• 23/05 @ 12:47, Se la Mogherini ignora le sanzioni di Trump: il conto sull’Iran lo pagheranno le imprese italiane ed europee https://t.co/nq2qM9YuSR
  • 23/05 @ 12:43, Fuori dalle tifoserie politiche, lontano dagli hooligans: il diritto a non essere militarizzati, a non avere pregiu… https://t.co/DG7ZzlCpPC
  • 22/05 @ 12:38, “Pessimismo, ma idee forti per Italia ed Europa. Spesa e tasse cartina tornasole”. Cosa scrisse Paolo Savona per At… https://t.co/avclEi0N6F
  • 22/05 @ 12:38, Pompeo detta le condizioni all’Iran. E al Congresso già si lavora per mettere l’Europa davanti a un bivio, di… https://t.co/KwgujbmMvW
  • 21/05 @ 19:14, La “Seconda lettera agli amici tedeschi”, di Paolo Savona, di @Capezzone https://t.co/KdDWru2my5
  • 21/05 @ 19:12, Arabia Saudita: la sfida di MBS contro il Deep State religioso, gli Ulema, di Francesco Cirillo https://t.co/MvAZWMHW4i

Tag elezioni


Fuori dalle tifoserie politiche, lontano dagli hooligans: il diritto a non essere militarizzati, a non avere pregiudizi, a “spacchettare” le questioni

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Media, Politica, Quotidiano, Rubriche, del

Un politologo acuto come Luigi Di Gregorio lo spiega da tempo: per la piccola Italia, quella del 4 marzo è stata la prima campagna elettorale nazionale anche “social”, anche giocata nella tempesta emotiva perpetua (ventiquattr’ore su ventiquattro, senza interruzioni) che i social media determinano, e con una rissa costante non solo tra i leader politici…

Verso l’accordo Salvini-Di Maio: cosa dobbiamo aspettarci? Un governo di “unità nazionale”?

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Come ha acutamente osservato il nostro Mattia Magrassi, il via libera di Berlusconi al governo Lega-M5S potrà essere “benevolo”, ma mai gratuito. L’ex Cav, in cerca di riabilitazione da Strasburgo, ha dato prova di saper difendere i suoi interessi, ma qualcuno dovrà pur cominciare a riconoscergli che nonostante il violento defenestramento del 2011, ha responsabilmente…

Italia: elezioni del 4 marzo 2043

di Giancarlo Pagliarini, in Politica, Quotidiano, del

Mercoledì 4 marzo 2043, si è svolta la seconda GE (giornata elettorale). Sono stati eletti tutti i membri del Parlamento della XXIV legislatura e i presidenti di tutte le Regioni. Hanno votato l’85 per cento degli aventi diritto, molto più del 73 per cento del marzo 2038, quando erano stati eletti i membri della XXIII….

Ecco perché l’Italia ha bisogno di presidenzialismo e maggioritario

di Martino Loiacono, in Politica, Quotidiano, del

Dopo quasi due mesi di stallo finalmente è chiaro: nessuno ha vinto le elezioni del 4 marzo. Né la Lega né il Movimento 5 Stelle. Infatti, nel sistema sostanzialmente proporzionale disegnato dal Rosatellum, per governare autonomamente era necessario raggiungere il 51 per cento dei consensi, percentuale irraggiungibile per tutti i partiti e tutte le coalizioni…

Old Tories: i Conservatori lottano per sopravvivere, i giovani guardano a Corbyn

di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Il Partito conservatore guarda avanti con un’espressione corrucciata: sono tante le questioni che popolano i suoi pensieri, prima fra tutte Brexit, ma anche quelle legate alla leadership di Theresa May, alla politica interna, all’economia e, inevitabilmente, alla tornata elettorale del prossimo mese, quando saranno in gioco 150 consigli locali tra cui quelli di Londra. Il…

Zuckerberg al Congresso Usa: il rischio che Facebook diventi l’incubo del controllo che si vorrebbe evitare

di Federico Punzi, in Media, Politica, Quotidiano, del

Gli scambi tra il fondatore e ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, e un paio di senatori della Commissione commercio del Senato americano, martedì, nel primo giorno di audizioni sul caso Cambridge Analytica, sono rivelatori del pantano in cui ci stiamo immergendo con questa storia dell’uso dei dati e delle interferenze nelle campagne elettorali tramite i…

E se il “centro” fosse il Movimento 5 Stelle?

di Federico Cartelli, in Politics App, Rubriche, del

L’Italia è l’unico Paese europeo dove le urne hanno sonoramente bocciato – e reso anche numericamente impossibili – le “larghe intese”: non è un caso che i grandi sconfitti delle ultime elezioni siano proprio i partiti che si erano resi protagonisti del patto del Nazareno. Il panorama politico italiano si muove così in controtendenza rispetto…

100 per cento di attenzione per Palazzo e politics, sparite dai radar policies e programmi. Ce lo possiamo permettere?

di Daniele Capezzone, in Giuditta's Files, Rubriche, del

Per carità, non drammatizziamo. Oggi è il giorno in cui inizia (e finisce?) la partita della presidenza delle Camere, e quindi era in qualche misura inevitabile che da una settimana l’attenzione politica e giornalistica si posasse su questi incarichi e sul relativo toto-nomi. Contestualmente, era scontato che – più o meno in parallelo – iniziasse…

L’Italia ha bisogno di idee liberali, realismo e attributi

di Roberto Penna, in Politica, Quotidiano, del

Berlusconi e Renzi pensavano di accaparrarsi la gestione del caos inevitabilmente prodotto dal Rosatellum, ma le cose sono andate in maniera diversa, perlomeno in buona parte. La perversa legge elettorale ha in effetti svolto il proprio lavoro, generando caos politico e negando a tutti gli schieramenti in campo una maggioranza valida per governare, però gli…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy