• 19/01 @ 16:05, Ancora sangue in Kenya, ma la Jihad in Africa è ancora sottovalutata, di Anna Bono https://t.co/ODpLU5TMvH
  • 18/01 @ 19:26, Cento anni dopo, la lezione dell’Appello ai liberi e forti di don Luigi Sturzo, di Giuseppe Portonera https://t.co/l2qhPsr7vR
  • 18/01 @ 07:14, Battisti ma non solo: molti i terroristi ancora in fuga dalle proprie responsabilità, di Roberto Penna https://t.co/jZXJBlwM8D
  • 18/01 @ 07:12, Day by Day: Napoli capitale eterna della pizza, a luglio le Olimpiadi, di @Ferronix https://t.co/f66IWcueue
  • 16/01 @ 17:55, Stallo Brexit: come ci siamo arrivati e perché non possiamo permetterci di deridere Westminster, di @jimmomo https://t.co/oXAJnkPpBI
  • 16/01 @ 09:01, L’ecotassa allontana Fca dall’Italia. Investimenti e lavoro a rischio per le smanie ecologiste, di @ric_boccolucci https://t.co/mueSqlfrZR

Il nazareno bis: un argine di cartone al populismo

di Martino Loiacono, in Politica, Quotidiano, del

Mai ci si sarebbe sognati di sentire Berlusconi parlare di anticamera della dittatura in riferimento ad un governo democraticamente eletto. Invece, anche il Cavaliere ha utilizzato lo spauracchio sventolato a più riprese contro i suoi governi: quello della svolta autoritaria.

Con l’ex premier il giochino era facile: Berlusconi controlla i media, Berlusconi ha sdoganato l’estrema destra, Berlusconi è un dittatore. L’equazione con l’esecutivo gialloblù non è così semplice. Certo, a volte i toni sono eccessivi. Le parole pronunciate da Di Battista e Di Maio contro la stampa sono molto gravi e vanno condannate. Fanno parte del solito copione grillino: quando la situazione precipita ci si scaglia contro un nemico esterno. In questo caso è toccato ai giornalisti, ma non bisogna dimenticare gli attacchi ai funzionari ministeriali e alle manine che operano in gran segreto.

Anche certi provvedimenti previsti dal tandem Salvini-Di Maio possono essere criticabili. Sono misure assistenzialiste (reddito di cittadinanza) o eccessivamente stataliste (chiusura domenicali dei negozi) ma non sono l’anticamera di una dittatura. Sono politiche di sinistra che fanno male al Paese, ma che non sopprimono in alcun modo la libertà dei cittadini. Semmai ne limitano i consumi. 

L’impressione è che Berlusconi, visto il successo di Salvini, stia correndo ai ripari. Accortosi dell’errore commesso dando il via libera alla formazione del governo con i pentastellati, prima ha denunciato il tradimento dell’alleanza di centrodestra e poi, rincarando la dose, ha parlato di svolta autoritaria. E così ha rilasciato una dichiarazione di questo genere, lontana anni luce dalla sua sensibilità, e ha teso una mano al Pd (i nuovi vertici condividono le mie preoccupazioni). Unendo queste stilettate sembra che Forza Italia stia virando verso i Dem, rompendo definitivamente la tradizionale alleanza di centrodestra. Quello che si potrebbe prefigurare è un Nazareno bis in versione difensiva. Conoscendo gli esiti del primo e vedendo la forza dell’onda leghista, questa soluzione appare una diga di cartone. Un’alleanza con il Pd sulla via del tramonto sarebbe suicida. Unire a freddo due partiti per un mero tornaconto elettorale produrrebbe l’effetto contrario a quello sperato. Per non essere travolti da Salvini occorre ben altro.

Martino Loiacono


5 risposte a “Il nazareno bis: un argine di cartone al populismo”

  1. Marco ha detto:

    davvero non avevi mai sentito Berlusconi evocare lo spettro della dittatura
    Ti giro questo link. Poi magari mi dici. https://m.youtube.com/watch?v=6Fl_p81Brxw

  2. Federico libero ha detto:

    Salvini e 5stelle hanno vinto contro i due precedenti “manovratori” che si presenteranno uniti nella prossima sconfitta.
    La ricetta governativa precedente era indigeribile, quella odierna, lato 5stelle, fa ribrezzo, quindi?
    NON VOTO costoro.

  3. giovanni vitale ha detto:

    Scusi, democraticamente eletto da chi? Io avevo votato centro-destra contro i nazi-grillini, avendo ben capito da subito che gente come Di Maio, Toninelli, Fico sono ignoranti come capre ma affamati di potere come novelli Goering e Goebbels. E che fa, quel gran signore del Truce? Ci si allea, con gli eletti anche dal mio voto. Questo governo sarebbe democraticamente eletto se si presentassero insieme come coalizione, il signor Salvini e le capre a cinque stelle. Che dice, che non possono perché i grillini sono stati votati da tutta una serie di lazzaroni educati all’odio e all’invidia sociale da anni di propaganda contro la Kasta, che naturalmente prima votavano a sinistra e hanno fatto come quello che si tagliò gli zebedei per far dispetto alla moglie? Infatti, perfino questi lazzaroni non sono contenti dell’alleanza con il Truce. Quindi, ripeto, democraticamente cosa? Qualcuno in Italia ha votato pensando a questo governo qui? Quanto poi al pericolo di autoritarismo, bisogna avere proprio i paraocchi per non vederlo. Basta dare un’occhiata ai nuovi TG Rai, o a programmi come quello in cui il Truce insegna a dei bambini, o ai tentativi di indirizzare la divulgazione scientifica verso le pseudoscienze sotto il controllo della capra Di Maio, al tentativo di impadronirsi dei soldi destinati allo sport, ai toni da tribunale del popolo usati nei confronti dei Benetton, ai programmi per la giustizia scritti da Gratteri e Davigo, con abolizione della prescrizione e divieto pratico di proporre impugnazioni, alle minacce di chiusura dei giornali, e ce ne sarebbe ancora, ma no, secondo lei non c’è nessun rischio.

    • Federico libero ha detto:

      Caro Giovanni, si rassegni, i nuovi programmi scolastici ministeriali prevedono l’insegnamento della “vera scienza”, alcuni esempi tratti dalle più note convinzioni del popolo capresco a 5stelle:
      Il complotto delle scie chimiche degli aerei.
      La Terra è piatta.
      I ritrovamenti segreti degli UFO e marziani.
      Il telefono cellulare l’ha inventato un marziano.
      I vaccini causano l’autismo.
      La luna è auto-illuminata.
      L’antartide è controllata dalle grandi potenze massoniche.
      Gli illuminati ed il Papa Nero ci controllano.
      I satelliti non esistono.
      La Nasa è un’agenzia massonica.
      La massoneria ci domina.
      Paul McCartney è morto nel 1969.
      La Finlandia è ricostruzione fittizia architettata da Russia e Giappone.
      Il Molise non esiste.
      Carlo Magno, non non è mai esistito.
      La nostra vita è governata dai poteri forti.
      La pioggia è comandata dalla massoneria.
      Le armi a microonde hanno fatto crollare il ponte Morandi.
      Esiste una molecola anti-tumorale universale censurata da Big Pahrma.
      Il complotto delle suole di gomma per tenerci separati da madre Terra.
      I gesuiti sono il potere forte che domina la finanza mondiale.
      Esiste il Master Switch di Internet in un sottomarino USA.
      La cospirazione ebraica e massonica ha l’obiettivo di impadronirsi del mondo.
      Ci tengono nascosti i Protocolli dei Savi di Sion.

      Naturalmente alle persone paranoiche con disturbo della personalità tutto ciò piace e conforta.
      P.S. è evidente, spero a tutti, che nel passato il “complotto ebreo” ha permesso l’affermarsi del Nazismo.
      Consiglio il libro di Gérald Bronner “La democrazia dei creduloni”.

  4. Italo Santopietro ha detto:

    Quello che ha detto Berlusconi, è da crederci, fa parte della dialettica politica. Gli si può rimproverare di usare le stesse parole che, per anni, hanno usato i suoi avversari politici, e non solo, per demonizzarlo. La forsennata caccia all’uomo operata nei suoi confronti
    dalla magistratura come la derubrichiamo ? Comunque, detto questo, e al di la di ciò ha ha detto Berlusconi, personalmente ho una paura fottuta dei 5 stelle. Hanno ormai eletto questo stramaledetto “contratto” come la nuova Bibbia. Tutto ciò che non è scritto sul contratto è bestemmia, eresia, un vade retro satana. C’è da aver paura, considerando anche che questi sono comandati da beppe grillo che ha
    dato del rimbambito a chi chiedeva la realizzazione dell’infrastruttura Gronda. Dopo quello che è successo a Genova ditemi voi chi è il rimbambito.
    I 5 stelle sono stati selezionati da Casaleggio e Grillo
    non si sa in base a quali criteri, ma i sindaci di Torino, Roma e Livorno stanno dimostrando in pieno sole la loro incapacità e, forse per questo, difesi a spada tratta. Mentre Pizzarrotti, sindaco stimato dai parmensi, è stato malamente espulso
    perchè osava ragionare con la propria testa. Forse mi sbaglio, ma ho la convinzione che i 5 stelle ed
    il loro elettorato è composto di un buon 70-80%
    da ex comunisti delusi dal PD, infatti basta vedere
    le misure che vogliono prendere : un assistenzialismo selvaggio e un odio profondo per chi, con le proprie capacità e sacrifici, ha creato una vita agiate per se e i propri familiari. E consideriamo pure che vogliono riportare in auge le famigerate nazionalizzazioni. Tra non molto ritornerà in patria Di Battista e dovremo sopportare anche questo bell’imbusto. Un consiglio : chi avrà la ventura di confrontarsi con questo campione usi le sue stesse armi, se lui alza la voce altrettanto dovrà fare l’interlocutore. Questo consiglio è rivolto soprattutto agli amici liberali e moderati. Per quanto riguarda Salvini occorre avere pazienza, ma credo che alla lunga non sopporterà più di tanto libro stampato Di Maio e quando ne avrà le palle piene lo manderà affanculo. Bisogna solo aspettare,
    ma se libro stampato continuerà a mettergli sotto il naso solo ed esclusivamente il contratto, la nostra attesa non durerà molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy