• 19/01 @ 16:05, Ancora sangue in Kenya, ma la Jihad in Africa è ancora sottovalutata, di Anna Bono https://t.co/ODpLU5TMvH
  • 18/01 @ 19:26, Cento anni dopo, la lezione dell’Appello ai liberi e forti di don Luigi Sturzo, di Giuseppe Portonera https://t.co/l2qhPsr7vR
  • 18/01 @ 07:14, Battisti ma non solo: molti i terroristi ancora in fuga dalle proprie responsabilità, di Roberto Penna https://t.co/jZXJBlwM8D
  • 18/01 @ 07:12, Day by Day: Napoli capitale eterna della pizza, a luglio le Olimpiadi, di @Ferronix https://t.co/f66IWcueue
  • 16/01 @ 17:55, Stallo Brexit: come ci siamo arrivati e perché non possiamo permetterci di deridere Westminster, di @jimmomo https://t.co/oXAJnkPpBI
  • 16/01 @ 09:01, L’ecotassa allontana Fca dall’Italia. Investimenti e lavoro a rischio per le smanie ecologiste, di @ric_boccolucci https://t.co/mueSqlfrZR

Tag iran


Altro che realismo, su Hezbollah omertà che non fa bene a nessuno e non aiuta la pace

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Ha ragione il sottosegretario per gli affari esteri Manlio Di Stefano. La “geopolitica è materia complessa” e, proprio per questo, lui non dovrebbe occuparsene. Già, perché sono proprio quelli come Di Stefano, che corrono a scrivere post quando Salvini chiama Hezbollah per quello che è – un gruppo terrorista islamico – che non provano a descrivere…

Iran: il Consiglio dei Guardiani respinge le richieste del FATF, ma Lady Pesc non legge, non sente, non vede…

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Federica Mogherini non legge, meglio, non si documenta. Ovviamente non intendiamo che la Signora Mogherini non legge libri interessanti e romanzi vari, ci mancherebbe. Intendiamo che la Mogherini non legge le informazioni che le arrivano in merito ad una questione spinosa come quella iraniana, ma prende delle posizioni indipendentemente dai fatti. Quindi, non si documenta….

Caso Khashoggi: gli interrogativi aperti dopo l’uccisione di un giornalista scomodo. Cui prodest?

di Davide Ricciardi, in Esteri, Quotidiano, del

Nello scorso ottobre si è verificato un evento che seppur possa superficialmente sembrare un omicidio come un altro, nei fatti si sta rivelando uno spartiacque capace di sovvertire significativamente lo scacchiere mediorientale. Jamal Khashoggi era un giornalista saudita che negli anni si è sempre opposto al regime di re Salman e al ministro della difesa…

Gli sforzi Ue per aggirare le sanzioni Usa contro Teheran: quale ruolo per l’Italia?

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Premessa: quella che qui di seguito viene illustrata vuole essere una strategia realista per l’Italia nelle sue relazioni con l’Iran. Non è la strategia che preferisce chi scrive – contrario all’accordo sul programma nucleare iraniano (JCPOA), perché pieno di lacune e omissioni – ma è una strategia basata su quello che c’è oggi sul tavolo,…

Altro che isolazionista, Trump affronta Cina, Russia e Iran e piega la Merkel: la Germania apre al gas Usa

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Dicevano di aver capito Trump pur non avendo capito la sua campagna e nemmeno intuito le sue concrete chance di vittoria. Un isolazionista, il “puppet” di Putin, una sciagura per l’ordine liberale, si stracciavano le vesti commentatori ed esperti il giorno del giuramento del 45esimo presidente degli Stati Uniti. Ma non passa praticamente settimana senza…

Comprendere il caso Khashoggi: perché rompere con l’Arabia Saudita sarebbe un folle autogol

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

La cattura e probabilmente l’uccisione di Jamal Khashoggi nel consolato saudita a Instanbul ha giustamente sollevato l’indignazione generale, anche grazie alla dovizia di particolari macabri – ma ancora non verificati – diffusi ad arte dalle autorità turche, interessate a infliggere i maggiori danni possibili alle relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita e al principe…

Occidente e libertà (in pericolo). Se Khamenei si toglie anche lo sfizio di umiliarci con provocazioni e sarcasmo…

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

È la debolezza dell’avversario (noi) che consente a dittatori e tiranni, nella loro hybris, di togliersi anche lo sfizio del sarcasmo e delle umiliazioni verso l’Occidente. Del resto, se siamo noi stessi ad abbassare la bandierà della libertà e dell’antitotalitarismo, non c’è da sorprendersi se quei valori vengano irrisi e sbeffeggiati da chi ne è…

Le ultime due pericolose illusioni sul regime iraniano

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Un paio di notizie, questa settimana, hanno infiammato i cuori di chi sostiene il regime iraniano. La prima è la decisione della Corte penale internazionale dell’Aja di richiedere la rimozione delle sanzioni Usa su beni umanitari e aviazione civile. Una decisione a cui gli Stati Uniti non sono obbligati ad attenersi, ma che ha fatto…

Cari Bray e La Gioia, l’Iran si boicotta, non si invita al Salone del Libro di Torino

di Adriano Angelini Sut, in Cultura, In Cold Blood, Quotidiano, Rubriche, del

Ho appreso con sgomento la notizia che, nel 2020, l’Iran, la sanguinaria dittatura degli ayatollah islamici sciiti, sarà ospite d’onore al Salone del Libro di Torino. L’ho letta su un post Facebook dell’indomabile (e fondamentale) Giulio Meotti, giornalista de Il Foglio che fa il lavoro d’informazione su Israele più prezioso dell’intera carta stampata italiana. Non…

Sanzioni Usa e proteste in strada, il regime iraniano alle strette e l’ipocrisia europea

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Da ieri mattina alle 6 (ore italiane) sono tornate in vigore alcune delle sanzioni economiche Usa contro l’Iran che erano state revocate per effetto dell’accordo sul programma nucleare iraniano raggiunto nel 2015 tra Teheran e i 5+1 (Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito, Francia e Germania), da cui però nel maggio scorso il presidente Trump…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy