• 20/06 @ 19:38, Una bussola per l’Europa: in uscita il nuovo numero cartaceo di Atlantico https://t.co/V8heUbZs5d
  • 20/06 @ 12:18, Gli Usa di Trump chiedono alla Russia il rilascio di 150 prigionieri politici e religiosi. In Europa leggeremo la n… https://t.co/ag9ctoBXmZ
  • 20/06 @ 06:50, Su immigrazione, difesa e controllo dei suoi confini, l’Ue rischia il collasso. La lezione di Ferguson, di @jimmomo https://t.co/nCw5qvUlPS
  • 19/06 @ 20:01, Errori di analisi dei mainstream media e nuova frontiera sinistra-destra, di @dariodedi https://t.co/TOeA4QzXXS
  • 19/06 @ 13:18, Trump, Kim e il cinema della politica, il commento di @masstrovato https://t.co/x1OOl5hVrd
  • 19/06 @ 08:30, Parte male Di Maio su sharing e gig economy. Se levi i “lavoretti”, non avrai un “lavorone”, di @Capezzone https://t.co/Eh6Sd9Xvky

Tag commercio internazionale


Non solo una disputa commerciale: il significato geopolitico dell’arma dei dazi impugnata da Trump

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

L’America ha dichiarato una guerra (commerciale) contro i suoi “amici” europei, o sono i suoi “amici” che da anni le muovono una guerra strisciante? Non è una domanda dalla risposta scontata. Il principale argomento usato dai leader europei per contestare la decisione dell’amministrazione Trump di far scattare anche nei confronti dell’Ue i dazi su acciaio…

Se la Mogherini ignora le sanzioni di Trump: il conto sull’Iran lo pagheranno le imprese italiane ed europee

Atlantico Quotidiano di Atlantico Quotidiano, in Esteri, Quotidiano, del

I ragazzi di Teheran – Gaiaitalia.com Scriveva ieri sul Corriere il noto economista italiano Lorenzo Bini Smaghi che l’ipotesi del prossimo governo Lega-M5S di togliere unilateralmente le sanzioni alla Russia causerebbe un enorme danno alle aziende italiane, particolarmente nel medio termine. Questo perché, ovviamente, una decisione unilaterale italiana determinerebbe una reazione dei partner europei e…

I marchi DOP e IGP: i rischi delle gabbie regolatorie

di Vittorio Casali De Rosa, in Economia, Quotidiano, del

Le certificazioni IGP e DOP sono state al centro dell’operato del Ministero per le politiche agricole e forestali durante la passata legislatura, alla rincorsa della ‘tutela del prodotto italiano’ nell’unico modo in cui la politica ha la pretesa di farlo: con altre leggi. I prodotti legati a tali marchi seguono un processo dettagliatamente descritto all’interno…

L’Africa sta provando a rialzarsi e lo sta facendo attraverso il libero scambio

di Graziano Davoli, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Poco meno di un mese fa, a Kigali, capitale del Ruanda, è stata scritta una pagina importantissima della storia del continente africano, soprattutto dell’Africa subsahariana. Vediamo di cosa si tratta. Nella capitale di uno dei paesi più poveri dell’Africa orientale, si sono incontrati i leader di 44 paesi africani per sottoscrivere un accordo finalizzato a…

Contrordine compagni: Trump ha ragione, la Cina non è la paladina del libero commercio

di Federico Punzi, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Ricordate a gennaio dello scorso anno, il Gotha finanziario globale riunito a Davos e tutte le principali testate, italiane e internazionali, ai piedi del leader cinese Xi Jinping, dipinto come “alfiere della globalizzazione” e del libero commercio? Niente di più lontano dalla realtà, una vera e propria fake story, accreditata dai mainstream media e dai…

Dazi: un po’ di storia e le implicazioni della scelta di Trump

di Diletta Gargano, in Economia, Quotidiano, del

L’etimologia della parola dazio è da rinvenire nella tradizione linguistica latina, in cui al datium seguiva l’azione del dare, del consegnare. Tale accezione è ancor oggi estremamente attuale laddove in campo economico il dazio individua quell’imposta ai flussi di beni importati dall’estero che ha origine in esigenze e scelte di politica economica di ogni singolo…

Dove sbaglia la sinistra: riconoscere i limiti dell'”apertura” per salvaguardare le democrazie liberali

di Federico Punzi, in Politica, Quotidiano, del

Naturalmente legittimo, e forse anche opportuno che il Pd resti all’opposizione, rifiuti di sostenere, sia pure con una “non sfiducia”, un eventuale governo di centrodestra o del Movimento 5 Stelle. Quello che è comprensibile dal punto di vista umorale, ma molto meno da quello politico, è invece evocare una sorta di dovere in capo a…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy