• 15/11 @ 09:24, L’isteria antipopulista genera mostri, anche quando non ci sono: il caso britannico, di @dariomazzocchi https://t.co/nOhEuoNWD9
  • 15/11 @ 09:22, Riappare ma anche no: quanti Giuseppi Mifsud ci sono? Tutte le contraddizioni del misterioso audio, di Federico Pun… https://t.co/HOiMFkBmXs
  • 15/11 @ 06:10, Condannati senza appello a restare insieme, il Pd trascinato a fondo dai 5 Stelle, di Franco Carinci https://t.co/EkKifZbb6J
  • 15/11 @ 06:07, Ecco le dieci peggiori fake news su Brexit, di @DanieleMeloni80 https://t.co/KJLCid2HzE
  • 15/11 @ 06:02, L’Ue e due docenti italiani al servizio della propaganda islamista di Erdogan, di Anna Bono https://t.co/vJSEa3Taox
  • 14/11 @ 20:55, Minima Politica – Per la sinistra l’avversario buono è quello morto: la memoria politicamente corretta, di Dino Cof… https://t.co/vayHTtDSBh

Tag elezioni


Sánchez perde la scommessa elettorale: Spagna sempre più ingovernabile

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Se la ripetizione elettorale era una scommessa personale di Pedro Sánchez, si può ben dire che il presidente del Governo l’ha persa strepitosamente. Convocato con l’intenzione di rafforzare la sua maggioranza parlamentare per poter governare in solitario, il voto non solo non ha confermato la crescita sperata ma ha lasciato il Partito Socialista (PSOE) –…

Al voto Kentucky, Louisiana e Mississippi: tre stati nel cuore del Sud scelgono il loro prossimo governatore

Avatar di Osservatore Repubblicano, in Esteri, Quotidiano, del

Questo martedì 5 novembre in Kentucky e in Mississippi, il 16 novembre in Louisiana, si terranno le attese elezioni dei governatori del 2019. Una sfida che si gioca tutta nel Sud degli Stati Uniti, il cuore conservatore e repubblicano, negli Stati più “fedeli” ai Repubblicani. La scorsa edizione, nel 2015, si era chiusa con un…

Il trionfo di Kurz: i Popolari vincono con ricette di destra su tasse, sicurezza e immigrazione

Avatar di Federico Rossi, in Esteri, Quotidiano, del

Domenica scorsa si sono tenute le elezioni politiche in Austria. Il voto anticipato si è reso necessario dopo la fine del primo governo guidato da Sebastian Kurz, caduto dopo l’uscita della destra (FPÖ) dalla maggioranza, causata dallo scandalo Ibiza in cui è rimasto coinvolto l’ex leader dell’FPÖ Strache. L’ÖVP, il partito popolare dell’ex cancelliere Kurz,…

L’ultima battaglia di Netanyahu. Israele di nuovo al voto

Avatar di Federico Rossi, in Esteri, Quotidiano, del

Oggi i cittadini di Israele si recheranno alle urne. Era già successo il 9 aprile, nessuno è riuscito a formare un governo e quindi si torna ai seggi.Benjamin Netanyahu è in campo per quella che potrebbe essere la sua ultima battaglia. Infatti Bibi, che a causa del mancato sostegno di Yisrael Beiteinu di Avigdor Lieberman…

Un’indagine sul sistema Putin/1 – Proteste ed elezioni, sfida al Cremlino. I russi guardano a occidente

Avatar di Enzo Reale, in Esteri, Quotidiano, del

Pubblichiamo un’indagine in due parti sul “sistema Putin”. La seconda parte sarà pubblicata domani, sabato 14 settembre Sorpresa relativa nel voto per il rinnovo della Duma (Parlamento) di Mosca: il partito del presidente Russia Unita ha confermato la maggioranza assoluta con 25 seggi su un totale di 45 ma ha perso consistenza a favore del…

Salvini rompe gli indugi e va all-in. Per chi invoca San Spread e fronti popolari il risveglio potrebbe essere traumatico

Federico Punzi di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Il Project Fear si complica: la crisi, possibili elezioni e vittoria di Salvini non spaventano l’agenzia di rating Fitch. Anzi… L’avevamo scritto all’indomani delle elezioni europee, e della conferenza stampa in cui il presidente del Consiglio Conte ventilò l’ipotesi di dimettersi se i due vicepremier non avessero abbassato i toni: si apriva una fase politica…

Di Maio galleggia, come quei vecchi politicanti di professione che i grillini detestavano tanto

Avatar di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Quando un leader politico conduce alla vittoria il proprio partito o schieramento, ben difficilmente viene messo in discussione, quand’anche fosse odiato da molti dei suoi. Se però si verifica il contrario, e i consensi elettorali vengono meno, scattano subito i distinguo delle eventuali minoranze interne. Si tratta di una logica del tutto normale in politica,…

Il Belgio si conferma frammentato e cartina tornasole delle dinamiche europee

Avatar di Federico Rossi, in Esteri, Quotidiano, del

Il 21 dicembre scrivevo su Atlantico della crisi del governo belga. Il primo ministro Michel vide sgretolarsi la sua maggioranza a causa del suo appoggio al Global Compact, il documento Onu sull’immigrazione. La fine del governo di Bruxelles era l’inizio della campagna per le europee. Domenica con il voto anticipato, congiuntamente a quello per il…

Non solo sovranisti e populisti: l’Ue di Merkel e Macron sotto assedio da più parti

Avatar di Roberto Penna, in Esteri, Quotidiano, del

Il vento anti-establishment continua a soffiare forte nel Vecchio Continente, così come resta elevata la mobilità dell’elettorato in quasi tutti i Paesi europei. Rimane la ricerca di qualcosa di nuovo, di un qualcos’altro la cui bontà o meno dipende chiaramente dai vari punti di vista e dalle diverse situazioni, Paese per Paese. Ciò è stato…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy