• 18/01 @ 19:02, La crisi dei giornali: notizie poche, commenti troppi, e gara a chi la spara prima e più grossa, di Roberto Ezio Po… https://t.co/G3RrZU7kCL
  • 18/01 @ 12:43, Meno Kant, più Burke. L'”Ordine mondiale” secondo Henry Kissinger, di Michele Marsonet https://t.co/b0wiy8YhdX
  • 18/01 @ 08:41, Prendere tempo ad ogni costo, ma fino a che punto il Quirinale può ignorare la crisi della maggioranza e le sue der… https://t.co/Y2Qy1Xo7fh
  • 17/01 @ 19:16, E se il generale Soleimani fosse diventato troppo ingombrante anche per l’Iran? di Dorian Gray https://t.co/NVvqJRnNOl
  • 17/01 @ 12:38, Altro che sovranista ante litteram, Bettino Craxi voleva più Europa. E la ottenne https://t.co/yV4lxrxIjb
  • 17/01 @ 08:18, Referendum elettorale troppo manipolativo, ma la Consulta può manipolare la Costituzione a suo piacimento e conveni… https://t.co/K5CWZ5BkHP

Articoli

Dario Mazzocchi
di Dario Mazzocchi


Giornalista, nato a Piacenza, vive in Lombardia. Guareschiano, conservatore. Insegna anche inglese.

La nuova vita del principe Harry: lontano dalla famiglia in cui è cresciuto per rincorrere Meghan

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Il principe Harry è sempre stato un ragazzo con la testa sulle spalle. Sin da piccolo aveva chiaro quale sarebbe stato il suo ruolo nella famiglia reale, tanto da rispondere alla madre Diana, quando lo rimproverava perché monello, che lui non sarebbe mai stato sovrano, quindi poteva permetterselo. Tant’è che una volta cresciuto si è…

Questione scozzese ultima trincea degli euroinomani: ma l’indipendentismo non era il male assoluto?

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

L’addio di Edimburgo a Londra sembra essere diventato il nuovo castigo per vendicare l’affronto Brexit in cui spera chi non vede altro che un unico super-stato: l’Unione europea Prima c’era il backstop, poi è arrivato il Vallo d’Adriano. Dalla questione del confine tra la Repubblica d’Irlanda e l’Irlanda del Nord, che solo poche settimane fa…

“Shadow King”: Carlo fa il re in famiglia gestendo il caso del principe Andrew

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Nel Regno Unito che si appresta a scegliere il prossimo primo ministro, la corona è salda. Ma nonostante la figura rassicurante e autorevole della regina Elisabetta, gli imprevisti, le crisi e le conseguenti critiche restano in agguato e la loro deflagrazione può danneggiare seriamente e in qualsiasi istante l’antica istituzione, a meno che a palazzo…

Europa sempre più cinese: l’assordante silenzio su Hong Kong tradisce i principi su cui in teoria sarebbe fondata

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Da una parte l’appeasement delle elites europee con Pechino, dall’altra le distrazioni dei giovani. In mezzo, la commovente resistenza delle nuove generazioni di Hong Kong e la repressione orwelliana nello Xinjiang Cambiano i tempi e gli scenari, i protagonisti della politica si susseguono e le ideologie si evolvono. Così sembra trascorsa un’eternità da quando il dibattito internazionale…

L’isteria antipopulista genera mostri, anche quando non ci sono: il caso britannico

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

C’è gran fermento in giro per l’Europa perché alla Lega di Salvini in Italia, ad Alternative für Deutschland in Germania, al Front National di Marie Le Pen in Francia e ai sovranisti d’Ungheria e Polonia si sono aggiunti da domenica sera gli spagnoli di Vox, giunti terzi nell’ultimissima tornata elettorale. Ancor prima che l’esito delle…

La Thatcher pensava a un referendum sull’euro: destituirla ha solo ritardato la Brexit

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

La rivelazione del biografo Charles Moore: la Lady di ferro voleva sottoporre la questione europea al giudizio popolare. L’entourage conservatore europeista la fece fuori prima, per non correre rischi, ma è la dimostrazione che il voto del 2016 arriva da lontano e non è un rigurgito populista I primi colpi della campagna elettorale britannica sono…

A dicembre si decide Brexit: ecco perché le elezioni anticipate sono un secondo referendum

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Un secondo referendum su Brexit ci sarà. Perché le elezioni anticipate che il 12 dicembre decreteranno chi guiderà i Comuni sono anche questo, un voto sul divorzio dall’Unione europea alla luce di quanto accaduto negli ultimi tre anni e mezzo: se i Conservatori dovessero ottenere quella maggioranza che non sono riusciti a garantirsi nel 2017…

Divide et impera: l’Unione europea esige l’Irlanda del Nord non per mantenere la pace, ma per bloccare Brexit

Dario Mazzocchi di Dario Mazzocchi, in Esteri, Quotidiano, del

Un insperato spiraglio sembra essersi aperto dai colloqui su Brexit che si sono svolti lontano dal clamore mediatico, mentre le dichiarazioni pubbliche dai due fronti sembravano far pensare al peggio. Incontro definito “costruttivo” quello di ieri tra il ministro britannico Steve Barclay ed il capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier. “Indicazioni positive”, ci sono almeno i…

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy