• 19/01 @ 16:05, Ancora sangue in Kenya, ma la Jihad in Africa è ancora sottovalutata, di Anna Bono https://t.co/ODpLU5TMvH
  • 18/01 @ 19:26, Cento anni dopo, la lezione dell’Appello ai liberi e forti di don Luigi Sturzo, di Giuseppe Portonera https://t.co/l2qhPsr7vR
  • 18/01 @ 07:14, Battisti ma non solo: molti i terroristi ancora in fuga dalle proprie responsabilità, di Roberto Penna https://t.co/jZXJBlwM8D
  • 18/01 @ 07:12, Day by Day: Napoli capitale eterna della pizza, a luglio le Olimpiadi, di @Ferronix https://t.co/f66IWcueue
  • 16/01 @ 17:55, Stallo Brexit: come ci siamo arrivati e perché non possiamo permetterci di deridere Westminster, di @jimmomo https://t.co/oXAJnkPpBI
  • 16/01 @ 09:01, L’ecotassa allontana Fca dall’Italia. Investimenti e lavoro a rischio per le smanie ecologiste, di @ric_boccolucci https://t.co/mueSqlfrZR

Tag brexit


Stallo Brexit: come ci siamo arrivati e perché non possiamo permetterci di deridere Westminster

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Persi due anni e mezzo, dal referendum del giugno 2016 sulla Brexit, ci ritroviamo oggi sia politicamente che “psicologicamente” al punto di partenza. Nessun passo avanti, nessun elemento di chiarezza, nessun punto fermo che possa aiutare i cittadini sia al di là che al di qua della Manica a orientarsi su quanto accadrà nel prossimo…

“Brexit. La Sfida”, questa settimana esce l’ebook. Gli errori di Londra e la miopia dell’Ue

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Alla vigilia del voto della Camera dei Comuni sull’accordo di divorzio negoziato dal governo May con Bruxelles, pubblichiamo ampi estratti dell’articolo “Tagliando alla Brexit: gli errori di Londra e la miopia dell’Unione europea”, che troverete nell’edizione ebook di “Brexit. La Sfida”, che sarà disponibile da questa settimana nei principali store online Sebbene la sorte dell’accordo…

Il “diritto di exit”. Perché, col senno di poi, la Brexit resta necessaria

di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

Contrariamente a quanto racconta qualche giornale europeo, a poche settimane dalla data “fatidica”, in Gran Bretagna non esiste nessun rimpianto maggioritario per la scelta di abbandonare l’Unione europea – non esiste alcun “Bregret”. I sondaggi in merito alla fuoriuscita dall’Ue non si sono mai sostanzialmente spostati e l’assenza di un qualche cambio di umore in…

Se Londra piange, Parigi non ride: i guai di May e Macron, che si piegano per non spezzarsi

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Politica, Quotidiano, del

La giornata di ieri ha visto i due leader di Londra e Parigi, così  diversi tra loro, per carattere, cultura e interessi, accomunati dalla stessa sorte politica, entrambi alle prese con il momento forse più critico della loro esperienza di governo. La politica ci regala spesso simili coincidenze. Panico a Downing Street. Alla vigilia del…

Punto Brexit: a Londra il Parlamento è già tornato protagonista. È la democrazia, bellezza

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Il giorno decisivo avrebbe dovuto essere martedì prossimo, 11 dicembre, con la votazione della House of Commons sull’accordo raggiunto tra Theresa May e l’Unione europea per sancire definitivamente i termini del divorzio. Quindi sarebbe dovuta trascorrere ancora una settimana fatta di tessiture da parte del primo ministro per raccogliere i numeri necessari a superare la…

L’Italia a trazione leghista e pentastellata, euroscettica, che però sulla Brexit si allinea a Bruxelles

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Il coraggio dei cittadini che scelgono la libertà dalla lobby finanziaria, sconfiggono i poteri forti, esprimendosi con un voto storico. È il 24 giugno del 2016, dal Regno Unito arrivano i risultati del referendum su Brexit e alcuni personaggi di spicco della Lega, tra cui ovviamente il leader Matteo Salvini, si affidano ai social network…

Euroscetticismo: quello vero, basato sui principi, e l’ammuina per non pagare il conto

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Uno dei maggiori equivoci della narrazione di questi ultimi anni è che la politica italiana sia ormai in maggioranza favorevole, se non per lo meno possibilista, alla prospettiva di un’uscita del nostro Paese dall’Euro, se non addirittura dall’Unione europea. Secondo la vulgata, la coalizione tra Movimento 5 Stelle e Lega rappresenterebbe il primo governo italiano…

Lo tsunami bavarese apre una settimana ad alta tensione per l’Ue, alle prese con Brexit e manovra italiana

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Siamo ancora in attesa dei dati definitivi, ma ormai lo tsunami elettorale in Baviera è cosa certa e non resta che valutarne i contraccolpi, sia a livello nazionale che europeo. Ad essere travolto, infatti, dalle ondate dei Verdi da sinistra, e di Afd e FW (Freie Wähler) da destra, potrebbe non essere solo il cosiddetto…

L’esito di Brexit passa anche dal porto di Rotterdam

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Ha ricordato il legame personale con quella terra, dove ha anche studiato da adolescente, in Galles; ha reso tributo alla cultura, alla tradizione politica liberale e al sense of humor che lo allieta in ogni occasione, ma pure espresso preoccupazione per gli effetti che Brexit potrebbe avere sui rapporti commerciali e ha dichiarato di sostenere…

Se ai tempi dell’Ue la geografia è diventata un’opinione, Team Europe rimette in ordine i confini

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Ma i britannici saranno ancora europei? Conviene cominciare a porsela la domanda, visto che prima o poi Brexit si concretizzerà in un modo o nell’altro e la bandiera dell’Unione europea perderà una stella per strada. Geograficamente sì, ma la geografia oggigiorno è un’opinione, specialmente se il pensiero consolidato nel Vecchio continente da iniziative, campagne politiche,…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy