• 17/11 @ 09:19, Day by Day: gli Uffizi in trasferta negli Usa e il Vinòforum Class a Roma, di @Ferronix https://t.co/A5ez4KS2oY
  • 17/11 @ 07:04, Libia, il punto dopo la conferenza di Palermo: successo o fallimento? di Emilio Minniti https://t.co/9AL48bcxxR
  • 15/11 @ 17:44, Perché i migranti scappano dai Centri? Hawala è la parola “magica” che spiega (quasi) tutto, di Giuseppe Morabito https://t.co/hmngG9S26p
  • 15/11 @ 17:42, Il giornalismo ai tempi del governo a cinque stelle: tra francesismi e cadute di stile, di Max Del Papa https://t.co/tZ6VWljIEB
  • 15/11 @ 08:05, Il nazareno bis: un argine di cartone al populismo, di @martinoloiacono https://t.co/RHH6PfV3fr
  • 14/11 @ 16:59, Day by Day: ebraismo e Israele nel cinema e un altro importante traguardo per Palermo, di @Ferronix https://t.co/j1wzrQDgIW

Tag elezioni


La Polonia sempre più divisa verso le prossime elezioni europee

di Riccardo Boccolucci, in Esteri, Quotidiano, del

Le elezioni amministrative polacche, tenutesi domenica 4 novembre, hanno evidenziato una forte spaccatura all’interno del Paese. Da una parte, le grandi città, moderne e cosmopolite, caratterizzate da una radicata vena europeista; dall’altra, le campagne, ancora legate ad una forte tradizione conservatrice. Con un’affluenza superiore al 55 per cento – cifre che noi italiani possiamo solo…

La blue wave alla Camera si è infranta sul red wall al Senato. Missione compiuta per Trump, vittoria mutilata per i Dem

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Niente surf per i Dem e niente “Trump surprise” come nel 2016. I Democratici conquistano la Camera, i Repubblicani vincono al Senato dove rafforzano la loro maggioranza. Tutto secondo lo scenario più probabile. Se è in linea con la storia delle midterm che il partito che detiene la Casa Bianca patisca la perdita di una…

L’esperança chiamata Bolsonaro

di Pietro Bassi, in Esteri, Quotidiano, del

Pochi giorni fa si è votato per l’elezione del presidente della repubblica federale del Brasile e Jair Messias Bolsonaro ha ottenuto la maggioranza con il 46 per cento dei suffragi mentre Haddad, uomo dell’ex presidente Lula da Silva, attualmente detenuto nelle patrie galere brasiliane con una condanna a dodici anni per corruzione, si è fermato…

Lo tsunami bavarese apre una settimana ad alta tensione per l’Ue, alle prese con Brexit e manovra italiana

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Siamo ancora in attesa dei dati definitivi, ma ormai lo tsunami elettorale in Baviera è cosa certa e non resta che valutarne i contraccolpi, sia a livello nazionale che europeo. Ad essere travolto, infatti, dalle ondate dei Verdi da sinistra, e di Afd e FW (Freie Wähler) da destra, potrebbe non essere solo il cosiddetto…

Collasso Pd e crisi della socialdemocrazia europea: élite in decadenza e politica delle minoranze non bastano. Intervista a Marco Gervasoni

di Martino Loiacono, in Politica, Quotidiano, del

Intervista a Marco Gervasoni, editorialista del Messaggero, professore di storia contemporanea all’Università del Molise e storia comparata dei sistemi politici all’Università Luiss di Roma. MARTINO LOIACONO: Professore, partiamo subito dalle clamorose disfatte di Pisa, Siena e Massa: che significato hanno per il Pd? Possiamo parlare di orlo del baratro per il partito di Martina? MARCO…

Turchia al voto: bloody nose per il Sultano Erdogan?

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

It’s the economy, stupid. È come sempre il portafogli a decidere come la gente pensa. Quindi, anche come vota. Domenica 24 giugno la Turchia andrà al voto per eleggere il suo nuovo presidente e per rinnovare il mandato della Grande Assemblea Nazionale Turca. I sondaggi delle ultime settimane registrano una sorpresa: Recep Tayyip Erdoğan potrebbe…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy