• 23/05 @ 12:47, Se la Mogherini ignora le sanzioni di Trump: il conto sull’Iran lo pagheranno le imprese italiane ed europee https://t.co/nq2qM9YuSR
  • 23/05 @ 12:43, Fuori dalle tifoserie politiche, lontano dagli hooligans: il diritto a non essere militarizzati, a non avere pregiu… https://t.co/DG7ZzlCpPC
  • 22/05 @ 12:38, “Pessimismo, ma idee forti per Italia ed Europa. Spesa e tasse cartina tornasole”. Cosa scrisse Paolo Savona per At… https://t.co/avclEi0N6F
  • 22/05 @ 12:38, Pompeo detta le condizioni all’Iran. E al Congresso già si lavora per mettere l’Europa davanti a un bivio, di… https://t.co/KwgujbmMvW
  • 21/05 @ 19:14, La “Seconda lettera agli amici tedeschi”, di Paolo Savona, di @Capezzone https://t.co/KdDWru2my5
  • 21/05 @ 19:12, Arabia Saudita: la sfida di MBS contro il Deep State religioso, gli Ulema, di Francesco Cirillo https://t.co/MvAZWMHW4i

Tag mercato


L’Africa sta provando a rialzarsi e lo sta facendo attraverso il libero scambio

di Graziano Davoli, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Poco meno di un mese fa, a Kigali, capitale del Ruanda, è stata scritta una pagina importantissima della storia del continente africano, soprattutto dell’Africa subsahariana. Vediamo di cosa si tratta. Nella capitale di uno dei paesi più poveri dell’Africa orientale, si sono incontrati i leader di 44 paesi africani per sottoscrivere un accordo finalizzato a…

Populismo e “political economy”

di Giuseppe Pennisi, in Politica, Quotidiano, del

La political economy non è la traduzione in inglese di ciò che nelle università italiane viene chiamato ‘politica economica’, la disciplina che studia principalmente i grandi aggregati (Pil, bilancia dei pagamenti, tasso di risparmio e di investimento, e via discorrendo). E’ una disciplina, invece, che studia i fenomeni politici con la strumentazione consueta degli economisti….

Contrordine compagni: Trump ha ragione, la Cina non è la paladina del libero commercio

di Federico Punzi, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Ricordate a gennaio dello scorso anno, il Gotha finanziario globale riunito a Davos e tutte le principali testate, italiane e internazionali, ai piedi del leader cinese Xi Jinping, dipinto come “alfiere della globalizzazione” e del libero commercio? Niente di più lontano dalla realtà, una vera e propria fake story, accreditata dai mainstream media e dai…

Contro lo stato-imprenditore sulla rete Tim e sul resto…

di Daniele Capezzone, in Economia, Giuditta's Files, Quotidiano, Rubriche, del

Bene ha fatto La Verità nei giorni scorsi, in un ottimo articolo di Claudio Antonelli, a usare le due paroline magiche (“Piano Rovati”) che tanti sussurravano ma che pochi osavano mettere nero su bianco. In realtà, si tratta di un’evidenza difficile da nascondere: la sempreverde tentazione interventista dello stato, l’idea di una gestione pubblica (traduzione…

Caso Facebook: altro che punizioni e crociate, cercare soluzioni di mercato

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Una buona idea da Zingales e Rolnik. Come spesso capita, è Allister Heath, il direttore del Sunday Telegraph, autentico punto di riferimento per chi creda nella libertà economica e nel mercato, a offrire una soluzione coerente e praticabile alla “crisi” aperta dal “caso” Cambridge Analytica. Ho messo le virgolette alle parole “crisi” e “caso” per…

Per il libero mercato e il libero commercio: senza “ma”

di Daniele Capezzone, in Economia, Quotidiano, del

Pubblichiamo l’intervento di Daniele Capezzone al convegno “Gulf Trade: Seizing New Opportunities” First of all, let me thank Dan Hannan and the IFT for today’s invitation and for this opportunity to share ideas and views. In about ten minutes, four little notes: 1. an economic remark (from a Western perspective: or, better, from the perspective…

Indice della Libertà Economica 2018: Italia fanalino di coda d’Europa

di Simone Zuccarelli, in Economia, Quotidiano, del

L’ultimo indice sulla libertà economica nel mondo, redatto dalla Heritage Foundation, vede l’Italia stanziata a un ben poco lusinghiero 79° posto. Davanti a noi, purtroppo, non si trovano solo Paesi quali Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Israele, i tre scandinavi, i tre baltici… ossia Stati noti per essere economicamente più dinamici e liberi rispetto al…

Anche il “liberale” Calenda tra i ministri europei terrorizzati dalla competizione fiscale

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Regno Unito (già con l’ex primo ministro Cameron). Stati Uniti con la riforma fiscale voluta da Trump. Prima di loro l’Irlanda… Insomma, il treno della competizione fiscale è partito ma alcuni governi europei, appesantiti dai loro bagagli, non sono riusciti a prenderlo e ora si sbracciano sulla banchina… Invece di attrezzarsi, prevedendo di abbassare la…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy