• 26/05 @ 16:47, Richard Pipes e Bernard Lewis: il vero volto dei nemici dell’Occidente, Urss e Islam radicale, attraverso i loro oc… https://t.co/1qB18A87tP
  • 26/05 @ 16:46, Su Savona in conflitto due principi, entrambi sanciti dalla Costituzione https://t.co/nAbjrwO5Rp
  • 26/05 @ 16:46, Pareto e le sue lettere a “Liberty”, un altro gioiello di Liberilibri curato da Alberto Mingardi, di @Capezzone https://t.co/0QJlNdpPTw
  • 25/05 @ 17:17, Corea del Nord: Trump chiama il bluff di Kim, ma la partita è solo all’inizio. La sempre puntuale analisi sugli est… https://t.co/4RtcJ46xOd
  • 25/05 @ 17:15, Ecco perché il nome di Paolo Savona spaventa gli europeisti di professione https://t.co/G8r98Bb4tX
  • 25/05 @ 17:14, Per una libera competizione tra le nazioni. Riportiamo un eccellente @Capezzone , dall'illustre periodico "The Cons… https://t.co/KpMUKbE6xp

Tag Partito democratico


Ecco perché il nome di Paolo Savona spaventa gli europeisti di professione

Atlantico Quotidiano di Atlantico Quotidiano, in Politica, Quotidiano, del

La campagnetta velenosetta di giornaloni e ventrilo-quirinalisti contro Savona è infondata nella sostanza (è più europeista di loro), indegna nella forma, e mostra solo la debolezza di chi la conduce e di chi la ispira. Paolo Savona al Ministero dell’economia scatena panico e forte opposizione perché sfugge, nella narrazione mainstream, al ruolo dell’antieuropeista scalmanato e…

Male Di Maio-Salvini? Peggio Mattarella! Il modello sembra più Scalfaro che Einaudi

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Qui su Atlantico, nel nostro piccolo, lo scriviamo da settimane: qualche giorno fa, e anche oggi, in modo argomentato e ineccepibile Federico Punzi. Purtroppo, ogni giorno che passa offre nuove ragioni per ritenere che il comportamento meno chiaro, in tutta la crisi, sia proprio quello del Quirinale, che non si è fatto scrupolo di citare…

Partito Democratico: la tregua finta prima delle scissioni

di Federico Cartelli, in Politica, Politics App, Quotidiano, Rubriche, del

Già in febbraio, su queste colonne, avevo preconizzato per il Partito Democratico il medesimo destino che colse il fu Popolo della Libertà. A più di due mesi dalle elezioni politiche, per i Democratici è venuto il momento del redde rationem, che si risolverà in una o più scissioni che metteranno definitivamente in discussione l’esistenza stessa…

Giggino ‘o democristiano: la linea contraddittoria di Di Maio

di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Com’è risaputo, gli elettori del M5S giungono sia da destra che da sinistra e si sono uniti sotto il simbolo pentastellato per esprimere il loro forte malcontento verso la politica tradizionale nel suo complesso, la cosiddetta casta di privilegiati che si cura di tutto tranne che del bene generale dell’Italia, ma con lo sguardo avvelenato…

Uscire dalla playstation, oltre alle esigenze partitiche ci sarebbe anche l’Italia…

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Atlantico non sposa l’ipocrisia del “fate presto”, arma impropria caricata e usata nel 2011 (e da quale pulpito!) per imporre una “junta” tecnocratica. Conosciamo bene (e rispettiamo) la fatica e le difficoltà della politica, e sappiamo quindi che non è mai semplice o scontato costruire soluzioni adeguate. Del resto, chi ha concepito il mostriciattolo del…

Movimento 5 Stelle: l’onda lunga del giustizialismo, e dell’antiberlusconismo, che ha travolto anche la sinistra

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Lo shock di essere scesi sotto la soglia non solo psicologica del 20 per cento è stato forte. Una batosta che farebbe barcollare chiunque e che solleva molte domande. Il Pd ha un futuro, oppure subirà le stessa sorte del Popolo della Libertà? Un partito nato nella stagione del bipolarismo, con una vocazione maggioritaria quasi…

La “politica del sedere” del Conte Silveri

di Giuseppe Pennisi, in Politica, Quotidiano, del

In uno dei suoi ultimi lavori, Capriccio, il cui debutto avvenne il 28 ottobre 1942, quando già infuriava la Seconda Guerra Mondiale, nella casa di un Conte si discute di musica e di politica per due ore e mezza – il lavoro, il cui libretto è in gran misura dello stesso Strauss pur se su…

L’Italia ha bisogno di idee liberali, realismo e attributi

di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Berlusconi e Renzi pensavano di accaparrarsi la gestione del caos inevitabilmente prodotto dal Rosatellum, ma le cose sono andate in maniera diversa, perlomeno in buona parte. La perversa legge elettorale ha in effetti svolto il proprio lavoro, generando caos politico e negando a tutti gli schieramenti in campo una maggioranza valida per governare, però gli…

Dove sbaglia la sinistra: riconoscere i limiti dell'”apertura” per salvaguardare le democrazie liberali

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Naturalmente legittimo, e forse anche opportuno che il Pd resti all’opposizione, rifiuti di sostenere, sia pure con una “non sfiducia”, un eventuale governo di centrodestra o del Movimento 5 Stelle. Quello che è comprensibile dal punto di vista umorale, ma molto meno da quello politico, è invece evocare una sorta di dovere in capo a…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy