• 17/09 @ 17:33, #Muro30 – 3. Ricostruzione, elezioni municipali, partito unico, di Enzo Reale https://t.co/nYGLAmIVdj
  • 17/09 @ 17:32, Il martedì di Capaneo – Il nuovo antifascismo come “ultima risorsa delle canaglie”, di Dino Cofrancesco https://t.co/rdg96k1rge
  • 17/09 @ 09:49, L’attacco di Teheran a Riad è una sfida diretta all’America. Test cruciale per Trump, di @jimmomo https://t.co/c3CR2sK4E2
  • 17/09 @ 09:47, L’ultima battaglia di Netanyahu. Israele di nuovo al voto, di @F_Rossi_ https://t.co/xe1SITjkci
  • 16/09 @ 17:31, Su regole Ue e sbarchi un film già visto e, soprattutto, bocciato sonoramente dal pubblico, di @jimmomo https://t.co/ULmqrxspid
  • 16/09 @ 17:30, A letto con il nemico. Come la liaison Ue-Remainers ha reso Brexit ancor più complessa e il no deal più probabile,… https://t.co/6j34QUOWTx

Articoli

Avatar
di Marco Faraci


Catalogna, una situazione complessa dopo la “festa”

Avatar di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

Come ogni anno dal 1976, l’11 settembre si è celebrata in Catalogna la “Diada”, la festa nazionale catalana, densa come sempre di significati politici. Nella mente di tutti, naturalmente, il dibattito sull’indipendenza e l’avvicinarsi della sentenza giudiziaria nei confronti dei politici ed attivisti in carcere per gli eventi legati al referendum “unilaterale” del 2017. Quest’anno…

Mugabe, il nazional-comunista che distrusse il suo paese

Avatar di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

È morto a 95 anni Robert Mugabe, per quasi quattro decenni uomo forte dello Zimbabwe ed uno degli autocrati più temibili dell’era dell’“indipendenza africana”. Aveva preso il potere nel 1980, dopo una lunga e sanguinaria guerriglia di “liberazione” e dopo un tormentato periodo di transizione che l’ex-premier bianco Ian Smith avrebbe voluto pilotare verso ben…

Vi spiego perché la libertà sessuale è “di destra”. Anzi, è “liberismo selvaggio”

Avatar di Marco Faraci, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

Queste settimane di Pride hanno confermato la saldatura del movimento LGBT organizzato con la sinistra politica e culturale e questo è un peccato perché il positivo processo di emancipazione e di normalizzazione dell’omosessualità dovrebbe trovare forme espressive diverse dalla subalternità a progetti politici più complessivi di “contestazione” anti-capitalista e anti-borghese. Si potrebbe “essere orgogliosi” senza…

Il triste oblio sul 1989: perché l’Occidente non celebra, né ricorda, il trionfo del suo modello

Avatar di Marco Faraci, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

Non è passato molto tempo. Solo 30 anni. Il 4 giugno 1989 la Solidarnosc di Lech Walesa, nella sorpresa generale, otteneva un successo travolgente nelle prime elezioni polacche parzialmente libere in quarant’anni. Conquistava tutti e 161 i seggi in palio alla Camera bassa (il 65 per cento dei seggi era riservato alla coalizione comunista) e…

Cento anni fa nasceva Ian Douglas Smith, il ribelle rhodesiano

Avatar di Marco Faraci, in Esteri, Politica, Quotidiano, del

Cade oggi il centesimo anniversario della nascita di una delle figure più interessanti e controverse della politica conservatrice del ventesimo secolo, lo storico leader della Rhodesia Ian Douglas Smith. Rispetto ai più celebri leader conservatori, Smith ebbe la sfortuna di portare avanti le idee conservatrici, occidentaliste e di tradizione anglosassone nel più ostico degli scenari…

La lunga notte della Catalogna: nei tribunali e nelle urne spagnole ha già perso, ma l’indipendentismo resta vivo

Avatar di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

É ancora notte in Catalogna. É una notte cominciata nove anni fa, il 28 giugno del 2010, quando la Corte Costituzionale spagnola ha affondato lo Statuto di Autonomia approvato ed in vigore da quattro anni. Fu un colpo pesante per le aspirazioni nazionali della società catalana. Lo statuto del 2006 poneva, nei fatti, le basi…

Progressisti o identitari? Due facce dell’Occidente che devono imparare a convivere a “macchia di leopardo”

Avatar di Marco Faraci, in Cultura, Quotidiano, del

In tutti i paesi, sia pure con equilibri e forme diverse, sta emergendo come mai prima un bipolarismo forte su questioni che non riguardano più l’economia, ma al contrario la concezione della società. C’è, innegabilmente, una parte di cittadini che si muove sempre più verso avanguardie culturali “progressiste”, dal femminismo all’accoglienza incondizionata per l’immigrazione, dai…

Il “diritto di exit”. Perché, col senno di poi, la Brexit resta necessaria

Avatar di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

Contrariamente a quanto racconta qualche giornale europeo, a poche settimane dalla data “fatidica”, in Gran Bretagna non esiste nessun rimpianto maggioritario per la scelta di abbandonare l’Unione europea – non esiste alcun “Bregret”. I sondaggi in merito alla fuoriuscita dall’Ue non si sono mai sostanzialmente spostati e l’assenza di un qualche cambio di umore in…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy