• 15/02 @ 17:49, Dopo 14 secoli, lo scontro di civiltà tra Islam e Occidente è destinato a continuare: la premonizione di Hilaire Be… https://t.co/VVxTDDl638
  • 15/02 @ 08:48, Il Green New Deal di AOC: tra assistenzialismo ed ecologismo radicale, altro che sogno, sarebbe l’incubo americano,… https://t.co/HziTfElXc9
  • 14/02 @ 17:37, Il mercato dell’auto rallenta, ma il motore dell’innovazione non smette di girare, ammesso che non sia la politica… https://t.co/9AXCqgbGhY
  • 14/02 @ 17:36, Catalogna: un processo ai politici, non un processo politico, di Enzo Reale https://t.co/L5ZR1zT5jj
  • 14/02 @ 07:20, L’Europa declina, è sempre più divisa sulle scelte strategiche, ma va tutto bene: Verhofstadt c’è, di @jimmomo https://t.co/kHM4dbLXXy
  • 13/02 @ 18:01, AOC, ovvero il populismo di sinistra che non fa paura, di @DanieleMeloni80 https://t.co/TUErfk3l8t

Articoli


di Dorian Gray


Dopo “Instex” e Patto di Aquisgrana, l’Italia deve decidere in che serie giocare

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Dopo mille peripezie, nasce l’Instex, il veicolo speciale che permetterà alle aziende europee di bypassare le sanzioni americane all’Iran. Ad annunciarlo a Bucarest sono stati tre Paesi: Gran Bretagna, Francia e Germania. Precisamente, l’Instex avrà sede a Parigi, verrà guidata da un tedesco e sarà supervisionata da un board britannico. Molto interessante notare come questa…

L’elenco dei complotti del regime iraniano su territorio europeo si allunga, ma l’Ue continua a chiudere gli occhi

di Dorian Gray, in Quotidiano, del

Ci risiamo: la Germania ha annunciato di aver arrestato un cittadino afghano, in possesso anche della cittadinanza tedesca, con l’accusa di spionaggio in favore dell’Iran. L’uomo, di cinquant’anni, lavorava per l’esercito tedesco come traduttore e, secondo il procuratore federale tedesco, avrebbe passato informazioni di intelligence a Teheran. L’arresto della spia iraniana, arriva negli stessi giorni…

Perché il ritiro dalla Siria annunciato da Trump non è paragonabile a quello catastrofico di Obama dall’Iraq

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Alcuni critici dell’attuale amministrazione Usa hanno paragonato la decisione del presidente Trump di ritirare i suoi soldati dalla Siria al ritiro dall’Iraq deciso nel 2011 dall’ex presidente Obama. Paragonare i due ritiri è però assolutamente improprio, non solo a livello numerico – radicalmente diverso (in Iraq parliamo di decine di migliaia di soldati) – ma…

Altro che realismo, su Hezbollah omertà che non fa bene a nessuno e non aiuta la pace

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Ha ragione il sottosegretario per gli affari esteri Manlio Di Stefano. La “geopolitica è materia complessa” e, proprio per questo, lui non dovrebbe occuparsene. Già, perché sono proprio quelli come Di Stefano, che corrono a scrivere post quando Salvini chiama Hezbollah per quello che è – un gruppo terrorista islamico – che non provano a descrivere…

Iran: il Consiglio dei Guardiani respinge le richieste del FATF, ma Lady Pesc non legge, non sente, non vede…

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Federica Mogherini non legge, meglio, non si documenta. Ovviamente non intendiamo che la Signora Mogherini non legge libri interessanti e romanzi vari, ci mancherebbe. Intendiamo che la Mogherini non legge le informazioni che le arrivano in merito ad una questione spinosa come quella iraniana, ma prende delle posizioni indipendentemente dai fatti. Quindi, non si documenta….

Gli sforzi Ue per aggirare le sanzioni Usa contro Teheran: quale ruolo per l’Italia?

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Premessa: quella che qui di seguito viene illustrata vuole essere una strategia realista per l’Italia nelle sue relazioni con l’Iran. Non è la strategia che preferisce chi scrive – contrario all’accordo sul programma nucleare iraniano (JCPOA), perché pieno di lacune e omissioni – ma è una strategia basata su quello che c’è oggi sul tavolo,…

Le ultime due pericolose illusioni sul regime iraniano

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Un paio di notizie, questa settimana, hanno infiammato i cuori di chi sostiene il regime iraniano. La prima è la decisione della Corte penale internazionale dell’Aja di richiedere la rimozione delle sanzioni Usa su beni umanitari e aviazione civile. Una decisione a cui gli Stati Uniti non sono obbligati ad attenersi, ma che ha fatto…

I populisti come nuovi contrattualisti

di Dorian Gray, in Politica, Quotidiano, del

Nell’immaginario di Capalbio, probabilmente, il populista assomiglia un pochino al Mago Oronzo: canotta sudicia, pancia enorme e bene in vista, mani unte e la totale incapacità di esprimere un concetto sensato nella lingua di Dante. Un uomo/donna che, nella sua quotidianità, passa il suo tempo al bar a imprecare contro i migranti e/o a riempire…

Tra Iran e Israele, la Russia sceglie Israele. Nervosismo a Teheran e conseguenze in Siria

di Dorian Gray, in Esteri, Quotidiano, del

Pressato a prendere una posizione chiara da Israele, Giordania e Arabia Saudita, il Cremlino ha ormai fatto sapere da settimane che, senza compromessi, ritiene sia necessario ritirare tutte le milizie straniere dalla Siria. Con questo termine, Mosca ovviamente include anche i pasdaran iraniani, i jihadisti sciiti di Hezbollah e quelli di altre milizie sciite create…

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy