• 22/10 @ 19:56, Cosa resta di “liberale” in Italia? Il declino economico va di pari passo con il declino della libertà, di Francesc… https://t.co/UV1Arh7Aar
  • 22/10 @ 19:55, Scaduto e non rinnovato l’embargo Onu sulle armi all’Iran: Cina, Russia e Ue salvano Teheran https://t.co/7XhjrMiyTQ
  • 22/10 @ 19:54, Non solo Jacinda Ardern, una piccola “stella” è nata anche a destra: il libertario David Seymour, di Marco Faraci https://t.co/n7euXeQwUI
  • 20/10 @ 17:14, Il cerchio (cappio) si stringe, ecco come si perde la libertà: paura, nemico reale o immaginario, assuefazione, di… https://t.co/Ktv168s6s5
  • 20/10 @ 17:13, Tamponi a strascico, come le intercettazioni: deriva “manettara” e burocratica anche nella sanità, di Gianfranco Fe… https://t.co/6kamCDRqNq
  • 20/10 @ 12:34, Sicurezza di reti e infrastrutture: a Venezia la conferenza internazionale Expotech Esrel 2020 dall’1 al 5 novembre https://t.co/J8c3G8Uob7

Tag israele


Dal Libano all’Iraq, qualcosa si muove in Medio Oriente dopo gli Accordi di Abramo voluti da Trump

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Seguendo le analisi geopolitiche dell’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema, non c’è dubbio che si arrivi a pensare tutto il male possibile degli Accordi di Abramo, ovvero dell’accordo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Israele e Emirati Arabi Uniti, a cui si è aggiunto il Bahrain e presto si aggiungeranno altri Paesi arabi/musulmani. Peccato che…

Anche l’Iran può riconoscere Israele: parla Faezeh Hashemi, figlia dell’ex presidente Rafsanjani

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Qualcosa di sorprendente è avvenuto in Iran nelle ultime ore, qualcosa che fino a poco tempo fa sarebbe stato impensabile e che, anche in questo caso, è forse da ricondurre agli effetti indiretti degli accordi di pace siglati fra Israele, Emirati Arabi Unti e Bahrain a Washington. Parlando al quotidiano riformista Arman-i Melli lo scorso…

Tempi bui per l'”Asse della Resistenza”: si allenta la presa di Teheran e Hezbollah su Libano e Siria

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Non sono tempi meravigliosi per il cosiddetto “asse della resistenza”, ovvero l’alleanza fra Iran-Hezbollah e Siria. Qualcosa non gira proprio come dovrebbe per Teheran e a dimostrarlo sono, più che le parole, una serie di silenzi che lasciano pensare. Partiamo dal Libano: una settimana fa è stato reso noto che i militari di Unifil 2…

Netanyahu all’Onu rivela le fabbriche di missili di Hezbollah a Beirut: civili usati come scudi umani

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Parlando ieri in videconferenza in occasione dell’annuale discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il premier israeliano Netanyahu ha nuovamente fatto delle rivelazioni di intelligence molto importanti. Questa volta, Netanyahu non ha parlato del nucleare iraniano, ma dei depositi di missili di precisione del gruppo terrorista libanese Hezbollah. Secondo quanto rivelato dal primo ministro israeliano, a…

Sanzioni ed embargo sulle armi all’Iran: l’Ue si allinea a Russia e Cina contro le richieste di Washington

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Sabato scorso, il Dipartimento di Stato Usa ha annunciato l’avvio del meccanismo di snapback, ovvero il ritorno alle sanzioni contro il regime iraniano sospese dopo l’approvazione della Risoluzione Onu 2231 del 2015. Con questa decisione, per l’amministrazione Usa, ritornano in vigore le disposizioni prese con le risoluzioni Onu 1696, 1737, 1747, 1803, 1835 e 1929….

Il nucleare iraniano e il dilemma della Dottrina Begin: i rischi di uno strike preventivo

Avatar di Mattia Roncalli, in Esteri, Quotidiano, del

Dottrina Begin, nome evocativo e forse sconosciuto ai più. Per comprendere in cosa consista occorre fare un salto nel passato, più precisamente nel 1981. Il primo ministro israeliano in quell’anno era Menachem Begin, leader del partito Likud. Egli ordinò l’operazione Babilonia, la quale consisteva nella distruzione del reattore nucleare di Saddam Hussein ad Osirak, in…

L’alba di un nuovo ordine in Medio Oriente. Trump ha mostrato che un’altra via è possibile, palestinesi senza più alibi

Dorian Gray di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Per comprendere gli Accordi di Abramo firmati a Washington il 15 settembre 2020 non bisogna partire dalla presidenza Trump, ma da quella di Barack Obama. È stato il presidente Obama a creare l’environment che poi, abilmente Trump ha sfruttato per arrivare all’accordo tra Israele e il mondo arabo sunnita moderato del Golfo. Ma si badi…

Non solo Trump, la Lega candida anche Netanyahu al Nobel per la pace

Avatar di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

La Lega candida il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu come Premio Nobel per la Pace. Dopo la candidatura del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, per mezzo di un parlamentare norvegese, questa volta è stato il deputato Paolo Grimoldi, capo della delegazione italiana all’OSCE, a spingere perché il riconoscimento sia assegnato al leader del Likud,…

I possibili scenari dietro l’esplosione che ieri ha scosso Beirut

Avatar di Titus Livius, in Esteri, Quotidiano, del

Due enormi esplosioni hanno scosso ieri pomeriggio Beirut. Ufficialmente, ad esplodere pare essere stata una fabbrica di fuochi d’artificio presso la zona portuale. La deflagrazione, avvertita in tutta la capitale libanese, ha ucciso circa 50 persone e ne ha ferite migliaia (dato aggiornato alla sera del 4 agosto 2020). Ovviamente, al di là delle dichiarazioni…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy