• 20/10 @ 12:34, Sicurezza di reti e infrastrutture: a Venezia la conferenza internazionale Expotech Esrel 2020 dall’1 al 5 novembre https://t.co/J8c3G8Uob7
  • 20/10 @ 12:33, La “mussolinizzazione” della Presidenza del Consiglio: risparmiateci un climax di Dpcm dal balcone di Piazza Venezi… https://t.co/kNEqkcVPly
  • 20/10 @ 12:32, Decapitato per una vignetta. Ma della minaccia islamista non bisogna parlare, altrimenti è razzismo, di Max Del Pap… https://t.co/Df8XjnWZTH
  • 19/10 @ 19:05, Scia di sangue e autocensura, in Francia l’islamismo penetra nelle scuole, di Marco Cesario https://t.co/Azg2TICD1n
  • 19/10 @ 19:04, Viva Halloween, abbasso il governatore della Campania che cerca di coprire il disastro della sua sanità, di Adriano… https://t.co/L1nHU4xi42
  • 18/10 @ 15:27, Basta lockdown: il dietrofront dell’Oms e la Dichiarazione di Barrington. Modello cinese (e italiano) sconfessato,… https://t.co/7KFUifPwub

Speciale ItalyGate


Ecco la smoking gun: la collusione Trump-Russia una bufala cucinata dalla Clinton con la complicità di Obama

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Ecco come è nato il Russiagate, declassificate le note di Brennan e della CIA: l’amministrazione Obama in combutta con la Campagna Clinton nel fabbricare e diffondere la narrazione della collusione Trump-Russia. L’indagine Crossfire Hurricane innescata e coordinata da Brennan, con una vera e propria task force (“fusion cell”) tra le agenzie di intelligence, dalla CIA…

Esplosivo: il Russiagate un piano orchestrato dalla Clinton per screditare Trump. E Obama sapeva

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Secondo nuovi documenti di intelligence declassificati, la storia della collusione Trump-Russia fu un piano orchestrato dalla Campagna Clinton, con l’approvazione di Hillary in persona, per screditare l’avversario e distrarre il pubblico dal suo Emailgate. I russi sapevano del piano della Clinton per accusare Trump di essere un uomo di Putin, e prima di aprire l’indagine…

“Trump was right”: i messaggi fra gli agenti confermano il ruolo di Obama. E l’FBI si è basata su una sospetta spia russa

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Altro che “transizione pacifica”… Ecco come nel 2017 Obama tentò, in parte riuscendovi, di tendere una trappola al suo successore per delegittimarlo e porre le basi per l’impeachment, con la complicità dei vertici dell’FBI e del capo della CIA Brennan. L’FBI sapeva che la fonte principale del dossier Steele era una sospetta spia russa ma…

Il “302” dell’FBI su Mifsud: un interrogatorio fin troppo breve e superficiale per un sospetto agente russo

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

È finalmente uscito fuori, due giorni fa, il “302” di Joseph Mifsud, il rapporto redatto dall’FBI sull’interrogatorio del professore maltese tenuto a Washington nel febbraio 2017. Due paginette che confermano tutte le contraddizioni che in questi mesi abbiamo evidenziato su Atlantico Quotidiano circa la condotta del team Mueller e l’intero impianto dell’inchiesta Russiagate. Ci siamo…

Obamagate, le note che inchiodano Obama e Biden: indagine su Flynn diretta dalla Casa Bianca

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Gli sforzi di Obama e Biden per tenere aperta l’indagine su Flynn (assegnatela alle “persone giuste”), nonostante l’FBI avesse praticamente già chiuso il caso, per l’assenza di un qualsiasi elemento di prova, e Comey ritenesse “legittime” le telefonate di Flynn con l’ambasciatore russo Kislyak Al contrario del Russiagate, che per mesi i nostri media ci…

Declassificate le telefonate Flynn-Kislyak: nessuna collusione e Obama, Comey e Mueller lo sapevano

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Non fu Flynn a mentire sulle sue conversazioni telefoniche con l’ambasciatore russo, ma il procuratore speciale Mueller Declassificate e trasmesse al Congresso venerdì sera, possiamo finalmente leggere le trascrizioni delle telefonate del dicembre 2016 (22, 23, 29, 31 dicembre e 12 e 19 gennaio 2017) tra il consigliere per la sicurezza nazionale in pectore del…

Nuovi documenti declassificati: indagine aperta su una falsa premessa e Mifsud lasciato andare dall’FBI

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Aggiornato sabato 23 maggio 2020 In apparenza sembra aggiungere poco a quanto già sappiamo il documento ottenuto questo mercoledì da Judicial Watch: la “Comunicazione Elettronica” (EC) dell’FBI che il 31 luglio 2016 lanciava ufficialmente l’indagine di controintelligence, denominata “Crossfire Hurricane”, sulla Campagna Trump e i suoi presunti contatti con la Russia. Come noto, l’indagine fu…

Altre impronte di Obama sul caso Flynn: l’FBI non aveva alcun motivo legittimo per interrogarlo

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Ulteriori impronte dell’ex presidente Obama vengono alla luce dalle ultime rivelazioni sul caso Flynn. Innanzitutto, se come abbiamo già riportato su Atlantico Quotidiano sono molti i nomi “politici” tra gli alti funzionari dell’amministrazione Obama che chiesero l’“unmasking” del generale nei rapporti di intelligence, sembra che il nome di Flynn non fu mai “coperto” nei rapporti…

Durham indaga su “potenziali crimini”. Intanto in Italia, la difesa spuntata dell’ambasciatore Phillips…

Federico Punzi di Federico Punzi, in Rubriche, Speciale ItalyGate, del

Dal punto di vista penale, l’indagine del procuratore Durham sulle origini del Russiagate non si concentrerà sull’ex presidente Obama o sul vice Biden, ma su altri. Lo ha detto ieri in conferenza stampa l’Attorney General William Barr: “Qualunque sia il loro livello di coinvolgimento basato sulle informazioni in mio possesso oggi, non mi aspetto che…

ITALYGATE/14 – Si riaccendono i riflettori su Roma: l’ambasciatore Phillips tra i funzionari di Obama che sapevano di Flynn

Federico Punzi di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, Rubriche, Speciale ItalyGate, del

L’ultima breaking news è arrivata ieri sera dalla giornalista di Cbs News Catherine Herridge, che ha ottenuto il documento che il direttore pro tempore dell’Intelligence Nazionale Richard Grenell ha inviato al Congresso contenente la lista degli alti funzionari dell’amministrazione Obama che, tra l’8 novembre 2016 (il giorno delle elezioni) e il 31 gennaio 2017, chiesero…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy