• 15/02 @ 17:49, Dopo 14 secoli, lo scontro di civiltà tra Islam e Occidente è destinato a continuare: la premonizione di Hilaire Be… https://t.co/VVxTDDl638
  • 15/02 @ 08:48, Il Green New Deal di AOC: tra assistenzialismo ed ecologismo radicale, altro che sogno, sarebbe l’incubo americano,… https://t.co/HziTfElXc9
  • 14/02 @ 17:37, Il mercato dell’auto rallenta, ma il motore dell’innovazione non smette di girare, ammesso che non sia la politica… https://t.co/9AXCqgbGhY
  • 14/02 @ 17:36, Catalogna: un processo ai politici, non un processo politico, di Enzo Reale https://t.co/L5ZR1zT5jj
  • 14/02 @ 07:20, L’Europa declina, è sempre più divisa sulle scelte strategiche, ma va tutto bene: Verhofstadt c’è, di @jimmomo https://t.co/kHM4dbLXXy
  • 13/02 @ 18:01, AOC, ovvero il populismo di sinistra che non fa paura, di @DanieleMeloni80 https://t.co/TUErfk3l8t

Articoli


di Marco Faraci


Progressisti o identitari? Due facce dell’Occidente che devono imparare a convivere a “macchia di leopardo”

di Marco Faraci, in Cultura, Quotidiano, del

In tutti i paesi, sia pure con equilibri e forme diverse, sta emergendo come mai prima un bipolarismo forte su questioni che non riguardano più l’economia, ma al contrario la concezione della società. C’è, innegabilmente, una parte di cittadini che si muove sempre più verso avanguardie culturali “progressiste”, dal femminismo all’accoglienza incondizionata per l’immigrazione, dai…

Il “diritto di exit”. Perché, col senno di poi, la Brexit resta necessaria

di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

Contrariamente a quanto racconta qualche giornale europeo, a poche settimane dalla data “fatidica”, in Gran Bretagna non esiste nessun rimpianto maggioritario per la scelta di abbandonare l’Unione europea – non esiste alcun “Bregret”. I sondaggi in merito alla fuoriuscita dall’Ue non si sono mai sostanzialmente spostati e l’assenza di un qualche cambio di umore in…

Euroscetticismo: quello vero, basato sui principi, e l’ammuina per non pagare il conto

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Uno dei maggiori equivoci della narrazione di questi ultimi anni è che la politica italiana sia ormai in maggioranza favorevole, se non per lo meno possibilista, alla prospettiva di un’uscita del nostro Paese dall’Euro, se non addirittura dall’Unione europea. Secondo la vulgata, la coalizione tra Movimento 5 Stelle e Lega rappresenterebbe il primo governo italiano…

La Spagna “turca” e il silenzio dell’Europa

di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

25 anni per il vicepresidente del deposto governo catalano Oriol Junqueras, 17 per la deposta presidente del parlamento Carme Forcadell e per Jordi Cuixart e Jordi Sanchez, presidenti delle maggiori associazioni culturali catalaniste. 16 anni per gli altri membri del disciolto governo catalano ed 11 per il deposto capo della polizia catalana Josep Trapero, accusato…

Una Catalogna liberale oltre l’egemonia della sinistra

di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

E’ molto probabile che la Catalogna resterà ancora per molto tempo una delle grandi questioni europee ed è quindi utile provare a capire qualcosa in più di quello che si muove dalle parti di Barcellona dal punto di vista politico e culturale. Certamente è interessante chiedersi in che misura la connotazione ideologica prevalente a sinistra…

Un nuovo patto nazionale, federale, a partire da Lombardia e Veneto

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Il nostro continente, nell’ultimo periodo, ha assistito ad alcuni passaggi che hanno messo in discussione i canoni della politica mainstream; tra questi hanno assunto particolare valenza la Brexit e la Dichiarazione Unilaterale di Indipendenza della Catalogna. La sensazione è che non siano solo il centralismo europeo o quello spagnolo ad apparire in crisi, ma che…

Al voto l’Italia più “istruita” di sempre: così i progressisti non hanno saputo creare l'”uomo nuovo”

di Marco Faraci, in Cultura, Politica, Quotidiano, del

E quindi è successo il patatrac. E così alla fine hanno vinto i “populisti”. I fatti paiono questi, ma contrariamente ad una lettura comoda e molto snob, i vari Grillo e Salvini non sono stati votati da “rozzi plebei”, non sono stati votati dal “popolo ignorante”. L’Italia che ha plebiscitato il Movimento 5 Stelle e…

Perché l’Europa ha bisogno di indipendenze

di Marco Faraci, in Esteri, Quotidiano, del

La questione catalana che anche in questi giorni sta vivendo passaggi intensi e per alcuni aspetti drammatici, riporta all’attenzione le questioni politiche legate alle appartenenze ed alle identificazioni in termini di nazionalità. Le indipendenze nazionali sono state , in fondo, uno dei maggiori processi istituzionali del dopoguerra. C’erano poco più di cinquanta paesi indipendenti nel…

L’equivoco dell'”europeismo liberale”

di Marco Faraci, in Politica, Quotidiano, del

Seguendo il dibattito politico di questi mesi, uno dei temi dell’attuale campagna elettorale sembrerebbe la pretesa contrapposizione tra politiche “europeiste” di responsabilità fiscale e di bilancio e politiche “nazionaliste” di spesa pubblica. Sono in molti ad accreditare questa visione; da una parte i “responsabili”, il mainstream, il Partito Democratico ed in modo ancora più adamantino…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy