• 16/10 @ 06:39, La professione antifascista della sinistra: una copertura per non fare i conti con la propria storia, di Franco Car… https://t.co/aMZlFtKxFD
  • 16/10 @ 06:38, La neolingua per giustificare il Green Pass: un ricatto diventa libertà, i ricattati diventano ricattatori, di Stef… https://t.co/ZFYoRc52iU
  • 10/10 @ 09:15, “Per una nuova destra”: la ricetta di Capezzone per riempire un vuoto nell’offerta politica, di Matteo Milanesi https://t.co/Cn7GbJGvF8
  • 10/10 @ 09:14, Pechino aumenta la pressione su Taiwan: il vero banco di prova della presidenza Biden, di Michele Marsonet https://t.co/5WOnTKSODq
  • 26/09 @ 18:07, Dopo il Covid un’altra minaccia dalla Cina: la bolla immobiliare spaventa i mercati e il Partito comunista, di Mich… https://t.co/uZuWueZRxM
  • 26/09 @ 18:06, Draghi si presenta agli industriali con la sua vecchia ricetta: svalutazione interna, di Musso https://t.co/s2vPwWJqsy

Tag brexit


“The Road to Somewhere”, di David Goodhart: la frattura nella società da cui prende forma il populismo

di Matteo Milanesi, in Libri, Recensioni, del

Un’analisi della società inglese, del risultato della Brexit e dell’avvento dei populisti in tutta Europa. David Goodhart, giornalista e commentatore inglese, nel suo “The Road to Somewhere”, spiega abilmente le cause principali che hanno portato alla nascita del “Knockback” – contraccolpo – delle democrazie occidentali: il populismo. Il libro non parla di una differenziazione basata su…

Ue sempre più “Rogue State”: pensano di risolvere con bullismo anti-mercato i loro fallimenti sui vaccini?

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Ci risiamo. Con un brutto fallo di frustrazione, una volta accortasi delle falle nei suoi contratti per i vaccini anti-Covid, Bruxelles aveva già provato, poco più di un mese fa, a bloccare le dosi destinate ad altri Paesi. Come riportammo in quei giorni, la Commissione aveva deciso infatti di bloccare le forniture di vaccini dirette…

Restaurazione globalista in atto: sarà “totalitaria”, o dovrà fare i conti con la realtà (e con i suoi avversari)?

di Fabrizio Borasi, in Esteri, Politica, Quotidiano, del

Dopo la fine della presidenza Trump, a partire dagli Stati Uniti ha preso il via in tutti i Paesi occidentali quella che appare a tutti gli effetti una vera e propria “restaurazione” della visione del mondo globalista e politicamente corretta “senza se e senza ma”, volta a ripristinare e a rafforzare a livello mondiale i…

La vera variante inglese: sui vaccini il modello è quello del “negazionista” Johnson

di Daniele Meloni, in Esteri, Media, Quotidiano, del

Vuoi vedere che aveva ragione Boris Johnson? Il piano di vaccinazioni inglese corre a tutta velocità dopo lo smarcamento di Londra dall’Unione europea e nel Regno Unito si parla di fine del lockdown, progetti per le vacanze estive, ripresa dell’economia, mentre la sterlina è ai massimi da tre anni. Un mondo di distanza rispetto a…

Autogol Ue: il blocco dei vaccini per l’Irlanda del Nord indigna tutti e smaschera l’ipocrisia di Bruxelles

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Con una telefonata nella serata di venerdì Boris Johnson e Ursula Von Der Leyen hanno messo fine a una giornata di tensioni tra Londra e Bruxelles, causata dalla decisione, da parte della Commissione, di rompere unilateralmente il Northern Ireland Protocol (NIP) firmato a latere dell’accordo sulla Brexit e interrompere le forniture di vaccini per l’Irlanda…

Trump e Brexit lo dimostrano: il vero pericolo per la libertà economica è la centralizzazione

di Marco Faraci, in Economia, Politica, Quotidiano, del

Il “pericolo dazi” viene usato come spauracchio contro i “sovranismi”, per sostenere politiche di centralizzazione, ma è questa il vero pericolo per la libertà economica. Con Trump gli Usa non si sono certo ritirati dal commercio mondiale. E tra Regno Unito e Ue si continueranno a intrattenere relazioni economiche win-win, senza che siano più in…

L’abisso tra la Global Britain e un’Italietta allo sbando che non ha una vaga idea del proprio posto nel mondo

di Davide Rossi, in Politica, Quotidiano, del

Il Regno Unito esce brillantemente dal duro negoziato con l’Ue sulla Brexit. Boris Johnson, nella migliore tradizione inglese, in una situazione difficilissima ha giocato all’offensiva. Se n’è infischiato delle critiche e delle profezie di sventura degli europeisti in patria e soprattutto all’estero. Ha impugnato lo spauracchio del no deal e ne ha fatto una bandiera….

Healing Britain: fatta la Brexit, ora BoJo può concentrarsi su uscita dal Covid e ripresa economica

di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Messaggio da Oltremanica a poche ore dall’annuncio dell’accordo raggiunto tra Regno Unito e Unione europea: Boris è un ottimo giocatore di poker. Poche parole che riassumono l’ultima fase di trattative sulla travagliata saga Brexit: quattro anni di scontri, mezzi passi avanti e tanti passi indietro, governi pericolanti e leadership da consolidare, e una pandemia a…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy