• 19/09 @ 16:23, Aukus, il nuovo patto anti-Cina: deterrente nucleare all’Australia e velleitarismo Ue smascherato, di Daniele Melon… https://t.co/eiiMaU7k2i
  • 19/09 @ 16:22, Un atto di forza bruta: il Super Green Pass fa strage di diritto e libertà, di Federico Punzi https://t.co/ZwYAGveKjX
  • 16/09 @ 16:04, Scandalo Lamorgese: “Poteva capitare ovunque”, la ministra Pilato se ne lava le mani, di Max Del Papa https://t.co/ji8FmMxJpy
  • 16/09 @ 16:03, Le due Leghe: come andrà a finire lo scontro (sempre più manifesto) tra LegaEuro e LegaSalvini? di Musso https://t.co/3PGIBUshtj
  • 12/09 @ 15:36, Il ritiro dall’Afghanistan segna anche il ritiro dell’ideologia globalista? di Fabrizio Borasi https://t.co/tk8glKYav7
  • 12/09 @ 15:35, 11 settembre 2021: il trionfo dei Talebani e un Occidente in stato confusionale, di Enzo Reale https://t.co/xINZSjMSbh

Tag immigrazione


Le due Leghe: come andrà a finire lo scontro (sempre più manifesto) tra LegaEuro e LegaSalvini?

di Musso, in Politica, Quotidiano, del

Quando nacque il governo, scrivemmo su Atlantico che Draghi aveva “graziosamente ottriato tre sgabelli per la LegaEuro”, destinati a “neo-ministri scelti come Letta scelse Alfano: per evitare che lascino l’esecutivo nel caso in cui la destra decidesse di ritirare l’appoggio al governo” ed aggiungevamo: “man mano che Draghi verrà avanti … Salvini troverà l’occasione di…

Scandalo Lamorgese: “Poteva capitare ovunque”, la ministra Pilato se ne lava le mani

di Max Del Papa, in Politica, Quotidiano, del

Ne ha accoltellati cinque, tra cui un bambino alla gola, siccome pretendeva di viaggiare senza biglietto. Era pericoloso, segnalato dalle polizie di tutta Europa, ce l’avevamo noi, arrivato da qualche mese in fama di rifugiato somalo. Balordo, fatto, con addosso coltelli e forbici. L’hanno messo dentro e ovviamente ha cominciato a dar di matto, a…

G20 e riforma di Dublino: Draghi dai sogni di gloria al brusco risveglio

di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

Mario Draghi ha mostrato grande incertezza nell’inquadrare la caduta di Kabul. Il 3 luglio non ha accolto gli ultimi voli da Herat con il generale e la bandiera della Folgore. Il 17 agosto ha collocato l’Afghanistan nel “mondo arabo”. Poi, rivolgendosi alle famiglie dei 52 militari caduti, ha detto: “il loro sacrificio non è stato…

La sharia è già da tempo in Europa: impariamo a combatterla qui prima che a Kabul

di Michele Marsonet, in Esteri, Quotidiano, del

Con il sangue ancora ben visibile all’aeroporto di Kabul, è iniziato il solito balletto delle distinzioni. Gli autori del massacro – ci viene detto – non rappresentano affatto il vero islam, che in realtà sarebbe pacifico, illuminato e tollerante. Chi scrive pensa sia giunto il momento di finirla con queste ipocrite finzioni. Lo spirito islamico…

Il panico pandemico sfruttato per espandere il potere statale: intervista a Hans-Hermann Hoppe

di Andrea Venanzoni, in Cultura, Quotidiano, del

Tra le moltissime esternalità negative importate dalla pandemia, senza dubbio alcuno, primeggia il sedimentarsi, nella coscienza sociale, della idea di un punto di non ritorno ormai varcato: distanziamento sociale, sfiducia nei diritti individuali e nelle libertà, sempre più compresse, ristrette, sottoposte a minaccia, l’aggressione sempre più capillare e pervasiva contro la proprietà privata (si pensi al…

Dal governo due pesi e due misure: limiti e divieti agli italiani, porte spalancate ai clandestini

di Nicholas Pellegrini, in Politica, Quotidiano, del

A pochi giorni dalla conferenza stampa del presidente del Consiglio Draghi, in cui annunciava l’entrata in vigore dal 6 agosto del Green Pass per entrare in bar e ristoranti al chiuso, ma anche per cinema, palestre, teatri – per citarne alcuni – il nostro Paese sta vivendo ancora una volta quella che possiamo chiamare ormai…

In Tunisia (come altrove in Medio Oriente) meglio i militari degli islamisti?

di Michele Marsonet, in Esteri, Quotidiano, del

Non è facile giudicare la confusa situazione che la Tunisia sta vivendo attualmente. Il presidente Kais Saied, tra l’altro noto per le sue posizioni equilibrate, ha davvero dato vita a un colpo di Stato appoggiandosi alle forze armate? Oppure sta solo cercando di evitare che nel Paese nordafricano prevalgano le componenti islamiste radicali, con il…

Il “manifesto sovranista” solleva due questioni reali dell’Ue: costituzionale e culturale

di Franco Carinci, in Politica, Quotidiano, del

Avevo appena licenziato per Atlantico un articolo, che me lo sono ritrovato nel c.d. manifesto dei sovranisti, sì da sentirmi anch’io investito dallo scandalo sollevato da tutte le forze progressiste, con, ad orchestrare le rabbie dei mass media progressisti, un Letta che, perso ormai ogni referente non solo tattico ma anche e soprattutto strategico, cerca…

Se le icone pop della sinistra Harris e Frederiksen dicono stop all’immigrazione incontrollata

di Mauro Bondì, in Esteri, Quotidiano, del

Sono giorni complicati per i progressisti di tutto il mondo. Nel giro di una settimana, un doppio riposizionamento a sinistra rischia di mandare in fumo anni passati a fare retorica sull’immigrazione e a raccontare la storiella delle “destre fasciste e razziste” da arginare e marginalizzare. Prima ci si è messa la premier danese Mette Frederiksen,…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy