• 20/03 @ 08:47, La Brexit sarà anche un pasticcio, ma la democrazia parlamentare Uk è viva e vegeta, mentre in Italia (e nell’Ue) è… https://t.co/NYwl4LT1Eo
  • 19/03 @ 17:47, Gallesi trionfanti, inglesi boriosi e italiani sbattuti: cala il sipario sul 6 Nations 2019, di Dario Mazzocchi https://t.co/qdvy073HNs
  • 19/03 @ 14:46, Christchurch: il doppio standard dei media e la difesa della libertà di culto, ovunque minacciata, di Gianmarco Cim… https://t.co/SNPegtsWyH
  • 19/03 @ 08:13, Tra ideologia, ignoranza e genuflessioni, il green friday italiano si distingue per cialtronaggine, di @MaxDelPapa https://t.co/dI2J1PNRMS
  • 18/03 @ 20:01, Perché a Greta preferiamo Joshua Wong: l’imbarazzante paragone tra i rivoluzionari alla moda e chi lotta per la lib… https://t.co/YKNwYiEpwR
  • 18/03 @ 11:29, Via della Seta e Ue sempre meno “atlantica”, proprio quando l’Occidente potrebbe fare fronte comune alla sfida cine… https://t.co/0ENfVZyDhr

Tag Macron


L’altra faccia del lunedì – Sorry, Macron non è di sinistra: lo scontro tra due destre

Avatar di Marco Gervasoni, in L'altra faccia del lunedì, Rubriche, del

La settimana appena trascorsa è stata, almeno in parte, segnata dal Macron redivivus, prima quello catodico nelle case dei non tantissimi spettatori della trasmissione di Fazio, poi sulle pagine dei giornali Ue per il suo “manifesto”. A me pare che la sua vitalità sia solo artificiale, per il momento, ma questo ha ringalluzzito molti, a…

L’Italia è la colonia che ama. Via Fazio il messaggio del presidente Macron agli italiani

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Più che un’intervista, un messaggio alla nazione da parte del nostro nuovo presidente. Questa l’impressione soprattutto nella parte finale dell’intervista, quando Fabio Fazio ha chiesto a Emmanuel Macron di rivolgere un appello diretto al popolo italiano. “Gettiamo il cuore oltre gli ostacoli”, ha detto nella nostra lingua, quasi fosse un messaggio alle colonie d’oltremare, un’affettuosa…

Il dilettantismo di Di Maio e Dibba non assolve l’arrogante Macron e non giustifica gli inchini del Pd

Avatar di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Il dovere di ogni classe politica è quello di pretendere il rispetto per la propria nazione all’estero, senza nazionalismi d’antan e chiusure medioevali, ma con il corretto orgoglio. L’Italia ha molto da lavorare su questo, trovandosi sotto un’evidente pressione da parte dell’Ue e del blocco franco-tedesco che da sempre considera Roma come un vicino un…

Berlino e Mosca dovranno concedere qualcosa, ma Nord Stream 2 è salvo, s’ha da fare

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Altro che rottura sfiorata… l’azione di disturbo di Parigi creerà qualche grattacapo, senza scalfire la sostanza e, soprattutto, la valenza geopolitica del gasdotto La scorsa settimana, su Atlantico, avevamo segnalato due date da tenere d’occhio per capire chi in Europa sta lavorando a un divorzio strategico dagli Stati Uniti, a che punto sia lo slittamento…

Dallo scontro Italia-Francia alla Brexit: due presidenti e un vicepremier sull’orlo di una crisi di nervi

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Due presidenti e un vicepremier in Europa sono sull’orlo di una crisi di nervi, sembrano non reggere più le inevitabili pressioni che comportano le cariche che ricoprono – e fanno danni in casa e fuori. Il primo presidente sull’orlo di una crisi di nervi è Emmanuel Macron, che non ha retto all’ennesima provocazione elettoralistica di…

Gli intoccabili di Stato: con Macron in crisi anche la casta degli enarchi

Avatar di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Non c’è élite più élite di quella rappresentata dagli enarchi francesi, il gruppo di studenti della più grande scuola d’amministrazione occidentale, l’École Nationale d’Administration. Gruppo di cui fa parte, ed è, anzi, la punta di diamante, il presidente francese Emmanuel Macron, uscito dall’ENA nel 2004, ai tempi della gloriosa promotion Senghor, la “classe” che prendeva…

Ad Aquisgrana prende forma l’Europa neocarolingia: l’Ue una finzione, paravento delle ambizioni di Parigi e Berlino

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Cosa rappresenta veramente il nuovo trattato franco-tedesco firmato ieri ad Aquisgrana dalla cancelliera Angela Merkel e dal presidente Emmanuel Macron? Un nuovo importante capitolo nelle relazioni pacifiche tra i due Paesi dopo gli spargimenti di sangue degli ultimi due secoli. Un’intesa che rinsalda e rilancia il cosiddetto asse o motore franco-tedesco. È certamente tutto questo,…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy