• 16/10 @ 06:39, La professione antifascista della sinistra: una copertura per non fare i conti con la propria storia, di Franco Car… https://t.co/aMZlFtKxFD
  • 16/10 @ 06:38, La neolingua per giustificare il Green Pass: un ricatto diventa libertà, i ricattati diventano ricattatori, di Stef… https://t.co/ZFYoRc52iU
  • 10/10 @ 09:15, “Per una nuova destra”: la ricetta di Capezzone per riempire un vuoto nell’offerta politica, di Matteo Milanesi https://t.co/Cn7GbJGvF8
  • 10/10 @ 09:14, Pechino aumenta la pressione su Taiwan: il vero banco di prova della presidenza Biden, di Michele Marsonet https://t.co/5WOnTKSODq
  • 26/09 @ 18:07, Dopo il Covid un’altra minaccia dalla Cina: la bolla immobiliare spaventa i mercati e il Partito comunista, di Mich… https://t.co/uZuWueZRxM
  • 26/09 @ 18:06, Draghi si presenta agli industriali con la sua vecchia ricetta: svalutazione interna, di Musso https://t.co/s2vPwWJqsy

Tag germania


Draghi, il deficit come “necessità” e il Quirinale come rifugio per schivare l’iceberg

di Musso, in Economia, Politica, Quotidiano, del

Draghi ha presentato la Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (Nadef), mercoledì in conferenza stampa. Nell’occasione, egli si è guardato bene dal negare un interesse per il Quirinale: “è il Parlamento che decide”. Per poi illustrare un quadro logico-finanziario atto a sospingercelo, quasi fosse la forza delle cose. Vediamo come. * *…

Dopo il Covid un’altra minaccia dalla Cina: la bolla immobiliare spaventa i mercati e il Partito comunista

di Michele Marsonet, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Molti osservatori non comprendono che un’eventuale crisi economica e finanziaria della Repubblica Popolare Cinese avrebbe effetti deleteri nel mondo intero. Non è difficile capire il perché. La globalizzazione cui abbiamo assistito negli ultimi decenni porta, essenzialmente, il marchio cinese (e non americano come si credeva). Pechino ha dimostrato una notevole abilità legando al suo carro…

Aukus suona la sveglia per l’Europa: o con gli Usa o con la Cina, non c’è più spazio per ambiguità

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Da qualche tempo il presidente francese Macron non fa che prendere ceffoni, reali e metaforici. L’Eliseo ha reagito con una vera e propria crisi di nervi all’annuncio della partnership Aukus (Australia-Regno Unito-Stati Uniti), che per Parigi significa non solo la perdita del contratto da 56 miliardi per la fornitura dei suoi sottomarini a Canberra, ma…

G20 e riforma di Dublino: Draghi dai sogni di gloria al brusco risveglio

di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

Mario Draghi ha mostrato grande incertezza nell’inquadrare la caduta di Kabul. Il 3 luglio non ha accolto gli ultimi voli da Herat con il generale e la bandiera della Folgore. Il 17 agosto ha collocato l’Afghanistan nel “mondo arabo”. Poi, rivolgendosi alle famiglie dei 52 militari caduti, ha detto: “il loro sacrificio non è stato…

Uno spettro si aggira per l’Europa: l’asse russo-tedesco piega Biden, via libera al Nord Stream 2

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Si era ormai capito da tempo che l’amministrazione Biden avrebbe mollato l’osso Nord Stream 2, almeno dalla rinuncia ad applicare le sanzioni inflitte alla società costruttrice del gasdotto e al suo amministratore delegato, Matthias Warnig, già agente della Stasi e amico personale di Vladimir Putin. E ne era a tal punto consapevole Angela Merkel che…

Perché tutto ciò che sappiamo porta alla Troika. A meno che Draghi…

di Musso, in Economia, Quotidiano, del

Il futuro è ignoto, ma alcune cose le sappiamo: le regole del Patto di Stabilità torneranno nel 2023; arriva l’inflazione e – con essa – cesseranno gli acquisti Bce. Si svolgeranno elezioni tedesche (la bolla Verde sta esplodendo, il prossimo cancelliere sarà CDU) e francesi (Macron molto debole). Il Btp potrebbe entrare in crisi e…

Regali di Biden a Mosca e Berlino, ma Merkel resta filo-cinese (e filo-russa)

di Musso, in Esteri, Quotidiano, del

La questione russa – Il 17 marzo 2021, Biden dava a Putin dell’assassino, con probabile riferimento al capitolo dei “diritti umani”. Per risposta, Mosca conduceva esercitazioni militari al confine ucraino. E faceva dire al vice-ministro degli esteri che “la Russia respingerebbe con forza ciò che considera una inaccettabile interferenza nella propria sfera geografica di influenza”….

Disgelo Usa-Russia? Da Biden una mano tesa a Berlino che diventa un regalo immeritato a Putin

di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

La settimana appena trascorsa ci ha lasciato due importanti novità sul fronte dei rapporti russo-statunitensi. Da una parte l’incontro in Islanda tra i rispettivi mandatari degli Esteri, Blinken e Lavrov, conclusosi con una generica ma significativa dichiarazione di intenti verso una “relazione più stabile e prevedibile”; dall’altra, la rinuncia di Washington a rinnovare le sanzioni…

La battaglia di Draghi non è per l’Euro ma per le riforme: l’ultimo dividendo del vincolo esterno

di Musso, in Politica, Quotidiano, del

Draghi ha presentato il RF-Recovery Fund nazionale (o Pnrr), il 27 aprile, descrivendolo come una grande mangiatoia democristiana, condita di riforme dei dettagli più cruenti delle quali egli ha tenuto il Parlamento all’oscuro. La omissione più grande, però, la ha riservata ai tempi di incasso dei mitici euromiliardi. Ha detto al Parlamento di essere stato…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy