• 09/04 @ 18:37, Bruciato AstraZeneca, ma la colpa è dei giovani che saltano la fila. Draghi scaricabarile, come Conte, di Federico… https://t.co/r6A9M5i6cy
  • 08/04 @ 19:40, Margaret Thatcher: la Lady di ferro che mise in pratica le ricette liberali nell’interesse dell’individuo e della n… https://t.co/IefK6Xl1Ni
  • 08/04 @ 19:39, Mentre a Roma si chiacchiera ancora di AstraZeneca, a Londra vedono la luce in fondo al tunnel, di Nicholas Pellegr… https://t.co/dpGZOdoyLu
  • 03/04 @ 11:59, Il caso Biot rafforza chi spinge per una politica anti-russa. Ma è nel nostro interesse? di Michele Marsonet https://t.co/YP4I8M7DFQ
  • 03/04 @ 11:58, Recovery Fund sotto attacco/1: ecco perché è contrario ai Trattati Ue, di Musso https://t.co/JBPyyfMU0z
  • 01/04 @ 17:16, Se il coordinamento europeo non funziona… Draghi cercherà “altre strade”. Ma cosa vuol dire? di Musso https://t.co/z6ONs7Wdjh

Influencer e coronavirus: se Chiara Ferragni dà una bella lezione a Greta Thunberg

Avatar di Mauro Bondì, in Media, Quotidiano, del

La stilista italiana in prima linea per fare la sua parte, pessima figura per l’attivista svedese

Il mondo degli influencer si mobilita per fermare il contagio del coronavirus. Tra l’Italia e il resto del pianeta, sono tanti i personaggi famosi che si stanno spendendo di persona per esortare i cittadini a rimanere a casa e fare la propria parte nella lotta al Covid-19. Un impegno quasi unanime che sta vedendo in prima linea la stilista e imprenditrice digitale Chiara Ferragni, tra le influencer più seguite al mondo. La trentaduenne originaria di Cremona è diventata il volto della campagna #iorestoacasa e sta convincendo i giovani di diverse nazioni a fare la propria parte durante questa drammatica emergenza sanitaria. Il messaggio rivolto alle ragazze e ai ragazzi è chiaro: “State a casa per evitare di contagiarvi o di contagiare altre persone”.

La Ferragni ha anche deciso di donare di tasca propria 100 mila euro all’ospedale “San Raffaele” di Milano e ha promosso tra i suoi “seguaci” di Instagram una raccolta fondi che ha già superato i 300 mila euro. Anche questi soldi proveranno a dare una boccata d’ossigeno alle strutture sanitaria italiane.

Ma mentre qualcuno si fa in quattro per sensibilizzare gli adolescenti, un’altra grande “influencer” sembra avere altri pensieri per la testa. Parliamo di Greta Thunberg, la giovanissima attivista per il clima, che in questi drammatici giorni sembra non voler metter in pausa la sua crociata in giro per l’Europa. La diciassettenne svedese non solo non sta spendendo la sua grandissima popolarità tra i ragazzi per invitarli a fare la loro parte nella lotta al contagio, ma rischia in qualche maniera di remare contro. Infatti, il prossimo venerdì, salvo nuove disposizioni, Greta sarà in piazza a Grenoble, in Francia, a manifestare contro i cambiamenti climatici. Un’iniziativa del tutto irresponsabile, che potrebbe mettere in pericolo la salute di tantissime persone.

Così, nell’epoca degli influencer, la tanto criticata Ferragni dà una bella lezione alla piccola Greta e mentre l’impegno della stilista sta ricevendo un plauso unanime da tutto il mondo, il silenzio e la negligenza potrebbero portare l’attivista svedese a perdere gran parte della propria credibilità.

Avatar

Mauro Bondì


Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy