• 15/02 @ 17:49, Dopo 14 secoli, lo scontro di civiltà tra Islam e Occidente è destinato a continuare: la premonizione di Hilaire Be… https://t.co/VVxTDDl638
  • 15/02 @ 08:48, Il Green New Deal di AOC: tra assistenzialismo ed ecologismo radicale, altro che sogno, sarebbe l’incubo americano,… https://t.co/HziTfElXc9
  • 14/02 @ 17:37, Il mercato dell’auto rallenta, ma il motore dell’innovazione non smette di girare, ammesso che non sia la politica… https://t.co/9AXCqgbGhY
  • 14/02 @ 17:36, Catalogna: un processo ai politici, non un processo politico, di Enzo Reale https://t.co/L5ZR1zT5jj
  • 14/02 @ 07:20, L’Europa declina, è sempre più divisa sulle scelte strategiche, ma va tutto bene: Verhofstadt c’è, di @jimmomo https://t.co/kHM4dbLXXy
  • 13/02 @ 18:01, AOC, ovvero il populismo di sinistra che non fa paura, di @DanieleMeloni80 https://t.co/TUErfk3l8t

Tag francia


L’Ue, sempre più lontana dai cittadini europei, non tiene il passo dei cambiamenti

Matteo Marchesi di Matteo Marchesi, in Esteri, Quotidiano, del

Prima di Natale ho avuto l’occasione di intervistare Luca Toccalini, giovane deputato della Lega. Il suo cursus honorum è stato folgorante: classe 1990, ha conseguito gli studi superiori presso il liceo scientifico Italo Calvino di Rozzano, per poi laurearsi nel 2015 in economia e gestione aziendale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Militante tra i…

Quando l’Ue e i suoi leader erano putiniani: il vero rapporto tra Europa e Russia

di Stefano Magni, in Esteri, Quotidiano, del

“L’Onu deve avere un ‘ruolo centrale’ nella ricostruzione dell’Iraq affermano il 12 aprile da San Pietroburgo Vladimir Putin, Gerhard Schroeder e Jacques Chirac, che si incontrano per la prima volta dall’inizio dell’aggressione anglo-americana, il 20 marzo scorso. (…) I tre Paesi hanno ribadito che la loro posizione è di riportare la gestione della crisi irachena…

Tregua nel chicken game tra Governo e Commissione sulla manovra: e i polli sono due

Federico Punzi di Federico Punzi, in Economia, Politica, Quotidiano, del

Il pericoloso chicken game avviato fin dal giugno scorso dal governo gialloverde e dalla Commissione europea, le cui contrapposte infuocate dichiarazioni hanno quotidianamente infiammato lo spread, non si è concluso per fortuna con uno schianto. Ma, almeno per ora, entrambe le parti hanno abbassato lo sguardo, svicolando. Una tregua. Che tuttavia conferma la natura tutta…

Povera Francia, la grandeur è un ricordo lontano

di Roberto Penna, in Esteri, Quotidiano, del

Noi italiani, di fronte ai disservizi pubblici e ai fallimenti della politica, siamo soliti esclamare: “Povera Italia!”. Purtroppo questo capita spesso e le ragioni della frustrazione sono quasi sempre fondate. Ma anche i nostri cugini d’oltralpe, ovvero i francesi, dovrebbero iniziare, se non l’hanno già fatto, a considerare “povera”, a compatire insomma, la loro nazione….

Se Londra piange, Parigi non ride: i guai di May e Macron, che si piegano per non spezzarsi

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Politica, Quotidiano, del

La giornata di ieri ha visto i due leader di Londra e Parigi, così  diversi tra loro, per carattere, cultura e interessi, accomunati dalla stessa sorte politica, entrambi alle prese con il momento forse più critico della loro esperienza di governo. La politica ci regala spesso simili coincidenze. Panico a Downing Street. Alla vigilia del…

Gilet Jaunes: la democrazia si inceppa, se non frena i suoi appetiti fiscali. Intervista a Ferghane Azihari

di Marco Zannini, in Esteri, Politica, Quotidiano, del

Ferghane Azihari è un giovane e brillante analista politico di Parigi, il quale collabora con l’Institut de Recherches économiques et fiscales (IREF). Scrive abitualmente per Le Figaro ed altre testate, oltre ad apparire in diversi media anche a livello nazionale. Presidente degli Students for Liberty di Parigi, ha contribuito anche al progetto culturale del Mises…

Gilets jaunes: le proteste in Francia e la fine della favola Macron

di Federico Rossi, in Esteri, Quotidiano, del

La luna di miele tra i francesi ed Emmanuel Macron è durata poco più di un anno. Le proteste dei gilets jaunes (dal giubbotto catarifrangente che indossano) sono solo la punta dell’iceberg di un’insofferenza diffusa contro l’inquilino dell’Eliseo e fotografata da tempo dai sondaggi. Il macronismo, dopo settimane di sbandate, è andato a schiantarsi sul…

Libia, il punto dopo la conferenza di Palermo: successo o fallimento?

di Emilio Minniti, in Esteri, Quotidiano, del

La conferenza internazionale di Palermo conclusasi due giorni fa ha rappresentato un passaggio importante nella stategia italiana sul dossier libico. Sebbene la maggior parte degli osservatori si sia soffermata sulla ritrosia del generale Haftar, oppure sulla scelta della Merkel di non partecipare direttamente al vertice, optando, al pari della Francia, per una rappresentanza politico-diplomatica di…

Esercito Ue, Merkel corregge Macron ma è musica per le orecchie di Putin. Il pericolo del sovranismo europeista

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

È un vero peccato che il presidente francese Emmanuel Macron abbia voluto sfruttare l’occasione del centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale, celebrato lo scorso weekend a Parigi, per dare una lezione a un presidente americano – quando un secolo fa proprio l’entrata in guerra degli Stati Uniti spostò gli equilibri in campo a favore…

Stampa, media e democrazia: fuori i sepolcri imbiancati dal campo di battaglia

di Marco Gervasoni, in Media, Politica, Quotidiano, del

Questa volta Dibba ha proprio esagerato. Non può chiamare i giornalisti, “puttane”. È offensivo. Le prostitute, infatti, una loro onorabilità ce l’hanno. Si scherza. Non sono giornalista ma scrivo sui quotidiani, e quasi sempre in termini critici verso i grillini. Per di più, professore universitario, appartengo a una categoria in genere poco amata dai 5…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy