• 20/07 @ 19:09, La solita doppia morale e presunta superiorità antropologica della sinistra, di Max Del Papa https://t.co/kTptom1FaZ
  • 20/07 @ 19:08, La lenta agonia del Venezuela, mentre il mondo resta a guardare, di Francesco Generoso https://t.co/vSEdE5dbBo
  • 20/07 @ 07:03, Le mosse di The Donald: proviamo a fare il punto oltre le curve di ultras, di #RobertoPenna https://t.co/uj9dqhqFhF
  • 20/07 @ 06:19, Day by Day: turismo per risollevare l’economia dei territori colpiti dal terremoto, di #GianfrancoFerroni https://t.co/8BlvxvbCXU
  • 19/07 @ 11:52, Diritto d’asilo e protezione internazionale: numeri, storie e illusioni dei “sedicenti rifugiati”, di #AnnaBono https://t.co/tEsk0A1CIz
  • 19/07 @ 11:22, Quel confronto tra Di Maio e Boccia: lo stato qua, lo stato là, lo stato deve, lo stato può... E la libertà? La lib… https://t.co/JUUtP4VZs7

Esteri


La lenta agonia del Venezuela, mentre il mondo resta a guardare

di Francesco Generoso, in Esteri, Quotidiano, del

Da alcuni anni assistiamo a una delle peggiori crisi umanitarie dal dopoguerra, senza che però nulla sia cambiato. Mentre i media, che hanno seguito la vicenda solamente durante il periodo delle elezioni, parlano di calciomercato o delle uscite di Trump, il Venezuela resta nell’ombra, nascosta, rinvenuta solamente in sporadiche occasioni. Eppure, dal 20 maggio scorso,…

Le mosse di The Donald: proviamo a fare il punto oltre le curve di ultras

di Roberto Penna, in Esteri, Quotidiano, del

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è certamente un leader politico atipico, che non rientra fra i canoni dei conservatori classici americani, pur essendosi candidato sotto le insegne del Gop. Nulla di sorprendente, perché già in campagna elettorale si poneva in modo inedito rispetto al resto dei repubblicani e mantiene tutt’oggi questa sua, per…

Il futuro del sovranismo passa da Londra?

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Con il recente voto alla Camera dei Comuni sui dazi doganali, il Governo Tories è riuscito a inimicarsi la sua corrente europeista esattamente una settimana dopo avere subito la defezione dei due brexiteers di più alto rango nella compagine di Theresa May: il Foreign Secretary Boris Johnson, e il ministro per la Brexit, David Davis….

Quel 2 per cento che rischia di allargare l’Atlantico. Il Nato Summit di Bruxelles e il possibile ruolo dell’Italia

di Giuseppe Morabito, in Esteri, Quotidiano, del

Il summit NATO di Brussels, soprattutto nelle sue prime ore, è stato ad alta tensione. Il presidente Trump ha messo subito sul tavolo la questione della spesa militare dichiarando che ogni Paese membro dell’Alleanza dovrebbe, a parere suo e della sua amministrazione, portare il budget militare al 4 per cento del Pil. L’annuncio ha creato…

Alta tensione al summit Nato: Trump sferza gli alleati e smaschera l’ambiguità tedesca sulla Russia

di Federico Punzi, in Esteri, Quotidiano, del

Avremo un quadro più completo dopo la visita a Londra e il vertice con Vladimir Putin a Helsinki, ma in questi giorni a Bruxelles il presidente americano Trump ha di nuovo spiazzato, e persino terrorizzato gli alleati Nato, evocando una clamorosa rottura. C’è voluta una riunione d’emergenza dei leader per ritrovare unità d’intenti, almeno a…

Il rapporto Europa-Africa: la necessità di superare i sensi di colpa e il delirio di onnipotenza di volersi accollare tutti i mali e i rimedi

di Anna Bono, in Esteri, Quotidiano, del

L’impegno a creare un’area di libero scambio continentale, sottoscritto da 44 paesi membri dell’Unione Africana il 21 marzo scorso, è stato accolto in Europa con incondizionato entusiasmo, nonostante i molti, fondamentali punti ancora da chiarire e il fatto che tra gli 11 paesi che non hanno aderito ci siano le due maggiori potenze economiche del…

La May scommette pesante su Brexit e se stessa

di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Quando Theresa May ha messo piede a Downing Street due anni fa, dopo le prime scosse telluriche provocate dall’esito del referendum del 23 giugno 2016, già circolavano battute, vignette e giochi di parole sul suo destino da Primo ministro, “Theresa Maybe” tra tutti. La sua retorica veniva esaminata e valutata per cercare di intuire cose…

Theresa la Dorotea, disastro tory sulla Brexit

di Daniele Meloni, in Esteri, Quotidiano, del

Secondo un sondaggio di ieri del sito Britain Elects, il 70% degli elettori britannici disapprova come il governo di Theresa May sta trattando l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Questo nel giorno in cui il ministro preposto a trattare con Bruxelles, David Davis, e il Foreign Secretary, Boris Johnson, si sono dimessi dal governo in…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy