• 13/08 @ 10:25, Sta nascendo una nuova strategia italiana per la Libia? di Francesco Generoso https://t.co/2azIUDISf7
  • 11/08 @ 13:29, Renzi e la via giudiziaria (a giorni alterni). Sic transit gloria mundi (con certificazione di Ferrara e Velardi),… https://t.co/3VzQRxe0jE
  • 11/08 @ 13:25, Day by Day: la Repubblica d’Armenia compie cento anni e i migliori gelatieri del mondo a Firenze, di… https://t.co/1EM8l5gh4V
  • 10/08 @ 06:08, Forza Boris! Con Johnson, non solo per le parole dure contro il burqa, ma per molte altre ragioni, di @Capezzone https://t.co/WfRKmXngXg
  • 09/08 @ 20:29, Lo Stato totalitario e gli scenari orwelliani di Corrado Alvaro, di Fabrizia Sabbatini https://t.co/lBDJqTDBdT
  • 09/08 @ 05:57, Nicolas Maduro: una sciagura per il Venezuela, di #RobertoPenna https://t.co/IX45WT1AC6

Day by Day: dalle vignette di Andrea Pazienza all’imperatore del Messico…

di Gianfranco Ferroni, in Day by Day, Rubriche, del

Nell’anno che segna il trentennale della sua tragica scomparsa, avvenuta a Montepulciano il 16 giugno del 1988 a 32 anni, Arf! Festival e Napoli Comicon presentano “Andrea Pazienza, trent’anni senza”, una intensa esposizione con più di 120 opere originali per celebrare il più eclettico e geniale autore italiano di tutti i tempi e che, finalmente, riunisce in un unico luogo le sue eredità artistiche, grazie alla preziosa collaborazione di tutti i suoi familiari. L’inaugurazione della mostra è prevista per il 25 maggio a Roma, negli spazi del Mattatoio in concomitanza dell’apertura di Arf! “Festival di storie, segni e disegni”, giunto quest’anno alla sua quarta edizione e che vedrà, tra i tanti ospiti, alcuni tra i più grandi disegnatori della scena italiana e internazionale come Alessandro Barbucci, autore del manifesto, Altan, Jordi Bernet, Enrique Breccia, Danijel Zezelj, Peter Kuper, David B, Marcello Quintanilha, Davide De Cubellis, Mirka Andolfo, Leo Ortolani, Giacomo Bevilacqua, Zerocalcare, Gipi.

***

“Acqua e birra per Roma Capitale – Economia, demografia e alimentazione negli archivi storici di Acqua Marcia e Birra Peroni” è il titolo della mostra che verrà aperta il prossimo 16 maggio presso l’Archivio di Stato di Roma – Biblioteca Alessandrina – Corso del Rinascimento. La mostra, volta a valorizzare il rapporto tra la storica azienda birraria e Roma, sottolinea la relazione tra la crescita urbana, demografica e produttiva della città capitolina e i luoghi di promozione e vendita di Birra Peroni tra la fine dell’’800 e il ‘900 con riferimento a eventi legati allo storico acquedotto romano dell’Acqua Marcia. Grazie al contributo dell’Archivio di Stato di Roma, la mostra potrà vantare importanti testimonianze storiche che sottolineano ed evidenziano la stretta connessione tra Birra Peroni e l’Acqua Pia Antica Marcia, azienda nata nel 1869 per gestire e vendere l’acqua dell’acquedotto romano e che ancora oggi gestiste alcune delle fontane e delle fognature della città.

***

Anche quest’anno il Credito Cooperativo attraverso la propria casa editrice Ecra sarà presente alla XXXI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino in programma fino al 14 maggio. Venerdì pomeriggio si terrà nel Padiglione 1 la presentazione del volume “Banche di comunità. Cambiare senza tradire” di Stefano Zamagni, ordinario di economia politica all’Università di Bologna e alla Johns Hopkins University. All’incontro parteciperanno anche l’ordinario di economia politica all’Università di Roma Tor Vergata Leonardo Becchetti e il presidente di Federcasse Augusto dell’Erba.

***

A Trieste, dopo le celebrazioni dei centocinquanta anni dalla morte di Massimiliano d’Asburgo, Miramare propone un percorso immersivo e multimediale, allestito negli spazi delle Scuderie del Castello, per dar vita all’incontro impossibile tra l’imperatore del Messico, fucilato il 19 giugno 1867, ed Édouard Manet, il grande pittore francese che, indignato dalla vicenda, denunciò con la sua pittura le responsabilità francesi. Il sorprendente itinerario, promosso dal Museo storico e il Parco del Castello di Miramare e prodotto da Civita Tre Venezie e Villaggio Globale International, trasporterà migliaia di visitatori all’interno di questa storia, dentro i luoghi che l’hanno scandita, da Miramare al Messico a Parigi, grazie a una dimensione immersiva di suoni, proiezioni e ambienti ricreati. Dalla partenza per il Messico, con cui si apre la mostra, allo scoppio inarrestabile della guerra civile guidata da Benito Juàrez, veniamo condotti fino a Parigi, dentro lo studio di Manet. Ascoltando i pensieri dell’artista e i commenti dei giornali del tempo, ecco gli scatti dell’unico fotografo autorizzato a immortalare il cadavere di Massimilano sul luogo della fucilazione, Francois Aubert; davanti ai nostri occhi via alle immagini dei quadri, conservati ora in vari musei d’Europa e d’America tra Boston, Londra, Copenhagen e Mannheim, per scoprirne dettagli e particolari inediti. Fino al 30 dicembre.

Gianfranco Ferroni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy