  • 16/09 @ 16:03, Le due Leghe: come andrà a finire lo scontro (sempre più manifesto) tra LegaEuro e LegaSalvini? di Musso https://t.co/3PGIBUshtj
  • 12/09 @ 15:36, Il ritiro dall’Afghanistan segna anche il ritiro dell’ideologia globalista? di Fabrizio Borasi https://t.co/tk8glKYav7
  • 12/09 @ 15:35, 11 settembre 2021: il trionfo dei Talebani e un Occidente in stato confusionale, di Enzo Reale https://t.co/xINZSjMSbh

Tag politicamente corretto


Winston Marshall: il musicista che le suona e le canta al pensiero mainstream

di Dario Mazzocchi, in Cultura, Quotidiano, del

Winston Marshall e Andy Ngo non hanno molto in comune. Il primo è un musicista britannico, conosciuto per suonare il banjo nella band Mumford & Sons; il secondo è un giornalista d’inchiesta statunitense di area conservatrice che ad inizio anno ha pubblicato “Unmasked: Inside Antifa’s Radical Plan to Destroy Democracy”, opera in cui critica il…

Il politicamente scorretto Clarkson nei panni sporchi di agricoltore: ritratto di un uomo normale

di Dario Mazzocchi, in Cultura, Quotidiano, del

Nella sua carriera televisiva il conduttore inglese Jeremy Clarkson ha guidato i mezzi a quattro ruote più disparati, sfrecciato su circuiti e strade normali con bolidi e supercar, guadato fiumi e solcato montagne per mettere alla prova motori, sospensioni e carrozzerie, spingendosi negli angoli più impervi del pianeta e approfittando della sua presenza per creare…

L’ultimo e ancor più grottesco caso di censura: chi non supporta l’agenda progressista messo all’indice

di Andrea Venanzoni, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

Ho idea, ed è una idea che non mi piace per niente, che andando di questo passo potrà essere aperta una autentica e autonoma rubrica del tipo ‘la vittima di censura del giorno’. Una sorta di Bestiario della negazione della libertà di espressione che pure accidenti sarebbe, condizionale d’obbligo a questo punto, garantita dall’art. 10…

L’epoca del “pensavelox”: polizia del pensiero e del linguaggio per una società senza meriti

di Roberto Ezio Pozzo, in Cultura, Quotidiano, del

Cominciamo da qui, ossia da un fatto banale occorsomi poco tempo fa. Appena messo piede in un negozio di abbigliamento, una graziosa commessa dall’aspetto trendy mi guarda ed esordisce con un: “Ciao, cosa posso fare per te?”. Inevitabile la mia risposta: “Tanto per cominciare dalle cose semplici, potrebbe darmi del lei”. Eppure vi assicuro che…

La woke supremacy: il suprematismo dei “risvegliati” è oggi il più pericoloso in America (e non solo)

di Rob Piccoli, in Cultura, O, America!, Quotidiano, Rubriche, del

Come sanno tutti coloro che seguono un po’ le cose americane, negli Stati Uniti è tutto un tripudio di neologismi, nuovi brand socio-politici e politico-giuridici, definizioni stravaganti, sigle… In almeno un caso si dà anche il caso di un autentico mostro grammaticale: l’espressione woke, che viene usato come aggettivo (col significato di “consapevole” e “ben informato”) mentre…

Così Silvia Toffanin smaschera l’ipocrisia di “Lea T”

di Andrea Tosi, in Media, Quotidiano, del

La produzione di Verissimo, e quindi indirettamente anche la conduttrice Silvia Toffanin, sono state accusate di censura e di discriminazione dalla modella transessuale Lea T, la quale si era raccontata proprio ai microfoni del famosissimo rotocalco televisivo di Canale 5. L’intervista della modella aveva trattato argomenti personali molto toccanti, tra cui il percorso che aveva…

Da Gervasoni a Bassani: verso una nuova età della censura (e dell’auto-censura)

di Andrea Venanzoni, in Politica, Quotidiano, del

Strano tempismo, davvero. Carl Gustav Jung vi avrebbe visto dietro la tellurica fisionomia di una sincronicità, di un apparente caso mosso da una carsica, ctonia volontà: perché, dopo la reprimenda di Stato imposta a Marco Gervasoni, ecco avanzarsi le forche per un altro Marco, sempre professore universitario. È la volta di Luigi Marco Bassani, docente…

Se anche Santoro asfalta la linea chiusurista fatta propria dalla sinistra

di Matteo Milanesi, in Politica, Quotidiano, del

Michele Santoro torna in uno studio di Mediaset, a 22 anni di distanza dall’ultima volta. Il giornalista, tra i padri dell’antiberlusconismo, si è raccontato lunedì scorso a Quarta Repubblica, in compagnia di Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, e del conduttore Nicola Porro. Dalla mafia, passando per lo scandalo della presunta “Loggia Ungheria”, al suo ultimo…

Lo sdoganamento della censura: nemmeno un privatissimo biglietto d’auguri è al riparo dai triocchiuti progressisti

di Stefano Magni, in Politica, Quotidiano, del

Il caso del rider che, licenziato per aver distrutto un biglietto nostalgico del Ventennio che avrebbe dovuto recapitare, è stato riassunto dall’azienda. Lieto fine? No. Così si è affidata al postino la discrezionalità se consegnare o meno un messaggio, a seconda del suo contenuto. E la motivazione che c’è dietro passa in secondo piano… È…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy