• 09/07 @ 07:26, Tutto ciò che vi è stato detto di male su Cristoforo Colombo è una balla https://t.co/xsy8EsMET1
  • 08/07 @ 18:54, Piloti ricoperti d’oro da regimi autoritari e razzisti ci spiegano l’antirazzismo, di Marco Faraci https://t.co/3SjnRuUysH
  • 08/07 @ 18:53, Usa 2020: basterà parlar male di Trump per battere Trump? https://t.co/oXmMJAXS0p
  • 08/07 @ 17:08, L’ennesima tribuna concessa al regime iraniano per diffondere la sua propaganda https://t.co/ba0ozvdpam
  • 08/07 @ 16:57, Missili iraniani puntati sul Golfo Persico: e sta per “scadere” l’embargo sulle armi a Teheran, di Dorian Gray https://t.co/IqPQiRCsGo
  • 06/07 @ 16:39, Rinviare per tirare a campare è l’unico programma di Conte, ma il Paese non può permetterselo, di Roberto Penna https://t.co/Pxha8jPW8o

Tag israele


Ecco perché all’Iran non dispiace l’operazione di Erdogan, mentre Israele teme un’intesa Ankara-Teheran ai danni di Usa e Russia

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

L’invasione unilaterale della Turchia nel nord della Siria rischia di avere effetti geopolitici potenzialmente drammatici. Teoricamente, il regime iraniano si è schierato contro l’azione turca, ma su questa opposizione nutriamo notevoli dubbi. Per un verso, certamente, Teheran teme un’eccessiva influenza turca nella zona, con effetti diretti sul potere dei Pasdaran in Siria e sul possibile…

CyberTech Europe 2019: occhi puntati sulle start-up israeliane

Avatar di Rebecca Mieli, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

CyberTech Europe, il più grande evento europeo che riunisce quest’anno a Roma stakeholder di importanza globale nell’area della Cyber Security, ha ospitato un settore interamente dedicato alle start-up israeliane. Non a caso lo Stato ebraico venne definito la Startup Nation dal famoso saggio di Dan Senor e Saul Singer. Le ragioni alla base dell’incredibile proliferazione…

Dopo il voto in Israele è ancora “To Bibi or not to Bibi”. Il fattore Netanyahu tra punti di forza e di debolezza

Avatar di Rebecca Mieli, in Esteri, Quotidiano, del

Lo hanno detto in molti. Le elezioni che si sono svolte martedì in Israele rappresentano il secondo grande referendum nei confronti di Netanyahu, uno dei leader più discussi della storia dello Stato ebraico. Senza la sua figura, infatti, i due partiti di maggioranza (Likud e Kahol Lavan) potrebbero facilmente coalizzarsi per creare un governo di centro-destra…

Si prepara una tempesta perfetta in Medio Oriente: come la riapertura di un valico può accendere il conflitto

Avatar di Michael Sfaradi, in Esteri, Quotidiano, del

Che in Medio Oriente si stia preparando una tempesta perfetta che potrebbe esplodere da un momento all’altro, e che potrebbe essere fermata solo dalla diplomazia o da un miracolo, è chiaro a tutti coloro che si occupano di ciò che accade nella regione. Sono troppi i segnali che arrivano in ordine sparso, segnali che se…

Caccia israeliani invisibili ai radar nei cieli iraniani: lo smacco che spaventa Teheran

Avatar di Michael Sfaradi, in Esteri, Quotidiano, del

La notizia ha il sapore dell’incredibile: caccia F35 Adir dell’aeronautica militare israeliana hanno sorvolato a più riprese l’Iran e per la precisione hanno volato nei cieli di Teheran, Karajrak, Isfahan, Shiraz e Bandar Abbas, senza che le difese aeree della Repubblica Islamica se ne siano accorte. Tutto questo è successo nel 2018 ma si è…

Pur di attaccare Salvini a volte si nega l’ovvio. Anche sull’Iran

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Quando parla di Iran, e di ciò che circonda questo regime fondamentalista, Salvini dice l’ovvio. In che senso? Semplice: quando visitando Israele il vicepremier ha affermato che Hezbollah è un gruppo terroristico, ha detto semplicemente l’ovvio. Hezbollah è stato creato da una milizia pretoriana che ha come solo scopo la diffusione del khomeinismo, ovvero i Pasdaran;…

Le sanzioni di Trump colpiscono molti interessi, ma gli iraniani conoscono bene la causa dei loro mali: il regime

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Media, Quotidiano, del

In Europa – e anche in Italia – in molti hanno preso male la decisione dell’amministrazione Trump di ritirarsi dall’accordo sul programma nucleare iraniano (JCPOA) e di approvare nuove sanzioni contro il regime, che ora colpiscono direttamente tutto il corpo delle Guardie Rivoluzionarie. In un mondo normale, le scelte di Trump avrebbero riscontrato unanimità incondizionata,…

Israele ha scelto ancora Netanyahu, con buona pace di media liberal e sondaggisti

Avatar di Federico Rossi, in Esteri, Quotidiano, del

Benjamin Netanyahu ha vinto le elezioni legislative israeliane. Questa, stando ai racconti pre-voto di media e sondaggi, dovrebbe già essere la notizia. Bibi, come viene soprannominato il quattro (ormai cinque) volte premier d’Israele, ha quindi ribaltato il pronostico, o meglio, la speranza di media e giornali locali ed internazionali che spingevano per Benny Gantz. Il…

Gerusalemme capitale d’Israele: il coraggio della Romania, primo Paese Ue a seguire la storica decisione del presidente Trump

Avatar di Roberto Penna, in Esteri, Quotidiano, del

Senza mancare di rispetto a nessuno, è inevitabile tuttavia sottolineare come il mondo sia sempre stato composto da poche e grandi potenze di dimensioni continentali, da nazioni meno estese, ma dotate di un’influenza almeno regionale e poi, da Paesi costretti ad accodarsi, giocoforza, a chi detiene una fetta o buona parte del potere globale, geopolitico…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy