• 14/12 @ 19:58, Day by Day: Roma capitale dell’olio extravergine e Piero della Francesca a San Pietroburgo, di @Ferronix https://t.co/rtOKO0hrb0
  • 14/12 @ 08:27, Da riscrivere la favoletta dei media buoni e di Trump cattivo, di @martinoloiacono https://t.co/kq9QDvfpTB
  • 14/12 @ 08:26, Altro che realismo, su Hezbollah omertà che non fa bene a nessuno e non aiuta la pace, di Dorian Gray https://t.co/OBt9ozSWdn
  • 13/12 @ 11:23, Lo Stato Islamico “de-materializzato” e il futuro della lotta al terrorismo, di Giuseppe Morabito https://t.co/X7a0BVNPYs
  • 13/12 @ 07:30, Israele spartiacque di civiltà: imbarazzante l’impotenza di Unifil, non Salvini su Hezbollah, di @jimmomo https://t.co/MFNLCqhpaf
  • 12/12 @ 17:05, Dal Censis a quegli applausi alla Scala: foto sociali fuori fuoco, di @MaxDelPapa https://t.co/bL1RhzHXtq

Day by Day: in volo per le Fiji e Vinòforum a lungotevere Diaz

di Gianfranco Ferroni, in Day by Day, Rubriche, del

British Airways e Fiji Airways, la compagnia aerea di bandiera delle Fiji, lanciano una partnership che aprirà nuove rotte tra Londra e il sud del Pacifico. Disponibili voli con partenza da Singapore, Los Angeles o San Francisco diretti a Nadi, la porta delle Fiji. Una partnership che garantisce ai clienti una facile esperienza di prenotazione one-stop-shop e permette loro di guadagnare punti fedeltà Avios su entrambe le compagnie aeree: sui vettori Fiji Airways e sui servizi di British Airways. Rishi Kapoor, Head of Alliances della British Airways, ha dichiarato: “Siamo lieti di collaborare con Fiji Airways e di accoglierli nella famiglia Oneworld. Siamo estremamente lieti che i clienti possano ora prenotare i voli per questa splendida destinazione direttamente su ba.com. Riteniamo che questi accordi in code-sharing renderanno le Fiji ancora più popolari tra i viaggiatori europei offrendo loro una rete di collegamenti più efficiente e un’esperienza di viaggio confortevole e senza interruzioni”. E Andre Viljoen, a.d. e ceo di Fiji Airways, ha aggiunto: “Siamo estremamente orgogliosi di intraprendere un accordo di code-sharing con British Airways per offrire ai viaggiatori dal Regno Unito un comodo accesso alla nostra casa: le Fiji, uno delle destinazioni turistiche più ambite del mondo. Ciò è particolarmente significativo per noi in quanto British Airways è il nostro terzo sponsor Oneworld. Inoltre, in virtù del legame storico tra Fiji e Gran Bretagna, e con migliaia di fijiani che prestano servizio nell’esercito britannico, la nostra partnership renderà più facile anche le visite di famiglie e amici”.

***

La Fondazione Marisa Bellisario ha assegnato le “Mele d’Oro” della XXX edizione del Premio Marisa Bellisario “Donne ad alta quota”, nato nel 1989 e ispirato alla memoria della prima donna top manager italiana. Per il secondo anno, uno speciale riconoscimento è stato conferito a due imprese, una piccola e una di medie dimensioni, che si sono distinte nella gestione della gender diversity, attraverso politiche e strategie di sviluppo, promozione delle carriere femminili, azioni innovative ed efficaci di welfare aziendale: è il premio “Women Value Company Intesa Sanpaolo”, istituito dalla Fondazione Marisa Bellisario e dal Gruppo Intesa Sanpaolo con l’obiettivo di coinvolgere le imprese in un percorso di empowerment femminile e dare visibilità alle pratiche più virtuose e innovative. Ad aggiudicarsi il premio sono state Zeta Service, con sede principale a Milano, che offre alle medie e grandi aziende servizi di amministrazione del personale, consulenza del lavoro e sviluppo del capitale umano; e Arterra Bioscience, piccola impresa biotech con sede a Napoli, che sviluppa tecnologie innovative per l’individuazione di molecole ad attività dermo-cosmetica. Silvia Bolzoni, presidente e amministratore delegato Zeta Service, e Gabriella Colucci, amministratore delegato Arterra Bioscience, riceveranno il riconoscimento domani a Roma da Teresio Testa, responsabile Direzione Sales & Marketing Imprese della Banca dei Territori Intesa Sanpaolo, nel corso della cerimonia di premiazione delle “Mele d’Oro”, che andrà in onda su Raidue il 19 giugno. Il successo dell’iniziativa “Women Value Company Intesa Sanpaolo” è testimoniato dai numeri: 460 le imprese che si sono autocandidate al premio, 110 quelle che hanno superato la selezione.

***

Roberto Wirth ha ricevuto un premio speciale dalle mani dell’ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia Lewis M. Eisenberg, in occasione del settantesimo anniversario del Programma Fulbright in Italia, celebrato presso il ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Alla base del riconoscimento, l’impegno che da oltre venticinque anni Wirth dedica alla promozione dei diritti dei bambini sordi da 0 a 6 anni, primo fra tutti il diritto a una piena soddisfazione dei loro bisogni specifici. Wirth, proprietario e general manager dell’Hotel Hassler di Roma, sordo profondo dalla nascita, comprende pienamente le esigenze dei piccoli nati sordi come lui. Proprio pensando a loro, nel 1992 ha istituito la borsa di studio oggi denominata “Fulbright-Roberto Wirth” e ha intrapreso la collaborazione con il Programma Fulbright. L’obiettivo della borsa è far sì che i giovani studenti italiani abbiano l’opportunità di specializzarsi alla Gallaudet University, Washington D.C. (Usa), il più rinomato ateneo al mondo bilingue (american sign language e inglese), accessibile agli studenti sordi, che forma professionisti nell’ambito della sordità. Qui, ogni anno, un borsista “Fulbright – Roberto Wirth” si immerge nello studio e si prepara per realizzare un progetto innovativo di cui beneficeranno i piccoli sordi italiani, in ambito psicologico ed educativo. “Ringrazio la commissione Fulbright per gli scambi culturali fra l’Italia e gli Stati Uniti. Questo premio per me è il simbolo di un’amicizia che mi auguro possa crescere nel futuro. Ogni anno, in Italia, un bambino su 1000 nasce sordo e sin dai primi mesi necessita di un supporto adeguato per una crescita positiva. La borsa di studio contribuisce a soddisfare questa necessità”, ha voluto sottolineare Wirth, che dedica il suo impegno anche al Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi (Cabss), onlus da lui fondata e presieduta con l’obiettivo di offrire programmi di intervento precoce, unici in Italia, ai bambini sordi e sordociechi da 0 a 6 anni e alle loro famiglie. La cerimonia del Programma Fulbright in Italia è stata aperta dal ministro degli affari esteri Enzo Moavero Milanesi, dall’ambasciatore americano e dall’executive director della commissione, Paola Sartorio.

***

Ha aperto le porte al pubblico la quindicesima edizione di Vinòforum Lo Spazio del Gusto, l’evento che fino a domenica 24 giugno farà di Roma la capitale dell’enogastronomia. Negli ampi spazi di lungotevere Maresciallo Diaz, presenti oltre 500 aziende vitivinicole, per un totale di circa 2.500 etichette in degustazione. In scena inoltre cene esclusive, incontri formativi e di approfondimento per neofiti e appassionati dedicati a grandi vini, distillati, mixology e olio extravergine, che vedranno protagonisti decine di chef stellati, maestri pizzaioli, esperti e degustatori d’eccezione. Ricchissimo il programma del primo week-end di manifestazione. Per Cucine a Vista, venerdì 15 e sabato 16 giugno saranno presenti i temporary restaurant degli stellati Roy Caceres (Metamorfosi), Igles Corelli (Mercerie), Alessandro Narducci (Acquolina), Stefano Marzetti (Mirabelle) e Nicola Damiani (Osteria di Passignano). Domenica 17 cambio della guardia con Maurizio e Sandro Serva (La Trota), Gianfranco Pascucci (Pascucci al Porticciolo), Massimo Viglietti (Enoteca Achilli al Parlamento), Giuseppe Di Iorio (Aroma), e Davide Pezzuto (D.One), “on stage” fino a mercoledì 19. Ogni chef proporrà tre diverse portate, tra pezzi forti del repertorio e new entry; in abbinamento sarà possibile degustare gli champagne Dom Pérignon, Krug, Veuve Clicquot, Moët Chandon, Ruinart e gli Estates & Wines di The Moët Hennessy Wine Division. Per il pubblico quindi la grande opportunità di provare piatti d’autore e grandi vini a prezzi del tutto accessibili.

***

Festa della musica, al supermercato. Band emergenti, artisti di esperienza e i volti del mondo della musica saranno i protagonisti della festa della musica: il 21 giugno, oltre 250 punti vendita Carrefour Italia, si trasformeranno in un vero e proprio palcoscenico e luogo d’incontro per le comunità locali. Lo spirito della festa è soprattutto quello di dare la possibilità a tutti di esprimersi attraverso la musica, con attività che evidenziano il proprio talento. “Siamo felici di partecipare anche per questa edizione alla Festa della Musica”, ha commentato il direttore operations Carrefour Italia Stéphane Coum, “perché i punti vendita Carrefour Italia vogliono essere punti di riferimento per i nostri clienti non solo per la spesa quotidiana, ma come luogo di socialità e aggregazione. Non vediamo l’ora di accogliere gli artisti nei nostri punti vendita per una serata di cultura e musica, per celebrare insieme il solstizio d’estate e rendere memorabile questo passaggio”. Per la prima volta, tutti i punti vendita Carrefour in Italia, ad insegna market, express e ipermercati, saranno coinvolti nel progetto, che vedrà la Lombardia come regione principalmente attiva con concerti in 76 punti vendita, seguita dal Lazio (59) ed il Piemonte (48). La Campania potrà vantare 14 punti vendita attivati e la Liguria 12. Saranno 8 i punti vendita emiliano romagnoli coinvolti, così come quelli toscani. In Abruzzo, in Friuli Venezia Giulia e in Sardegna la serata del 21 giugno sarà animata da 3 concerti. Coinvolte nella serata musicale anche la Valle d’Aosta, il Veneto, l’Umbria, le Marche e la Calabria.

Gianfranco Ferroni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy