• 09/04 @ 18:37, Bruciato AstraZeneca, ma la colpa è dei giovani che saltano la fila. Draghi scaricabarile, come Conte, di Federico… https://t.co/r6A9M5i6cy
  • 08/04 @ 19:40, Margaret Thatcher: la Lady di ferro che mise in pratica le ricette liberali nell’interesse dell’individuo e della n… https://t.co/IefK6Xl1Ni
  • 08/04 @ 19:39, Mentre a Roma si chiacchiera ancora di AstraZeneca, a Londra vedono la luce in fondo al tunnel, di Nicholas Pellegr… https://t.co/dpGZOdoyLu
  • 03/04 @ 11:59, Il caso Biot rafforza chi spinge per una politica anti-russa. Ma è nel nostro interesse? di Michele Marsonet https://t.co/YP4I8M7DFQ
  • 03/04 @ 11:58, Recovery Fund sotto attacco/1: ecco perché è contrario ai Trattati Ue, di Musso https://t.co/JBPyyfMU0z
  • 01/04 @ 17:16, Se il coordinamento europeo non funziona… Draghi cercherà “altre strade”. Ma cosa vuol dire? di Musso https://t.co/z6ONs7Wdjh

Economia


La scommessa della Lega su Draghi: svolta europeista o continuazione del “sovranismo” con altri mezzi?

Federico Punzi di Federico Punzi, in Economia, Politica, Quotidiano, del

La Lega ha rotto gli indugi e detto sì a Draghi – come in realtà si poteva facilmente intuire che avrebbe fatto fin dalle prime dichiarazioni di cauta apertura di Matteo Salvini (se non dalle diverse uscite di Giancarlo Giorgetti nei mesi scorsi). Giorni fa avevamo indicato due motivi a nostro avviso sbagliati per un…

Il niet del governo al crowdfunding mortifica lo spirito d’impresa, e speranze di crescita e innovazione

Atlantico Quotidiano di Atlantico Quotidiano, in Economia, Quotidiano, del

Pubblichiamo un intervento di Giulio Centemero, deputato, capogruppo in Commissione Finanze e tesoriere della Lega Sempre “à côté de la plaque” come si direbbe in francese. Il governo prova a fare un passo avanti ma alla fine dimentica qualcosa e i risultati deludono sempre una o più categorie (spesso tutte). Inutile persino oramai apprezzare i…

Il contratto collettivo dei Rider: esperimento italiano diventato un modello anche oltreoceano

Avatar di Gabriele Fava, in Economia, Quotidiano, del

I rider, ossia i ciclofattorini che collaborano con le piattaforme online per portare beni e pasti ai clienti finali, hanno assunto un ruolo importante nella quotidianità delle grandi città, complice anche l’avvento di regole restrittive per gli spostamenti dei cittadini. Tali lavoratori, qualificati come collaboratori autonomi, sono al centro di un forte dibattito istituzionale e…

Trump e Brexit lo dimostrano: il vero pericolo per la libertà economica è la centralizzazione

Avatar di Marco Faraci, in Economia, Politica, Quotidiano, del

Il “pericolo dazi” viene usato come spauracchio contro i “sovranismi”, per sostenere politiche di centralizzazione, ma è questa il vero pericolo per la libertà economica. Con Trump gli Usa non si sono certo ritirati dal commercio mondiale. E tra Regno Unito e Ue si continueranno a intrattenere relazioni economiche win-win, senza che siano più in…

Perché la Banca Centrale Europea non è una vera banca centrale

Avatar di Maurizio Rocco, in Economia, Quotidiano, del

Da tempo si dibatte sul perché le misure di politica monetaria messe in campo dalla Banca Centrale Europea non sortiscono gli effetti sperati sull’economia reale, quindi anche sulle piccole-medio imprese e le partite Iva, a differenza di quanto accade in Giappone grazie alla Bank of Japan, negli Stati Uniti grazie alla Federal Reserve, oppure in…

La “generazione perduta” e il mito del mercato del lavoro italiano asfittico

Avatar di Michele Marsonet, in Economia, Quotidiano, del

Chissà perché i discorsi di buon senso, in Italia, risultano sempre difficili da fare. Dovrebbe essere il contrario, se fossimo un Paese normale. E invece non lo siamo, ci piaccia o no. Voglio inoltre chiarire sin dall’inizio che non intendo utilizzare argomentazioni astratte. Non parlo del common sense tanto caro alla scuola filosofica scozzese –…

Le frottole sul Mes smontate una ad una: approvando il Nuovo Trattato l’Italia si consegna, mani e piedi legati

Musso di Musso, in Economia, Quotidiano, del

Oggi il voto in Parlamento sul Nuovo Mes. Con la riforma il Mes acquisisce un ruolo centrale nelle crisi, ma anche fuori dalle crisi, preminente rispetto alla Commissione europea. Approvandola, l’Italia si consegna mani e piedi legati: più facile la ristrutturazione del debito, prima e ultima parola ai banchieri del Mes. Un thread su Twitter…

Pandenomics: il micidiale mix italiano di sanità impreparata, chiusure e assistenzialismo

Avatar di Maurizio Rocco, in Economia, Quotidiano, del

Il 2020 sarà certamente ricordato come un anno unico nella storia dell’umanità. I vari lockdown a livello globale per contrastare la prima ondata della pandemia di Covid-19 hanno causato la più grave contrazione economica della storia moderna. A differenza del passato, non si è trattato di uno shock strutturale dell’economia, cioè causato da fattori endogeni,…

Chi ha detto che i fondi europei non si possono usare per ridurre le tasse?

Avatar di Massimo Bassetti, in Economia, Quotidiano, del

Monta la preoccupazione sulla reale capacità che avrà il governo, in tandem con la struttura burocratica, di gestire i venturi (?) fondi europei. Quando e se arriveranno, difatti, i soldi del Recovery Fund dovranno essere spesi, ma il carattere bizantino della nostra amministrazione rischia di rimandare alle calende greche il loro effettivo impiego, aggravando una…

Il Nuovo Mes una sciagura per l’Italia, ma serve a Macron per portare a casa il mini-bilancio dell’Eurozona

Musso di Musso, in Economia, Esteri, Quotidiano, del

Macron vuole il mini-bilancio dell’Eurozona, il Recovery Fund, ma ha bisogno della riforma del Mes per togliere ogni alibi ai tedeschi. La pressione a ‘fare presto’ è, quindi, solo francese. Ma il prezzo che Parigi chiede a Roma di pagare è molto alto: il Nuovo Mes ci penalizza. L’Italia non è oggetto di una pressione…

Atlantico Quotidiano © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy