• 31/07 @ 19:08, Anche i vaccinati possono contagiare, del Green Pass non resta che un vile ricatto, di Federico Punzi https://t.co/qPtk5eGkCF
  • 27/07 @ 17:55, Uno spettro si aggira per l’Europa: l’asse russo-tedesco piega Biden, via libera al Nord Stream 2, di Federico Punz… https://t.co/sVfQyyzyPF
  • 27/07 @ 17:54, Estate serena per i “Competenti”, forse, ma non per milioni di italiani, di Matteo Milanesi https://t.co/hj2lf3q1Et
  • 26/07 @ 18:31, Tra anatemi e spersonalizzazione dell’avversario, creato un clima infame: le parole sono azioni, di Andrea Venanzon… https://t.co/jLGMNKH3yO
  • 26/07 @ 18:30, No-vax dove? Una caccia al capro espiatorio per coprire errori e ritardi dello Stato, di Federico Punzi https://t.co/UHj9rBcm1V
  • 21/07 @ 18:27, L’ascesa del “Woke” nel Regno Unito: marxismo culturale in salsa razziale e gender, di Rob Piccoli https://t.co/vpXAXweWYN

Tag Johnson


Mattarella, i disordini, il dopo-partita: ecco cosa è successo davvero a Wembley tra realtà e fake news

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Domenica scorsa, Wembley. Finale di Euro2020 tra l’Italia e l’Inghilterra. La partita più importante nella storia del Tre Leoni negli ultimi 55 anni, un match che ha avuto risvolti, purtroppo, non solo calcistici, e che stanno ancora facendo parlare a Londra come a Roma da giorni. Ecco come sono andate le cose in quella che…

No, non è la rivincita sulla Brexit: Ue non è sinonimo di Europa e Londra resta centrale

di Stefano Magni, in Politica, Quotidiano, del

Non appena Donnarumma ha parato l’ultimo calcio di rigore, regalandoci la vittoria dell’Europeo 2020, i soliti commentatori della domenica hanno iniziato a rovinarci la festa. Nel modo peggiore: politicizzando lo sport. Non è una novità che le partite giocate dalla nazionale entrino a far parte del dibattito sociale e politico. Parafrasando Churchill, gli italiani vincono…

L’Europeo della “calciopolitica”: sintomo della crisi di consenso delle democrazie

di Daniele Meloni, in Politica, Quotidiano, del

Il numero della scorsa settimana del magazine britannico The Economist conteneva un richiamo in prima pagina sul campionato europeo di calcio in corso e definiva il calcio come “la politica con altri mezzi”. Già. Perché mai come questa volta la rassegna continentale ha preso una politicizzazione così smaccata: dalle divise della nazionale Ucraina raffiguranti la…

Se i vaccini funzionano, basta terrorismo su varianti e contagi. Politici e media se ne facciano una ragione

di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Se c’è una cosa che unisce la maggioranza dei commentatori, magari divisi fra aperturisti e chiusuristi di fronte alla utilità o meno delle varie forme di lockdown, è il riconoscimento della sostanziale efficacia dei vaccini. In effetti, al di là del caos mediatico sorto attorno al vaccino AstraZeneca, della triste scomparsa della ragazza diciottenne di…

Altro che fuga post-Brexit! Dopo Nissan, anche Stellantis sceglie il Made in Uk per le sue auto elettriche

di Daniele Meloni, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Lo stabilimento della Vauxhall di Port Ellesmere non lascia, anzi, raddoppia. Il governo britannico ha infatti raggiunto un accordo con Stellantis – il quinto gruppo automobilistico al mondo – per la costruzione di van e veicoli elettrici lì dove nel 1964 fu prodotta la prima auto della casa britannica, la Vauxhall Viva. L’investimento della multinazionale…

Le élite Ue non hanno ancora superato il trauma Brexit e meditano vendetta

di Michele Marsonet, in Esteri, Quotidiano, del

Com’era prevedibile, sta spirando nell’Unione europea un pericoloso vento anti-britannico. Mette subito conto notare che non si tratta di un movimento popolare, cioè di un sentimento che sgorga dal basso. Al contrario, tanti cittadini europei continuano a manifestare rispetto e ammirazione per Londra e il Regno Unito, il Paese in cui la democrazia liberale è…

Accordo commerciale Uk-Australia, pietra angolare del cordone democratico intorno alla Cina

di Bepi Pezzulli, in Esteri, Quotidiano, del

Londra ha capitalizzato la presidenza del G7 ponendosi al centro di un fronte delle democrazie liberali in via di formazione per contenere la Cina con le armi del commercio e delle infrastrutture. Il primo grande accordo di libero scambio negoziato da zero dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione è stato concluso dal primo ministro britannico Boris…

La “shamrock diplomacy” di Biden pone un problema all’UK, ma anche all’Irlanda

di Bepi Pezzulli, in Esteri, Quotidiano, del

Alla vigilia della visita del Potus nel Regno Unito per la riunione del G7 in Cornovaglia, Nine Elms è stata epicentro di un terremoto diplomatico. La stampa inglese sia conservatrice (Telegraph), sia laburista (Guardian), sia indipendente (Independent), sia specializzata (Financial Times) ha riportato identici dettagli su un incontro in ambasciata tra l’incaricato d’affari Usa Yael…

Nuovo braccio di ferro con l’Ue sul Nord Irlanda: la grande sfida di BoJo è tenere integro il Regno

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Il prepotente ritorno alla ribalta del Protocollo nordirlandese – per pure casualità in contemporanea con le polemiche su AstraZeneca – ha riproposto un Boris Johnson nuovamente assertivo, pronto a tutto pur di difendere l’integrità territoriale del Regno Unito. Nelle discussioni con i leader dell’Unione europea a Carbis Bay – magnifica sede del G7 – Johnson…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy